sabato 30 settembre 2017

CICAP Fest: Fumetti, e Musica, per esplorare i misteri – e c’è pure Martin Mystère!

afn:
CICAP Fest: Fumetti, e Musica, per esplorare i misteri – e c’è pure Martin Mystère!

c.s.: AL CICAP Fest di Cesena si è parlato di scienza e fumetti, perché la divulgazione passa anche attraverso storie fantastiche e divertenti, come hanno spiegato Alfredo Castelli, creatore di Martin Mystère, e Roberto Natalini di Comics&Science, progetto del CNR. E si può andare a caccia di bufale anche con la musica, come dimostra ‘Pachidermi e pappagalli’ di Francesco Gabbani che ha mandato un videomessaggio per manifestare la sua vicinanza al CICAP.*

Sabato 30 settembre

Scienza e fumetti uniscono le forze al CICAP Fest: “I fumetti sono una delle forme di comunicazione più importanti della nostra epoca” ha spiegato Marco Ciardi, professore di storia della scienza
all’Università di Bologna e moderatore dell’incontro al quale hanno
partecipato Alfredo Castelli, il creatore di Martin Mystère, Giulia
Bona del museo del fumetto WOW! di Milano, il disegnatore Roberto Totaro e i due curatori del progetto Comics&Science, Roberto Natalini del CNR e Andrea Plazzi di Panini Comics.

“Nei fumetti non esistono bufale, come non esistono in generale nelle opere di finzione” ha precisato Castelli. Ma anche nel mondo di
fantasia in cui si muove il suo personaggio, il detective
dell’impossibile Martin Mystère il quale, in oltre trent’anni di
carriera, si è confrontato con dischi volanti, civiltà perdute e
innumerevoli creature misteriose, “occorre essere attenti a non
illudere nessuno” ha sottolineato Castelli. “Una cosa di cui vado
molto fiero — ha proseguito — è la parte, alla fine di ogni fumetto,
in cui spiego che cosa c’è di vero e che cosa di inventato nella
storia appena letta“.
E non dimentichiamo che Mystère è uno scettico: pur vivendo in un
universo di fantasia in cui gli alieni esistono, “se vede una luce in
cielo non pensa subito ai dischi volanti”.

Una formula, quella di unire realtà e fantasia senza confonderle, che
è anche alla base dell’iniziativa Comics&Science sostenuta dal
Consiglio nazionale delle ricerche. “Abbiamo copiato da Martin
Mystère” ha scherzato il matematico Roberto Natalini presentando il progetto che coinvolge scienziati e fumettisti. “Non avendo uranio
radioattivo, con cui di solito nei fumetti si diventa dei supereroi,
esponiamo gli autori alla ricerca scientifica, facendoli discutere con
ricercatori del CNR” ha spiegato Plazzi. “Uniamo al sapere scientifico le emozioni del fumetto”.

Una strada che a breve percorrerà anche il CICAP, come ha spiegato
Giulia Bona di WOW! Spazio fumetto di Milano: insieme all’associazione Zadig sta infatti preparano un fumetto sui vaccini per il Ministero della salute. L’albo dovrebbe essere pronto per inizio 2018.

E della difficoltà di dialogare con una società spesso disinteressata
alla ricerca scienza ha parlato anche il primo ospite della mattinata:
Giacomo Rizzolatti, neuroscienziato di fama internazionale per la
scoperta dei neuroni specchio e socio onorario del CICAP. Il suo
intervento è stato incentrato sulle frustrazioni della ricerca,
soprattutto quando si toccano temi sensibili coma la sperimentazione animale.

Per conoscere tutte le attività nel programma del CICAP Fest: www.cicapfest.it.

*Che cos’è il CICAP*

Il Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle
Pseudoscienze (CICAP), fondato nel 1989 per iniziativa di Piero
Angela, è un’organizzazione educativa di volontari, senza fini di
lucro, che promuove un’indagine scientifica e critica nei confronti
delle pseudoscienze, del paranormale, dei misteri e dell’insolito.

*Per ulteriori informazioni:*
www.cicap.org



from WordPress http://ift.tt/2xIYwAN
Vai su www.afnews.info per altre news!

Le Petit Spirou, film e albo

afn:
Le Petit Spirou, film e albo

On l’a attendu mais ça y est. Le Petit Spirou a vraiment fait ses débuts sur grand écran. Le film de Nicolas Bary est sorti. Adapté de l’œuvre signée par Tome et Janry il fallait bien que pour l’occasion il y ait aussi un album qui raconte les coulisses de la production…

Leggi e vedi il resto su: Le Petit Spirou, le film et un album

Fonte: o/la-bd-du-film-56770.html



from WordPress http://ift.tt/2x2AseR
Vai su www.afnews.info per altre news!

Lorenzo Mattotti, ospite d’onore: 10e Rencontres Chaland a Nérac

afn:
Lorenzo Mattotti, ospite d’onore: 10e Rencontres Chaland a Nérac

“Hier soir, à la Galerie des tanneries à Nérac (Lot et Garonne, à 25 km d’Agen), s’inaugurait une formidable exposition consacrée à Lorenzo Mattotti, maître absolu de la couleur et l’un des plus importants dessinateurs italiens. Dans un parcours de près de 200 documents, Isabelle Chaland a rassemblé pour la première fois toutes les bandes dessinées de cet auteur. Un parcours exceptionnel qui marque par sa cohérence et sa créativité que l’on peut voir jusqu’au 5 novembre…”

afNews Web Surf – Vai direttamente alla fonte della notizia: ActuaBD.

Fonte:

Franquin continua a vivere in tutte le salse!

afn:
Franquin continua a vivere in tutte le salse!

L’eredità di Franquin è ancora viva e produttiva. E dire che il suo adorabile Gaston Lagaffe è un meraviglioso fannullone…

“Tout au long de l’année 2017, les créatures de papier imaginées par André Franquin ont envahi les pages de l’hebdomadaire Spirou. Hommage au génial auteur ? Opération marketing ? Peut-être un peu les deux. De quoi s’arracher les cheveux pour caser toutes ces planches, lorsque l’on est rédacteur en chef d’un journal qui se doit d’être éclectique!..”

Leggi e vedi tutto il resto su:

venerdì 29 settembre 2017

Zona BéDé: Ridere con Goscinny in mostra!

afn:
Zona BéDé: Ridere con Goscinny in mostra!

Difficile contestare che René Goscinny è stato il più grande sceneggiatore di bédé umoristiche. La sua produzione sterminata (oltre 2000 personaggi tra protagonisti e comprimari) è stata coronata da un successo editoriale straordinario con oltre 500 milioni di album venduti in francese e nelle altre 150 lingue in cui sono state tradotte le avventure di Asterix, Lucky Luke, ecc… A ricordare e raccontare questo fenomeno della nona arte un paio di giorni fa (per l’esattezza da mercoledì 27 settembre 2017) si è inaugurata a Parigi un’interessantissima mostra al MahJ (Musée d’Art etd’Histoire du Judaïsme) che resterà aperta oltre cinque mesi, sino al 4 marzo 2018. Da non perdere se si è nei paraggi!…

Leggi e vedi il resto su: Zona BéDé: Ridere con Goscinny!

Fonte:



from WordPress http://ift.tt/2ydq4RP
Vai su www.afnews.info per altre news!

Neil Gaiman di nuovo nei Simpson

afn:
Neil Gaiman di nuovo nei Simpson

“L’écrivain britannique Neil Gaiman a déjà rencontré la famille la plus jaune et déjantée des États-Unis dans un épisode de la saison 23, The Book Job, ou Le Coup du Bouquin en VF. L’auteur récidive avec une apparition au casting voix d’un épisode spécial Halloween de la série animée la plus longue de l’histoire, Treehouse of Horror XXVIII…”

afNews Web Surf – Vai direttamente alla fonte della notizia: Actualitté – Une page de caractère.


Puoi tradurre l’articolo con Google Traduttore.


afNews preferisce proporti direttamente la fonte originale della notizia. Tuttavia, se dopo aver letto la traduzione di Google Traduttore hai ancora qualche dubbio, puoi scrivere in Redazione e chiedere aiuto.


Se l’articolo ti piace, non essere egoista: condividine il link sui tuoi social o dove preferisci! Puoi usare gli appositi pulsanti qui di seguito.




from WordPress http://ift.tt/2xLJUSL
Vai su www.afnews.info per altre news!

Cosa manca ai nuovi fumetti delle DuckTales?

afn:
Cosa manca ai nuovi fumetti delle DuckTales?

Non certo il “tocco” italiano. ma qualcosa non c’è e James Whitbrook dice la sua. Tu che ne pensi?

“Now, to be fair, the way the comic is set up like an anthology series. The first issue, and presumably every one going forward, has two isolated standalone stories, both written by Joe Caramagna, and with art from Luca Usai, Gianfranco Florio, Giuseppe Fontana, and Dario Calabria. Both of the first issues are set before the events of the new series, in which Donald and his nephews move into McDuck Mansion. This means the first issue is missing two great things that have made the new show a delight to watch. First, the obvious absence: the delightful oddball Webby Vanderquack…”

Leggi e vedi il resto su:


Puoi tradurre l’articolo con Google Traduttore.


afNews preferisce proporti direttamente la fonte originale della notizia. Tuttavia, se dopo aver letto la traduzione di Google Traduttore hai ancora qualche dubbio, puoi scrivere in Redazione e chiedere aiuto.


Se l’articolo ti piace, non essere egoista: condividine il link sui tuoi social o dove preferisci! Puoi usare gli appositi pulsanti qui di seguito.




from WordPress http://ift.tt/2xM19n3
Vai su www.afnews.info per altre news!

MaadDays chiude i lavori oggi con la masterclass di Jim Capobianco

afn:
MaadDays chiude i lavori oggi con la masterclass di Jim Capobianco

VENERDI’ 29 SETTEMBRE 2017, DALLE ORE 17.00,
PRESSO BASE MILANO, VIA BERGOGNONE 34, INGRESSO LIBERO

JIM CAPOBIANCO CON RATATOUILLE
CHIUDE I
MAADDAYS

La masterclass in streaming del grande animatore nominato all’Oscar per il film della Pixar
chiude la tre giorni dedicata all’audiovisivo e all’animazione organizzata da
MAAD!

Oggi, Venerdì 29 settembre, dalle ore 17.00, Jim Capobianco, uno dei grandi dell’animazione internazionale, sarà protagonista di una masterclass in streaming a ingresso libero (fino a esaurimento posti) presso Base Milano, via Bergognone 34, evento che chiude prestigiosamente i MaadDays, l’intensa tre giorni dedicata al mondo dell’audiovisivo e dell’animazione.

Un incontro unico dedicato al capolavoro della Pixar Ratatouille, per il quale nel 2008 Capobianco  ha ricevuto la nomination agli Oscar per la Migliore Sceneggiatura Originale di Animazione. L’evento è realizzato da MAAD!  in collaborazione con Milano Film Festival.

Capobianco, laureato al California Institute of the Arts, debutta allo Story department di Walt Disney Feature Animation su The Lion King. Dopo aver lavorato sugli storyboard di A Bug’s Life, Toy Story 2, Monsters Inc. e Finding Nemo, passa a Pixar dove collabora alle sceneggiature di molti film. Ha scritto e diretto il cortometraggio Your Friend The Rat vincitore dell’ASIFA-Hollywood Annie Award per cortometraggi nel 2008. Nel 2009 lavora a Leonardo, il suo primo film indipendente, ora nella collezione permanente del MoMA di New York. È membro dell’Aerial Contrivance Workshop, think tank sull’animazione.

La prima edizione dei MaadDays ha portato in scena a Milano il settore dell’audiovisivo e dell’animazione nazionale, chiamando a raccolta e facendo incontrare istituzioni, broadcaster, produttori e talenti e rappresenta  il momento conclusivo del primo anno di attività del progetto MAAD! Milano / Animation&Audiovisual / District, nato nel 2017 per iniziativa di Cariplo Factory, Asseprim, Animation Italia, Scuola Superiore CTSP che hanno confermato l’intesa per il 2018, e con la partnership di Fastweb Digital Academy, il sostegno di Fondazione Cariplo e Confcommercio Lombardia e il Patrocinio di Regione Lombardia e del Comune di Milano.

MAAD! ha quindi confermato il suo impegno per il prossimo anno con la presentazione di un primo programma 2018 e con la sigla dell’accordo tra Cariplo Factory, Asseprim, Animation Italia, Scuola superiore del commercio CTSP.

I MaadDays continuano anche oltre i MaadDays: grazie alla collaborazione con Milano Film Festival, si terranno al BASE altri due appuntamenti con l’Animazione: l’1 ottobre, dalle ore 11.00 il  Brunchbob con Spongebob protagonista e  il 2 ottobre dalle 20.30 una maratona di oltre 200 minuti di animazione introdotta da Maurizio Nichetti.



from WordPress http://ift.tt/2hB9wfo
Vai su www.afnews.info per altre news!

Lo Spettro Tedesco

Giappo-Work

Aperitoon di settembre. Tra cortometraggi, legge sul Cinema e collegamenti telefonici si torna a parlare d’animazione.

afn:
Aperitoon di settembre. Tra cortometraggi, legge sul Cinema e collegamenti telefonici si torna a parlare d’animazione.

Dopo una pausa estiva torna l’appuntamento mensile per gli appassionati d’animazione torinesi. Sempre nel Bar Blah blah e sempre dalle 20:00 mercoledì 20 si è svolta l’Aperitoon di settembre.

Emiliano Fasano inizia dedicando l’evento alla memoria del “Cartoon d’Or”. Il celebre premio dato ai cortometraggi a partire dal 1991 che si è recentemente deciso di abolire. Hanno deciso di sostituirlo con l’ Emile Adwars per il cortometraggio animato, premio preesistente a cui si è deciso di dare più importanza. Sui motivi che hanno portato a ciò non si possono che avere dubbi e perplessità. Ma si spera che l’Emile Adward per il cortometraggio animato possa diventare un trampolino di lancio per gli autori come lo fu il Cartoon d’Or.

Si inizia vedendo il cortometraggio che per primo vinse il premio nel ’91. “Creature comforts” di Nick Park.

Dopo il corto sale sul palco Annalisa Russo, la direttrice del festival “TheGIFER”, giunto alla seconda edizione. Che dal 2 al 5 novembre si terrà in vari punti della città. La gif può essere considerata il linguaggio che si adatta di più ai nostri tempi, una forma d’arte particolare che da molte possibilità.

Il premio consiste in un trofeo più una mostra nella Fondazione Sandretto Re Rebaudengo. Ma le gif migliori verranno trasmesse lì, al museo del cinema e nella Galleria Sabauda. A differenza dell’anno scorso le gif partecipanti devono seguire un tema. Questo è “Passato/futuro”. Legato ai festeggiamenti per i 30 anni dalla nascita del formato gif. Che ci dicono nato per la meteorologia.

L’ultimo giorno per mandare delle gif è il 29 settembre.

Viene proiettato il cortometraggio “Eva” di Chiara Tessera. Cortometraggio a disegni animati dal bianco e nero molto netto e linea chiara che racconta l’intervista fatta a una camgirl per un documentario che diventa un confronto tra la protagonista e il “regista” che, fuoricampo, muove la camera e finisce col giudicare con maligno piacere.

L’autrice racconta quanto sia stato lunga la lavorazione. Doveva essere il suo film di diploma e l’aveva iniziato nel ’14 sotto l’onda di ricerche personali e delle tante discussioni sull’uso del corpo della donna che venivano fatte ai tempi per cause sia di squallide vicende politiche, che delle molte discussioni sull’uso dei media da parte dei giovani.

Il corto ha avuto una lavorazione difficile. Inizialmente aveva tentato di farlo in Stop Motion, ma il risultato non la convinse e arrivò al disegno asettico, in bianco e nero senza mezzi toni, che risulta perfetto per raccontare questa storia diretta e senza peli sulla lingua. La realizzazione, lenta, difficile e fatta da sola, le ha fatto capire che l’animazione è un lavoro di squadra perché altrimenti diventa troppo faticosa. Adesso Chiara Tessera fa parte del Gruppo Ibrido e sta mandando il suo corto in vari festival d’animazione dove si farà certamente notare. Gli piace fare parte del gruppo Ibrido. Fanno sia progetti d’insieme che individuali, chi scrive spera che farà altri corti, non da sola, naturalmente.

Viene chiamata sul palco Donatella Leone di Cartoon Italia per spiegare come funziona la nuova legge sul cinema per l’animazione. È molto felice che si sia arrivati a farla. Quando andarono al ministero la prima volta si trovarono davanti persone che non sapevano nemmeno che in Italia si facesse cinema d’animazione. Ma adesso la nuova legge darà 6,5 milioni di euro di contributi selettivi. Gli sceneggiatori potranno chiedere fondi per le loro storie, ci saranno diversi tipi di bandi per i vari aspetti del lavoro (sviluppo, pre produzione, post produzione ecc).

Ogni azienda ha diritto a contributi automatici sulla base del lavoro fatto nei cinque anni precedenti. Grazie ai bandi si potranno aiutare gli emergenti a presentare progetti che possono essere finanziati. Per farlo basta essere produttori e risiedere in Italia. Grazie a una tax credit converrà di più mantenere il lavoro in Italia così diminuiranno le produzioni appaltate a studi esteri. Hanno lavorato molto ai bandi e quando partiranno sarà un grande inizio.


A questo punto parte il momento dell’ospite eccezionale della serata. Si tratta di Marino Guarnieri di “Mad Enterteinment”, uno dei quattro registi de “La gatta Cenerentola” in collegamento telefonico da Napoli.

Emiliano Fasano chiede subito come stanno vivendo questo momento con il loro film nelle sale. Guarnieri risponde che si stanno muovendo troppo. Lavorando continuamente nello studio gli sembra strano passare tanto tempo girando per festival, facendo presentazioni e parlare al pubblico. Ma è una cosa che si deve fare.

Quando si fanno presentazioni di film animati in Italia di solito vanno a parlare i doppiatori e il regista. Loro a Venezia sono saliti sul palco con tutta lo studio proprio per far capire quante persone siano coinvolte in questo lavoro di squadra.

Tra i doppiatori del film c’è sua figlia che doppia Mia, la protagonista, bambina. Guarnieri racconta che non era d’accordo perché lo sentiva come una sorta di incoraggiamento del nepotismo nello studio. Ma i colleghi lo hanno spinto e sua figlia, all’epoca, aveva proprio tre anni, quindi perfetta per doppiare Mia da bambina.

Per animare hanno usato Blender. Forse è il primo lungometraggio realizzato interamente con questo programma.

Parlando di come hanno realizzato il pulviscolo di cui è piena l’aria dice che sentivano di dover rendere visibile il miasma, il malessere e il degrado che riempie il luogo. Rendere la sensazione di fastidio della cenere che ti passa davanti agli occhi rendendo tutto più reale.

Uno di commenti che gli ha fatto più piacere sentire è quello di un’anziana signora che gli ha detto “Sembra un film normale”. Era proprio il risultato che cercavano. Un film d’animazione non solo per famiglie e non solo apprezzato da pochi appassionati/nerds ma in grado di colpire gli appassionati di cinema in generale.

C’è molto di loro nel film, non solo come storia ma anche fisicamente. Hanno usato la motion capture e fatto i movimenti per molti personaggi. C’è molta Napoli e napoletanità.

Parlando della possibilità del film agli Oscar gli hanno spiegato che ci sono due possibilità. Una che possa essere presentato come “Miglior film in lingua straniera”. Per fare questo dev’essere scelto dall’Italia e mandato in concorso. Altra possibilità è essere selezionato nella categoria “Lungometraggi animati”. Ma per fare questo il film dev’essere uscito negli USA. Loro tenteranno di farlo uscire.

L’ultima domanda è sul cortometraggio “Simposio suino in re minore” mandato prima del film. L’autore è Francesco Filippi, un ragazzo di 24 anni davvero in gamba. Un genio visivo già due volte selezionato al David di Donatello per il cortometraggio. Uno che ha deciso di tentare fortuna all’estero e è diventato collaboratore con Bill Plymptoon. Il cortometraggio è iniziato e si è evoluto in molti anni. Lui li ringrazia sempre per averlo aiutato a realizzarlo. Ma Guarnieri confessa che loro hanno avuto il timore di averlo rallentato involontariamente con discorsi vari. Sono stati davvero felici di collaborare con lui e sperano che possano continuare a farlo.

Del perché mettere un cortometraggio all’inizio si parla di Luciano Stella e di come vede il cinema. La situazione dei cortometraggi in Italia è piuttosto triste. Non esistono veri spazi per vederli ne in TV ne al cinema. Tutto è concentrato nei festival dove vanno solo gli appassionati. Meno male che ci sono questi festival, ma tutto il resto impedisce che il grande pubblico possa conoscere i cortometraggi e, di conseguenza, i registi non ne fanno anche se vorrebbero. Mandare un cortometraggio prima di ogni lungometraggio nei cinema sarebbe la soluzione ideale. Chi scrive deve riconoscere che questo è un po’ il sogno di tutti gli appassionati di cinema e la Mad Enterteinment non si limita a sognarlo ma lo fa.

Per chiudere la conversazione Marino Guernieri ricorda a tutti quelli che non sono andati ancora a vedere “La gatta cenerentola” al cinema di andare a vederlo e dire agli altri di andare a vederlo se gli è piaciuto. Nel caso contrario dire agli altri di andare a vederlo per verificare se anche a loro non piace.

Salgono sul palco due rappresentanti dello studio Enanimation per parlare di una novità organizzata dal loro studio. Un corso per diventare artisti dello Storyboard.

In dieci e più anni che sono la dentro loro hanno fatto di tutto, ricoprendo i vari ruoli della pre produzione, produzione e post produzione di serie animate e acquisendo una grande esperienza soprattutto nel design dei personaggi e nel fare gli storyboard.

In questo momento l’animazione italiana sta crescendo rigogliosa e le produzioni aumentano, tanto che le persone in grado di fare storyboard stanno diventando troppo poche e nonostante ci siano molte scuole di animazione l’insegnamento sul come fare gli storyboard è spesso ridotto all’essenziale, troppo poco per un’azienda che ha bisogno subito di espertissimi. Per risolvere il problema Enanimation ha organizzato questo corso rivolto soprattutto a chi ha già dimestichezza con l’animazione o almeno abilità nel disegno. Verrà svolto nel loro studio, a stretto contatto con i professionisti e utilizzando tutti i programmi realmente usati nella produzione. Cosa molto più efficace di un corso scolastico. Viene garantito che a fine corso si sapranno fare perfettamente gli storyboard.

Si faranno molte ore di teoria per far capire come lavora un artista dello storyboard. Un lavoro dov’è importantissimo non tanto essere eccellenti nel disegno ma essere in grado di rendere bene lo emozioni, cosa che nel fare gli storyboard è la più importante, insieme alla capacità registica per decidere come rappresentare una scena.

Il corso inizierà il 30 ottobre e avrà al massimo sei partecipanti per gruppo. I corsi verranno fatti per tre mesi, dureranno 480 ore e costeranno 2.450,00 .

Viene proiettato il cortometraggio “Bella di notte” di Paolo Zucca. Lo presenta l’animatore Fabio Valesini. Cortometraggio realizzato nel 2014 tra Milano, Cagliari e Berlino. Racconta la storia di un viaggiatore capitato in un paese dove tutti sanno che c’è una maledizione che comporta fantasmi e vendette ma nessuno fa nulla per fermarla. Paolo Zucca è autore di cortometraggi e film dal vivo molto apprezzati e vincitori di numerosi premi. Fabio varesini è stato coinvolto insieme agli altri animatori sono stati coinvolti in questo corto fin dall’inizio e gli è subito piaciuta la storia. Paolo Zucca aveva chiaro in mente cosa voleva realizzare. Questo non è stato un male, anche se, come persona che non ha mai lavorato con l’animazione ma vuole farlo, è stato un continuo dibattere tra loro per spiegargli le differenze tra fare un corto dal vivo e uno d’animazione.

L’idea originale di Paolo Zucca era di mandarlo prima del suo lungometraggio “L’arbitro”, ma purtroppo non è stato possibile e il corto, per motivi che non si conoscono, all’epoca girò poco. Adesso hanno ottenuto il permesso del regista per riproporlo in giro. Attualmente Fabio Varesini lavora nello studio d’animazione “Alkanoids” e fa pubblicità e altre cose, come un progetto di realtà aumentata per un evento che si chiama “Alchemica”. Corti personali ne ha iniziati tanti, uno lo sta per finire e appena fatto lo manderà in una prossima Aperitoon.

Chiude la serata Eugenia Gaglianone, che annuncia un evento interessante a cui stanno lavorando da mesi. Il centenario della rivoluzione russa. Una serie di proiezioni cinematografiche sparse in vari luoghi della città. Un programma ricco di film e cortometraggi che partirà da ottobre e presenterà un bel numero di produzioni pregiate, non troppo note o ignorate dal grande pubblico. Naturalmente non mancheranno i cortometraggi animati. Vi terremo aggiornati sull’evento.

E con la proiezione di diversi cortometraggi vincitori del Cartoon d’Or si chiude l’Aperitoon di Settembre. Un anno è già passato dalla prima Aperitoon e molte cose sono potute accadere grazie agli incontri fatti in queste serate. Molti progetti sono stati presentati, molti grandi ospiti hanno potuto parlare e mostrare il loro lavoro.

Chi scrive è molto grato che tutto ciò esista e si stia lentamente espandendo in altre città. Segno della nascita di una nuova coscienza dell’animazione italiana.



from WordPress http://ift.tt/2xOJjjE
Vai su www.afnews.info per altre news!

Le repaire de la murène (puntate 21-29)

afn:
Le repaire de la murène (puntate 21-29)

afNews Web Surf – Vai direttamente alla fonte della notizia: Corrierino e Giornalino.


afNews preferisce proporti direttamente la fonte originale della notizia.


Se l’articolo ti piace, non essere egoista: condividine il link sui tuoi social o dove preferisci! Puoi usare gli appositi pulsanti qui di seguito.




from WordPress http://ift.tt/2xPEUgh
Vai su www.afnews.info per altre news!

Pepito, il bel fumetto di Luciano Bottaro che la Danone voleva espropriargli

afn:
Pepito, il bel fumetto di Luciano Bottaro che la Danone voleva espropriargli

Il caso Bottaro vs. Danone è di quelli che contano, nel settore del diritto di autore.

L’italien Luciano Bottaro a dessiné plus de 20.000 pages de BD dans sa vie. Sa plus célèbre création reste le personnage de Pepito, dont l’éditeur Cornélius a sorti mi-septembre une nouvelle anthologie des aventures. Publiées entre les années 1950 et 1980, ces histoires racontent la lutte sur l’île fictive de Las Ananas entre le gentil corsaire Pepito et le méchant gouverneur Hernandez de La Banane.  La fiction et la réalité étant souvent liées, Bottaro a lutté toute sa vie pour faire reconnaître ses droit…


Leggi e vedi tutto il resto su: “Pepito”, la BD que Danone a voulu interdire – SFR News


Puoi tradurre l’articolo con Google Traduttore.


afNews preferisce proporti direttamente la fonte originale della notizia. Tuttavia, se dopo aver letto la traduzione di Google Traduttore hai ancora qualche dubbio, puoi scrivere in Redazione e chiedere aiuto.


Se l’articolo ti piace, non essere egoista: condividine il link sui tuoi social o dove preferisci! Puoi usare gli appositi pulsanti qui di seguito.



from WordPress http://ift.tt/2xGPDHG
Vai su www.afnews.info per altre news!

giovedì 28 settembre 2017

PHILIPPE BIERMÉ spiega lo scandalo Jacobs

afn:
PHILIPPE BIERMÉ spiega lo scandalo Jacobs

Suite à l’enquête de Daniel Couvreur du Soir de Bruxelles et à notre article au sujet du « Scandale Jacobs » publié il y a deux jours, Philippe Biermé, l’ami d’Edgar P. Jacobs et le président de sa Fondation directement mis en cause par l’enquête du quotidien bruxellois a tenu à réagir dans nos colonnes. Voici sa lettre…

Leggi l’articolo e l’intervista di Didier Pasamonik su: PHILIPPE BIERMÉ : Pourquoi j’ai confié l’héritage d’ E.P. Jacobs à la (…) – ActuaBD



from WordPress http://ift.tt/2xEfXSP
Vai su www.afnews.info per altre news!

MARVEL & FUNKO’s Animated Shorts Return With GUARDIANS OF THE GALAXY

afn:
MARVEL & FUNKO’s Animated Shorts Return With GUARDIANS OF THE GALAXY

afNews Web Surf – Vai direttamente alla fonte della notizia: newsarama.com.


Puoi tradurre l’articolo con Google Traduttore.


afNews preferisce proporti direttamente la fonte originale della notizia. Tuttavia, se dopo aver letto la traduzione di Google Traduttore hai ancora qualche dubbio, puoi scrivere in Redazione e chiedere aiuto.


Se l’articolo ti piace, non essere egoista: condividine il link sui tuoi social o dove preferisci! Puoi usare gli appositi pulsanti qui di seguito.



from WordPress http://ift.tt/2wlT9Ww
Vai su www.afnews.info per altre news!

Il nuovo Terminator arriva nell’estate 2019

afn:
Il nuovo Terminator arriva nell’estate 2019

afNews Web Surf – Vai direttamente alla fonte della notizia: Variety.

Fonte:

Le meraviglie della STOP-MOTION d’epoca

afn:
Le meraviglie della STOP-MOTION d’epoca

“… Since it’s been a stop motion sort of week here, I thought I’d pull out a few things from the first Stop Motion Marvels disc. It was a fun project to put together, and I’m happy to report that we now have located nearly *all* the Kinex films shorts that were produced. One of my favorite oddities is this little film made by artist/ animator Virginia May called…”

Leggi e vedi tutto il resto  direttamente alla fonte della notizia: cartoonresearch.


Puoi tradurre l’articolo con Google Traduttore.


afNews preferisce proporti direttamente la fonte originale della notizia. Tuttavia, se dopo aver letto la traduzione di Google Traduttore hai ancora qualche dubbio, puoi scrivere in Redazione e chiedere aiuto.


Se l’articolo ti piace, non essere egoista: condividine il link sui tuoi social o dove preferisci! Puoi usare gli appositi pulsanti qui di seguito.




from WordPress http://ift.tt/2wYbOr0
Vai su www.afnews.info per altre news!

Topolino 3227 Macchia Nera…

afn:
Topolino 3227 Macchia Nera…

Topolino n° 3227

27 settembre 2017

Segui #ILOVEPAPEROPOLIPERCHÉ

Fonte:

Le repaire de la murène (puntate 11-20)

afn:
Le repaire de la murène (puntate 11-20)

afNews Web Surf – Vai direttamente alla fonte della notizia: Corrierino e Giornalino.


afNews preferisce proporti direttamente la fonte originale della notizia.


Se l’articolo ti piace, non essere egoista: condividine il link sui tuoi social o dove preferisci! Puoi usare gli appositi pulsanti qui di seguito.




from WordPress http://ift.tt/2wY5Czb
Vai su www.afnews.info per altre news!

mercoledì 27 settembre 2017

Hergé: le feuilleton intégral 9 in uscita!

afn:
Hergé: le feuilleton intégral 9 in uscita!

Me lo ricorda Benoit Peeters, che l’11 ottobre arriva il nuovo mega volumone (che ho già prenotato da tempo su Amazon), stavolta dedicato agli anni terribili della guerra, con le versioni originali in bianco e nero di Tintin “Le Crabe aux pinces d’or”, “Le Secret de la Licorne”, “Le Trésor de Rackham le Rouge” e svariati inediti.



from WordPress http://ift.tt/2wllOLr
Vai su www.afnews.info per altre news!

Scienza, pseudoscienza e fumetto

afn:
Scienza, pseudoscienza e fumetto

“Su «Topolino» n. 1638 del 19 aprile 1987 apparve per la prima volta la storia Topolino e l’Atlantide continente perduto, scritta da Giorgio Pezzin e disegnata da Massimo De Vita. Il professor Zapotec, antropologo di fama mondiale (apparso per la prima volta nella storia che ha esordito in Topolino e l’enigma di Mu, scritta e disegnata da De Vita, e pubblicata su «Topolino» nn. 1238-39 nell’agosto del 1979), annuncia a Topolino e Pippo una straordinaria scoperta. Gli uomini di una «base scientifica antartica», incaricati di…”
“… sarebbe utile che gli ideatori di ardite ipotesi tenessero sempre ben presente la capacità di Lovecraft di distinguere tra scienza e letteratura, tra scienza e pseudoscienza. ..”

Leggi il resto su:

TwitterTrump

Nichetti e Bellavita: un dialogo tra arte e scienza al Politecnico di Milano

afn:
Nichetti e Bellavita: un dialogo tra arte e scienza al Politecnico di Milano

Un ciclo di incontri con i protagonisti della cultura artistica e scientifica, italiana e internazionale, che dialogheranno con i docenti del Politecnico di Milano sugli intrecci tra creatività e tecnologia, sui rapporti con la memoria e le tradizioni, sugli scenari presenti e futuri del mondo del lavoro. L’alumnus Maurizio Nichetti, attore,  produttore e regista  dialogherà con Luigi Bellavita, docente di Analisi del Film e Mondi Narrativi, Politecnico di Milano.

lunedì 2 ottobre 2017 dalle 18:00 alle 20:00 al Politecnico di Milano,  Aula Castiglioni, via Candiani, 72 – Ed. B1

Maurizio Nichetti, laureato in architettura al Politecnico di Milano, studia mimo e lavora al Piccolo Teatro di Milano.
Nel 1974 fonda a Milano la Cooperativa teatrale QuellidiGrock. Dal 1970 al 1978 lavora come sceneggiatore nello studio di Bruno Bozzetto. Nel 1979 scrive, dirige e interpreta il suo primo film, Ratataplan.  Attivo anche in televisione, conduce diversi programmi (Quovadiz? Pista! Fantasy Party) e dirige negli anni più di 150 spot pubblicitari. Nel 1998 è in giuria al Festival Internazionale del Cinema di Berlino e nel 1999 al Festival di Cannes.  Tre Nastri d’argento: 1980: Ratataplan, 1989: Ladri di saponette, 1997: Luna e l’altra, nel 1991 David di Donatello per la miglior sceneggiatura di Volere Volare. Ha vinto il Festival di Mosca 1989 con Ladri di Saponette e Il Festival dei Festival a Montreal 1990 con Volere Volare, il Festival del cinema Fantastico di Bruxelles con Luna e l’altra 1997.
Dal 2014 è direttore artistico della sede milanese del Centro Sperimentale di Cinematografia.



from WordPress http://ift.tt/2wVOAqA
Vai su www.afnews.info per altre news!

Ecco chi ha ispirato Spirou! Anteprima e Video de Il s’appellait Ptirou

afn:
Ecco chi ha ispirato Spirou! Anteprima e Video de Il s’appellait Ptirou

Spirou è un personaggio famosissimo, un classico della francofonia. Ma il suo creatore Rob-Vel è stato ispirato da un personaggio reale?  Magari un certo Ptirou? Questo fumetto di Verron e Sente racconta proprio questa storia… Così importante da meritare anche una versione di lusso. Una storia sorprendente e drammatica, narrata nel Natale del 1959 a Charleroi. In uscita il prossimo novembre.

Leggi qui l’anteprima:



from WordPress http://ift.tt/2xFmjDp
Vai su www.afnews.info per altre news!

Il Club dei 5 e il Tesoro dell’Isola, ritorno al fumetto!

afn:
Il Club dei 5 e il Tesoro dell’Isola, ritorno al fumetto!

Ils ont marqué toute une époque et fait rêver avec leurs aventures des générations de jeunes lecteurs. Le Club des cinq fait un retour en BD après avoir déjà été adapté une première fois et avoir été publié dans le Journal de Mickey dans les années 80.  En France, il se vend un exemplaire du Club des Cinq toutes les 2 minutes…

Sorgente: Le Club des 5 et le trésor de l’Île, le retour en BD avec Béja et Nataël

Fonte: o/blyton-beja-natael-56720.html



from WordPress http://ift.tt/2y7Vito
Vai su www.afnews.info per altre news!

Lo scandalo Jacobs

afn:
Lo scandalo Jacobs

Ne parla anche Didier Pasamonik su ActuaBD. La dispersione di parte del patrimonio artistico del creatore di Blake e Mortimer è ormai un affare di Stato…

Dans une passionnante enquête, Daniel Couvreur, dans le quotidien belge Le Soir, révèle l’incroyable imbroglio dont a fait l’objet l’héritage d’Edgar Pierre Jacobs, le créateur de Blake et Mortimer, mort sans enfant et dont le patrimoine qui devait être préservé dans une fondation se retrouve partiellement dispersé dans des circonstances mystérieuses…

Sorgente: Le scandale Jacobs – ActuaBD

Fonte:

Torna L’Isola Misteriosa coi disegni di Franco Caprioli

afn:
Torna L’Isola Misteriosa coi disegni di Franco Caprioli

Ovviamente si tratta del bel romanzo di Jules Verne, sceneggiato da Claudio Nizzi e disegnato superbamente da Franco Caprioli. Lo ripropone Allagalla, con prefazione di Cuccolini e postfazione di Maffiotti.



from WordPress http://ift.tt/2hwhXst
Vai su www.afnews.info per altre news!

martedì 26 settembre 2017

Ci siamo: torna Les Cahiers de la Bande Dessinée!

afn:
Ci siamo: torna Les Cahiers de la Bande Dessinée!

La famosa rivista della francofonia torna nelle edicole, come promesso, dopo una campagna di raccolta fondi in rete, e propone il suo primo numero (uscito oggi) da 204 pagine in 20.000 copie. Si parla di Alan Moore, François Boucq, Hugo Pratt, Goscinny, Blutch, Crumb, Bob De Moor e c’è un dossier su Blake et Mortimer, Spirou, Corto Maltese… Pourquoi les héros ne meurent jamais?



from WordPress http://ift.tt/2wiSwND
Vai su www.afnews.info per altre news!

Ancora oggi Tintin porta nello spazio gli astronauti!

afn:
Ancora oggi Tintin porta nello spazio gli astronauti!

Ecco cosa dice l’astronauta Maurizio Cheli, segnalatomi da Loris Cantarelli:

Fonte:

Oggi Sergio Bonelli, alla radio, in viva voce, con Luca Raffaelli

A Milano tornano i “Maad-Days”: tre giorni d’incontri dedicati ai professionisti dell’audiovisivo

afn:
A Milano tornano i “Maad-Days”: tre giorni d’incontri dedicati ai professionisti dell’audiovisivo

MILANO, 27 – 28 – 29 SETTEMBRE 2017 PRESSO CARIPLO FACTORY E CONFCOMMERCIO

AL VIA MAADDAYS: L’APPUNTAMENTO NAZIONALE

DELL’AUDIOVISIVO E DELL’ANIMAZIONE

ISTITUZIONI, TALENTI, BROADCASTER, PRODUTTORI, CONTEST JOB OPPORTUNITY, MASTERCLASS, PER LA PRIMA EDIZIONE DELLE GIORNATE DEL DISTRETTO NAZIONALE

MAAD! PROMOSSO DA CARIPLO FACTORY, ASSEPRIM-CONFCOMMERCIO, ANIMATION ITALIA

Dal 27 al 29 settembre 2017 la prima edizione dei MaadDays mette in scena a Milano il settore dell’audiovisivo e dell’animazione.

Tre giornate durante le quali MAAD! Milano / Animation&Audiovisual / District chiama a raccolta e fa incontrare istituzioni, broadcaster, produttori, talenti. Due le sedi delle attività: Cariplo Factory, dove il distretto risiede fisicamente dall’inizio di marzo 2017, e Confcommercio Milano.

Una tre giorni intensa con momenti dedicati sia agli operatori del settore (mercoledì 27), sia ai professionisti e agli appassionati (giovedì 28 e venerdì 29) e con la presenza degli Assessori Cristina Cappellini (Regione Lombardia – Assessore alle Culture, Identità e Autonomie) e Cristina Tajani (Comune di Milano – Assessore a Politiche del lavoro, Attività produttive, Commercio e Risorse umane), dei broadcaster De Agostini, Disney, Nickelodeon, Rai Com, Rai Ragazzi, Turner, dei produttori e delle aziende dell’audiovisivo, a disposizione anche per incontrare i giovani talenti e i professionisti, e con la masterclass di Jim Capobianco, nome di fama mondiale che ha ricevuto la Nomination agli Oscar per la Migliore Sceneggiatura Originale di Animazione per Ratatouille.

MaadDays 2017 è il momento conclusivo del primo anno di attività e l’occasione per la presentazione del programma 2018 di MAAD! Milano / Animation&Audiovisual / District, il nuovo distretto volto a favorire e supportare lo sviluppo del settore audiovisivo e dell’animazione in Italia: il progetto, avviato a inizio 2017, è promosso da Cariplo Factory, Asseprim, Animation Italia e la Scuola Superiore CTSP con la partenership di Fastweb Digital Academy, la nuova scuola per le professioni digitali che ospita e sostiene i corsi di formazione; il sostegno di Fondazione Cariplo e Confcommercio Lombardia; il Patrocinio di Regione Lombardia e del Comune di Milano per favorire la professionalizzazione e l’internazionalizzazione del comparto audiovisivo italiano.

Il programma di MaadDays 2017

Mercoledì 27, presso la Sala Colucci di Confcommercio (Corso Venezia 47, Milano) è prevista la giornata dedicata agli operatori del settore alla quale è possibile accedere (gratuitamente) previa registrazione al link

Apertura dei lavori alle ore 14 con l’incontro Innovazione e opportunità nel settore audiovisivo al quale partecipano gli assessori Cristina Cappellini, Assessore alle Culture, Identità e Autonomie Regione Lombardia e Cristina Tajani, Assessore a Politiche del lavoro, Attività produttive, Commercio e Risorse umane Comune di Milano con Umberto Bellini, Presidente Asseprim e VicePresidente Confcommercio Milano, Renato Cerioli, Presidente Cariplo Factory, Giorgio Scorza, Presidente Animation Italia, Anna Lo Iacono, Senior Manager of Corporate Social Responsability Fastweb, Stefano Salina, Scuola Superiore del Commercio, Turismo e Servizi.

A seguire, la presentazione del programma MAAD! 2018 con Luigi Viganò, coordinatore progetto MAAD!

Alle ore 15,30, coordinato da Gianni Canova, Pro Rettore alla Comunicazione Iulm, il workshop Futuro Animato, gli scenari possibili della produzione italiana con Massimo Bruno, Direttore canali tematici TV DeAgostini, Loredana di Domenico, Senior Programming and Content Acquisition Director Discovery Communication, Elizabeth De Grassi, Programming Director Walt Disney Television Italia, Luca Milano, Direttore Rai Ragazzi, Cecilia Padula, Nickelodeon & MTV Sr Director, Viacom Italia, Alessandro Ravani, Direttore commercializzazione diritti Rai Com, Marco Rosi, Head of Channels Turner Broadcasting System Italia.

Conclude la giornata di lavori, alle ore 17.00, di fronte ai rappresentanti delle tv, la presentazione dei lavori degli allievi del corso di Sceneggiatura per l’animazione, uno dei corsi di MAAD! tenuto prima dell’estate.

Giovedì 28, in Cariplo Factory (via Bergognone 34) sono protagonisti i talenti dell’animazione.

Dalle ore 14 alle 17 si svolgerà il contest Anima il tuo futuro organizzato in collaborazione con ToonBoom e Wacom e riservato agli animatori, agli studenti e ai giovani professionisti i quali avranno anche a disposizione un ‘job corner’ che darà loro la possibilità di incontrare le aziende dell’audiovisivo e dell’animazione presenti e disponibili per una portfolio review.

Per partecipare basta presentarsi il 28 Settembre alle ore 14 in Cariplo Factory e registrarsi al banco informativo (priorità in base all’orario di arrivo). I partecipanti hanno a disposizione una Cintiq, l’ultima versione di Toon Boom Harmony e 20 minuti di tempo per produrre una rough animation sul tema che verrà assegnato direttamente in loco. In palio i premi offerti da Toon Boom e Wacom: Intuos Pro e 1 anno di licenza per Harmony Premium; Bamboo Folio e 6 mesi di licenza per Harmony Advanced; Bamboo Slate e 3 mesi di licenza per Storyboard Pro. Tutti coloro che completeranno la registrazione al contest avranno diritto, comunque, al 10% di sconto sui prodotti Toon Boom.

I lavori saranno valutati da una giuria d’eccezione composta da professionisti del settore: Jim Capobianco, writer, director e storyboard artist. Pietro Pinetti, co-founder & CEO at Studio Bozzetto &Co; Davide Rosio, art director e CEO presso Movimenti Production; Federico Vallarino, creative director presso Vallaround creative contents e sales agent presso Toon Boom.

Venerdì 29, dalle ore 17, presso Base Milano, via Bergognone 34, in collaborazione con Milano Film Festival, protagonista la masterclass in streaming (ingresso libero fino a esaurimento posti) di Jim Capobianco, uno dei grandi dell’animazione internazionale, dedicata a Ratatouille. Capobianco, laureato al California Institute of the Arts, debutta allo Story department di Walt Disney Feature Animation su The Lion King. Dopo aver lavorato sugli storyboard di A Bug’s Life, Toy Story 2, Monsters Inc. e Finding Nemo, passa a Pixar dove collabora alle sceneggiature di molti film. Nel 2008 riceve la nomination agli Oscar per la Migliore Sceneggiatura Originale di Animazione per Ratatouille. Ha scritto e diretto il cortometraggio Your Friend The Rat vincitore dell’ASIFA-Hollywood Annie Award per cortometraggi nel 2008. Nel 2009 lavora a Leonardo, il suo primo film indipendente, ora nella collezione permanente del MoMA di New York. È membro dell’Aerial Contrivance Workshop, think tank sull’animazione.

MAAD! è un progetto articolato e innovativo che assume come cifra caratteristica e valore fondanti quello del sistema: ‘essere sistema’ e ‘fare sistema’ con il coinvolgimento di istituzioni, aziende, associazioni, enti formatori. L’obiettivo è costruire una piattaforma – aperta e inclusiva – per la valorizzazione e il consolidamento del comparto dell’audiovisivo e dell’animazione italiano, partendo da Milano e dalla professionalizzazione dei giovani talenti italiani. Formare e qualificare le giovani professionalità dell’audiovisivo e dell’animazione è dunque uno dei primi impegni assunti da MAAD! per supportare e incentivare lo sviluppo e la crescita del settore e per dare visibilità ai talenti italiani in tutto il mondo, con una prospettiva economica di lungo periodo aperta a nuove opportunità lavorative.

Ottimo riscontro per i primi corsi in Sceneggiatura per l’animazione, Management videogame e Digital Storyboarding che hanno accolto in Fastweb Digital Academy docenti di grande rilievo, uno fra tutti lo stesso Jim Capobianco e che hanno visto oltre 150 candidature da parte di aspiranti allievi, provenienti da tutta Italia, con un livello di preparazione medio alto e forti interesse e motivazione.

Collaborano attivamente alla didattica e alla gestione dei Corsi di Alta Formazione, ospitati e sostenuti da Fastweb Digital Academy, la Scuola Superiore del Commercio, del Turismo, dei Servizi e delle Professioni e molti soggetti con grande esperienza nel settore, dalla produzione alla sceneggiatura, allo sviluppo di personaggi e serie, fino allo sviluppo di videogiochi, di contenuti transmediali, di software per il mondo per l’animazione e lo storyboarding digitale, come la software house internazionale ToonBoom.

MAAD! nasce come piattaforma aperta all’inclusione e all’aggregazione di tutti gli enti, le istituzioni, le aziende, i partner che siano interessati a condividere e sostenere gli obiettivi e lo sviluppo del Distretto con il nucleo promotore.



from WordPress http://ift.tt/2fLZZOP
Vai su www.afnews.info per altre news!