venerdì 31 marzo 2017

Cartoons on the Bay 2107: tutti i nomi di chi partecipa!

afn:
Cartoons on the Bay 2107: tutti i nomi di chi partecipa!

Ecco con chi ti ritroverai nei giorni festosi di Cartoons on the Bay a Torino.  Hai visto? C’è questo qui! C’è quella là! Ullallà!

Fonte:

Nota di Gianfranco Goria (supporto Ufficio Stampa RAI Com per Cartoons on the Bay 2017 Torino):
Treccani recita: bàia 3 s. f. [prob. dal fr. baie, da una voce frisone; cfr. spagn. bahía, port. baía]. – 1. a. Insenatura della costa marina, non molto estesa e prolungantesi alquanto nell’interno. Nell’uso com., è sinon. d’insenatura in genere: la b. di Pozzuoli. b. Per traduz. dell’equivalente ingl. bay, il nome è usato a volte, meno propriam., per indicare bracci di mare di notevole estensione e alquanto aperti: la b. di Baffin, la b. di Hudson. 2. In diritto internazionale,  b. storiche, zone di mare cui viene riconosciuta natura di acque territoriali, qualunque sia la loro ampiezza (per es., il golfo di Finlandia, il canale di Bristol fino a Bull Point, le foci del Tago e del Sado in Portogallo, i golfi di Tunisi e di Gabes).

Ma la Baia alla quale attraccano le nostre navi dell’immaginazione narrativa non possono limitarsi al mare in senso stretto. Cartoons on the Bay ormai è diventata una Baia Spaziale, dove attraccano astronavi dell’immaginazione e della creatività, che partono da ogni dove e vanno ovunque. Ecco, è forse la Yamato (宇宙戦艦ヤマト) quella che vedo arrivare in lontananza? E quelle non arrivano forse da Clone Wars? Guarda! Un carico di cartoni su quell’altra…
Forse è addirittura, a questo punto, una baia spazio-temporale, da quella astronave scende un tale che mi ricorda il dottor Who… E quella Freccia Azzurra svolazzante? Ancoratela qui.

Insomma, si può allargare l’orizzonte a piacere, ché questa nuova Baia forse poggia su una rottura del continuum spazio-tempo e vi si insinua dentro, consentendoci di andare ben oltre, là dove nessun cartone animato è mai arrivato prima.

Fonte:



from WordPress http://ift.tt/2nmPXF0
Vai su www.afnews.info per altre news!

Blake e Mortimer: le avventure si vedono gratis su YouTube!

afn:
Blake e Mortimer: le avventure si vedono gratis su YouTube!

Si tratta della serie a cartoni animati del 1997, ora resa interamente disponibile in rete, gratis. Buona visione e buon divertimento!

Qui:



from WordPress http://ift.tt/2nCURPQ
Vai su www.afnews.info per altre news!

Video e poster: War for the Planet of the Apes

afn:
Video e poster: War for the Planet of the Apes

Eccoli qui.



from WordPress http://ift.tt/2nCYWDF
Vai su www.afnews.info per altre news!

MONDOPISTOLA!!! COCCO BILL AD ANDREIS

afn:
MONDOPISTOLA!!! COCCO BILL AD ANDREIS

c.s.:Per me il fumetto è l’arte più spontanea e comprensibile che esista, è un’arte per tutti”, Luca Salvagno esordisce con queste parole in una sua intervista, un’affermazione che spiega perché questo autore di Chioggia, classe 1962, rappresenti l’erede del grande Benito Jacovitti nel raccontare uno dei personaggi maggiormente conosciuti e rappresentativi del fumetto italiano: Cocco Bill.

Sono alcuni anni che Cocco Bill non fa più parlare di se dopo aver accompagnato generazioni di lettori sia sulle pagine di riviste come Il Giornalino che nei cartoni animati.

L’associazione Màcheri è lieta di offrire agli appassionati, a chi conserva il ricordo dei sorrisi nella lettura delle storie di questo Cow Boy strampalato, ma anche a chi vuole scoprire un personaggio travolgente dell’avventura a fumetti, una mostra di disegni originali di Luca Salvagno su Cocco Bill.

Questa mostra si colloca nel filone narrativo di Fare West all’italiana , uno stile che definisce l’insieme di personaggi dell’epopea dei Cow Boy nel fumetto italiano, che vanno da Tex,al Comandante Mark , da Larry Yuma a Magico Vento, solo per citarne alcuni.

Il Far West in cui sono ambientate le avventure di Cocco Bill fa riferimento a quei simboli dell’immaginario collettivo ereditati da film e fumetti western, ma resi esplosivi e divertenti nel tipico modo assurdo e folle di Jacovitti.

Cocco Bill affronta bande di malviventi, gli indiani Ciriuàcchi e i Piedi Neri, sempre in compagnia del suo fedele Trottalemme e dell’immancabile tazza di camomilla.

Fedeli ad una scelta di legare il fumetto alla montagna, anche i disegni in mostra presso L’Archivio Del Fumetto D’alta Quota Paolo Cossi ad Andreis, avranno come caratterizzazione cime, picchi, torrenti e gli immancabili salami!!!

INAUGURAZIONE:
sabato 15 APRILE ore 17.30
presso l’Archivio del Fumetto d’Alta Quota “Paolo Cossi”
Via Acquedotto 1, Andreis (PN) alla presenza dell’autore Luca Salvagno.

La mostra rimarrà aperta negli orari di apertura del centro dal 15 aprile al 14 maggio

Buona Visione

Andreis 29 marzo 2017

Vincenzo Bottecchia

Vicepresidente Associazione Màcheri

Info: associazionemacheri@gmail.com, 340 390 3321

Màcheri

Màcheri è una associazione che ha sede presso il Centro Visite del Parco delle Dolomiti Friulane in Andreis.

La finalità del sodalizio è quella di promuovere e divulgare l’arte del fumetto,attraverso il suo centro di documentazione, nonché di organizzare corsi e incontri con gli autori, mostre ed eventi legati al settore.

Con l’apertura del Centro di documentazione del fumetto d’alta quota Paolo Cossi ad Andreis, Màcheri si candida a continuare una cifra stilistica di valorizzazione e sviluppo del territorio,attraverso le innumerevoli opportunità offerte dal mondo del fumetto.

Con un occhio al mondo del professionismo e l’attenzione a permettere a curiosi ed appassionati di conoscere le sfaccettature di questa arte, offerte per tutti i gusti, per tutte le età incorniciate degli splendidi panorami di Andreis e del Parco delle Dolomiti Friulane.



from WordPress http://ift.tt/2mVbCZz
Vai su www.afnews.info per altre news!

Vercelli tra le nuvole, gratis e per una intera settimana!

Cartoons on the Bay: iDOL 2.0 Anime Tribute Live Concert con Emanuela Pacotto e Giorgio Vanni

afn:
Cartoons on the Bay: iDOL 2.0 Anime Tribute Live Concert con Emanuela Pacotto e Giorgio Vanni

Quando? Sabato 8 aprile 2017, in piazza Carlo Alberto a Torino, alle 17:30, per Cartoons on the Bay. Special Guest Giorgio Vanni. Starring Emanuela Pacotto.



from WordPress http://ift.tt/2nlJyK3
Vai su www.afnews.info per altre news!

giovedì 30 marzo 2017

Museo Hergé: 6 milioni di deficit, ma non c’è problema.

Jacobs e l’Alph-Art? Scoop! Si scopre che… la Trappola Diabolica, Picasso, Kliun e…

Cartoons on the Bay 2017 a Torino: Wow! Che programma!

afn:
Cartoons on the Bay 2017 a Torino: Wow! Che programma!

Ecco tutti i film che potrai vedere (gratis) a Torino per Cartoons on the bay 2017. Dai Power Rangers a Shin Godzilla a Oltre le nuvole ecc. Organizzati le giornate: ci vediamo!

Fonte:

afNews, le immagini raccontano: Violante di Nidasio, Sicomoro, Marcenaro, Nicolas De Crècy a Napoli, Juillard, Tintin, Diritti dei fumettisti, Catamount, Black Lightning, Imbattable,

afn:
afNews, le immagini raccontano: Violante di Nidasio, Sicomoro, Marcenaro, Nicolas De Crècy a Napoli, Juillard, Tintin, Diritti dei fumettisti, Catamount, Black Lightning, Imbattable,

Sii curioso: segui fino in fondo i link delle varie immagini selezionate da afNews, per scoprire le relative notizie, chicche, approfondimenti ecc. Divertiti e condividi! Diffondi il bello e il buono del fumetto.

Grazia Nidasio e la sua Violante

Catamount

Black Lightning

Imbattable

Sicomoro

Marcenaro

Nicolas De Crècy a Napoli

Tintinville

Tintin stazione di Moulinsart

Juillard

Diritti dei fumettisti: il contratto



from WordPress http://ift.tt/2ny8Zd6
Vai su www.afnews.info per altre news!

Sotto18 presenta REVENGEANCE il nuovo film di Bill Plympton.

Anche i Puffi in edicola

afn:
Anche i Puffi in edicola

Si parte il 6 aprile 2017 con la Gazzetta dello Sport. Saranno 40 uscite partendo con gli episodi classici (I Puffi neri, il Flauto a sei puffi ecc.). Insomma, non mancano certo le occasioni per farsi delle collezioni passando dall’edicolante di fiducia, ormai. Come d’uso il primo numero costa pochissimo.

Fonte:

Video Disney Pixar: Dante’s lunch

afn:
Video Disney Pixar: Dante’s lunch

Disney•Pixar’s Coco presents “Dante’s Lunch – A Short Tail”

Despite his family’s baffling generations-old ban on music, Miguel (voice of newcomer Anthony Gonzalez) dreams of becoming an accomplished musician like his idol, Ernesto de la Cruz (voice of Benjamin Bratt). Desperate to prove his talent, Miguel finds himself in the stunning and colorful Land of the Dead following a mysterious chain of events. Along the way, he meets charming trickster Hector (voice of Gael García Bernal), and together, they set off on an extraordinary journey to unlock the real story behind Miguel’s family history. Directed by Lee Unkrich (“Toy Story 3”), co-directed by Adrian Molina (story artist “Monsters University”) and produced by Darla K. Anderson (“Toy Story 3”), Disney•Pixar’s “Coco” opens in U.S. theaters on Nov. 22, 2017.



from WordPress http://ift.tt/2nxWWfP
Vai su www.afnews.info per altre news!

Sentieri di carta nel West: presentazione e mostra

afn:
Sentieri di carta nel West: presentazione e mostra

c.s.: Martedì 4 aprile alle ore 17,00 la Galleria Little Nemo spalanca le sue porte ai polverosi e avventurosi Sentieri del West.

L’occasione è data dalla presentazione, nell’ambito della diciottesima edizione del Sottodiciotto Film Festival, di Sentieri di carta nel West.
Quaranta interviste ad autori italiani di fumetti western, ponderoso libro di interviste edito da Allagalla e curato da Roberto Guarino e Matteo Pollone.

Il volume, dedicato agli artisti italiani del fumetto che hanno dato luce al mito del Selvaggio Ovest Americano, verrà presentato da Guido Tiberga (La Stampa). Con gli autori interverranno lo sceneggiatore Claudio Nizzi (Larry Yuma, Tex) e i disegnatori Stefano Biglia (Magico Vento, Tex) e Sergio Tisselli (illustratore e fumettista).

Per l’occasione il patron della Galleria Sergio Pignatone adornerà le pareti del Saloon con opere di Stefano Biglia, Renzo Calegari, Fabio Civitelli, Rinaldo Dami, Gallieno Ferri, Pasquale Frisenda, Fernando Fusco, Aurelio Galleppini, Essegesse, Benito Jacovitti, Alberto Giolitti, Guglielmo Letteri, Pietro e Francesco Gamba, Paolo Eleuteri Serpieri, Sergio Tarquinio, Giovanni Ticci, Claudio Villa.
La mostra si protrarrà sino a sabato 8 aprile.
Ingresso libero.

Little Nemo Art Gallery

Via Federico Ozanam 7 – Torino
Martedi al venerdì 15.30 – 19.15 | sabato 10 -13 e 15.30 – 19.15
Tel. 011 763 03 97


from WordPress http://ift.tt/2ny9lk1
Vai su www.afnews.info per altre news!

mercoledì 29 marzo 2017

Little Nemo a Cherbourg: a cura di Schuiten & Peeters

afn:
Little Nemo a Cherbourg: a cura di Schuiten & Peeters

La 8e Biennale du 9e art, portée par la Ville de Cherbourg-en-Cotentin, sera consacrée à Winsor McCay […] François Schuiten et Benoît Peeters, amateurs d’utopies portuaires et au coeur de la Biennale 2004, seront de nouveau du voyage, cette fois côté commissariat et scénographie).

Fonte: 



from WordPress http://ift.tt/2mQkZK0
Vai su www.afnews.info per altre news!

Video: Spider-Man, il nuovo trailer italiano, i poster e foto

afn:
Video: Spider-Man, il nuovo trailer italiano, i poster e foto
c.s.: Tom Holland, Robert Downey Jr. e Michael Keaton protagonisti del nuovo trailer italiano di Spider – Man : Homecoming, al cinema dal 6 luglio distribuito da Warner Bros. Entertainment Italia. Disponibili da oggi anche tre nuove immagini di scena. Diretto da Jon Watts, fanno parte del cast di Spider-Man : Homecoming anche Zendaya, Jon Favreau, Donald Glover, Tyne Daly e Marisa Tomei.
 
Sinossi: Il giovane Peter Parker / Spider-Man (Tom Holland), reduce da un clamoroso debutto in Captain America: Civil War, inizia a sperimentare la sua ritrovata identità da super-eroe in Spider-Man: Homecoming. Entusiasta della sua esperienza con gli Avengers, Peter torna a casa, dove vive con la zia May (Marisa Tomei), sotto l’occhio vigile del suo nuovo mentore Tony Stark (Robert Downey, Jr.). Peter cerca di tornare alla sua routine quotidiana – distratto dal pensiero di dover dimostrare di valere di più dell’amichevole Spider-Man di quartiere – ma quando appare l’Avvoltoio (Michael Keaton), tutto ciò a cui Peter tiene maggiormente viene minacciato.
SPIDER-MAN: HOMECOMING
Tom Holland, Robert Downey Jr. e Micheal Keaton nel nuovo trailer italiano di Spider-Man : Homecoming
Diretto da Jon Watts, al cinema dal 6 luglio
 
Facebook: Twitter: Hashtag: #SpiderManHomecoming



from WordPress http://ift.tt/2ohkSEn
Vai su www.afnews.info per altre news!

Video: Valerian si avvicina…

afn:
Video: Valerian si avvicina…

Dal famoso fumetto di fantascienza che ha offerto spunti a tutti (sì, compreso Star Wars, certo, e altro ancora: se vedi qualcosa che ti ricorda qualcosa… è il contrario, arriva dal fumetto Valérian and Laureline, agenti spazio-temporali), Luc Besson, come sai, ha ricavato un film, con Cara Delevingne, Dane DeHaan, Rihanna.



from WordPress http://ift.tt/2ogKcu2
Vai su www.afnews.info per altre news!

Thanks a lot, Donald!

afn:
Thanks a lot, Donald!


from WordPress http://ift.tt/2nvnj6p
Vai su www.afnews.info per altre news!

Brexit: “Bye Bye Britain!”

Cartoons on the Bay 2017: a Torino i Cosplayer possono vincere il Japan Expo di Parigi!

Le immagini di afNews raccontano: BiblioNoir, dati di vendita, Autori di Immagini Annual Award, Melagrana Attaccapanni Press, Andrea Pazienza, Moomin, Mostre Hamelin, Bones, Leap, Ghost in the Shell, Gaston Lagaffe, Omaggio a Taniguchi, Fun Books

afn:
Le immagini di afNews raccontano: BiblioNoir, dati di vendita, Autori di Immagini Annual Award, Melagrana Attaccapanni Press, Andrea Pazienza, Moomin, Mostre Hamelin, Bones, Leap, Ghost in the Shell, Gaston Lagaffe, Omaggio a Taniguchi, Fun Books

Le immagini che afNews seleziona per te dalla Grande Rete hanno dei link da seguire per trovare notizie, approfondimenti e chicche collegate. Sii curioso, divertiti e condividi!

BiblioNoir con Luca Raffaelli, Vittorio Giardino Otto Gabos

Gilles Ratier diffonde i dati di vendita

Fun Books

Melagrana di Attaccapanni Press

Le mostre di Hamelin per Bologna

Bones

Cartone: Leap

Ghost in the Shelf

Andrea Pazienza

Moomin

Gaston Lagaffe

Omaggio a Taniguchi a Parigi

Autori di Immagini Annual Award



from WordPress http://ift.tt/2oaLQkm
Vai su www.afnews.info per altre news!

Bricòla festival, Out Now e altro al WOW

afn:
Bricòla festival, Out Now e altro al WOW
 

Sabato 1° aprile torna Bricòla, il festival delle autoproduzioni di WOW Spazio Fumetto!

Il Museo riapre le porte al mondo del comics indipendente e autoprodotto, organizzando un festival dedicato a chi, non contento di leggere soltanto i fumetti, se li disegna e pubblica da solo.

Dalle 14:00 alle 20:00 incontri, stand, laboratori, chiacchiere e una mostra di disegni dedicati agli anni Ottanta!

Evento a ingresso libero. Scopri tutti i partecipanti e i dettagli degli incontri sul nostro sito.

IN CORSO

Continua fino al 15 aprile a ingresso libero Out Now – Di-segni Nicola Mari, la mostra dedicata all’autore che in quasi trent’anni di attività ha dato un contributo decisivo nel caratterizzare personaggi della Sergio Bonelli Editore quali Nathan Never e Dylan Dog.

Realizzata da Abc.bo ed esposta originariamente in occasione di Bilbolbul – Festival Internazionale di Fumetto, l’esposizione presenta bozzetti, sketch, tavole, illustrazioni e prove di copertina dell’artista. Al bookshop trovate una selezione di opere dell’autore.

WEEKEND

Domenica 2 aprile dalle 15:30 sperimenteremo il fascino delle autoproduzioni insieme al fumettista Vincenzo Filosa!

Partendo dall’esperienza del viaggio, sia reale che immaginario, Vincenzo Filosa ci guiderà tra le vignette e i balloons alla creazione di una fanzine interamente autoprodotta.

Laboratorio dai 13 anni in su, inserito nel programma del festival Bricòla.

Per partecipare, prenotazione obbligatoria a edu@museowow.it

 

IN CORSO

Continua fino al 7 maggio Alla Scoperta dei Promessi Sposi, una mostra unica che analizza come il romanzo di Alessandro Manzoni sia stato reinterpretato, ridotto e parodiato dall’illustrazione e dal fumetto. Dalla prima versione illustrata nel 1840 da Francesco Gonin alle parodie con i personaggi Disney e i Flintstones fino alla versione di Marcello Toninelli.

La mostra è realizzata in collaborazione con il Centro Nazionale Studi Manzoniani, il Sistema Museale Urbano Lecchese, la Civica Raccolta di Stampe Bertarelli, la Biblioteca Sormani e Pixartprinting.

BOOKSHOP

Al bookshop di WOW Spazio Fumetto trovate una selezione di fumetti della casa editrice Canicola: uno sguardo sui più interessanti autori di fumetto attivi al momento, italiani e non solo.

Per informazioni: bookshop@museowow.it


Per saperne di più su LABORATORI e CORSI di Fumetto, di Illustrazione e di Animazione
potete rivolgervi a WOW Spazio Fumetto, Settore Didattico, resp.: Maria Sara Mignolli,
cell. 328 8513719, e-mail: edu@museowow.it



from WordPress http://ift.tt/2oayzrQ
Vai su www.afnews.info per altre news!

Mostra: L’offensiva di carta

afn:
Mostra: L’offensiva di carta

c.s.: Accanto alla guerra drammaticamente impastata a fango e sangue, dal 1914 al ’18 ne venne combattuta una parallela, non meno decisiva, fatta di parole e soprattutto di immagini.
Al Castello di Udine, per la prima volta, questa mostra ne da conto in modo organico, attingendo ad un patrimonio unico al mondo: la Collezione Luxardo, dal nome del medico di San Daniele del Friuli che negli anni dell’immediato dopo guerra raccolse oltre 5600 fascicoli di riviste e monografie d’epoca, grazie a una fitta rete di scambi con altri collezionisti d’Europa.


Mostra promossa dal Comune di Udine – Civici Musei, con il sostegno della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Struttura di missione per gli Anniversari di interesse nazionale, della Regione Friuli Venezia Giulia e con il contributo della Fondazione Friuli.
A cura di Giovanna Durì, Luca Giuliani, Anna Villari, con la collaborazione di Sara Codutti e Fernando Orlandi


La Collezione, patrimonio dei Civici Musei Udinesi, rappresenta molto di quanto si produsse negli anni del conflitto su tutti i fronti e in tutte le lingue. Vi compaiono le pubblicazioni ufficiali, strumenti di propaganda dei vari Governi e Comandi; ma anche e soprattutto ciò che nelle trincee, con l’uso del ciclostile (all’epoca si chiamava velocigrafo), producevano ‘ in presa diretta’ coloro che quel conflitto lo vivevano e subivano in prima linea.
Su fronte italiano (analogamente a quanto accadeva per tutte le parti coinvolte nel conflitto) dietro a questi strumenti all’apparenza spontanei, si muoveva il potente ‘Servizio Propaganda’ (detto ‘Servizio P’), voluto dallo Stato Maggiore dopo la sconfitta di Caporetto. A partire dal gennaio 1918 infatti, si decise che ciascuna Armata, e a scendere ciascun Corpo sino al singolo Battaglione, venisse affiancato da un ‘Ufficio P’, con il compito di occuparsi del morale delle truppe, di assicurare loro assistenza, ristoro e svago nel tempo libero, e infondendo negli animi fiducia e, se possibile, buon umore.
Le riviste di trincea sono il frutto più evidente di questo titanico sforzo propagandistico. Alla fine della guerra, solo in Italia, se ne conteranno quasi un centinaio, e nei soli ultimi mesi del conflitto il numero dei materiali cartacei scambiati al fronte, sganciati sulle linee nemiche o diffusi all’interno del Paese raggiunse l’iperbolica cifra di 62 milioni di pezzi fra riviste, cartoline, manifesti, bollettini.
Una vera e propria offensiva di carta realizzata a suon di proclami, di messaggi ripetuti con ritmo martellante, di incitamenti, di richieste imperiose o suadenti di arguzie… di tutto quanto possa ristabilire la fiducia nelle proprie forze e la fede nella vittoria. Ad essere veicolati sono concetti semplici, immediati, in ossequio alle direttive dello Stato Maggiore, che prescrivono ‘espressioni piane e accessibili, che senza parere convincano dei temi trattati’. Per il Servizio P infatti le truppe e il popolo sono quasi fanciulli dall’animo semplice e bonario, che va conquistato con il ricorso alla fantasia, all’immaginario, al gioco e talvolta a qualche ammiccamento goliardico. Anche rebus, sciarade, concorsi a premi sono infatti piegati allo scopo. Con questi nuovi strumenti, ad essere attuata è una nuova chiamata alle armi, che coinvolge dietro alle linee del Piave tutte le componenti sociali e culturali del Paese, giovani intellettuali socialisti e cattolici, chiamati a militare nelle file del Servizio P e destinati, solo qualche anno dopo, a percorrere destini molto diversi. Sulle pagine delle riviste di trincea si cimentano così scrittori, giornalisti, editorialisti e ‘matite’ più o meno famose (molti gli illustratori arruolati come ufficiali o sottoufficiali) come Umberto Bunelleschi, Antonio Rubino, Aldo Mazza, Filiberto Scarpelli, Eugenio Colmo (noto come Golia), Bruno Angoletta, Mario Sironi, Ardengo Soffici, Carlo Carrà, il giovane “caporale” Giorgio de Chirico, Enrico Sacchetti, Mario Buzzi, che negli anni successivi diverranno protagonisti nel mondo dell’illustrazione di libri o riviste, del manifesto o dell’arte e della pittura.
Nel racconto e nella creazione dell’immaginario irrompe anche un mezzo nuovo: il cinema, documentato in mostra da esempi dell’animazione americana. Soli pochi anni dopo i celebri esperimenti pionieristici di Windsor McCay, le truppe americane, che hanno fatto della potenza e dell’innovazione tecnologica il proprio biglietto da visita sui campi di battaglia europei, si cimentano infatti in vignette satiriche animate. È l’inizio dell’epoca dei cartoons, che tanta parte avranno poi nella Seconda Guerra mondiale, e che ora ha per protagonisti ridicoli e imbranati soldati degli Imperi centrali.
Originale e coinvolgente la scelta di affiancare a questa analisi storica una sezione dedicata alla memoria della Grande Guerra attraverso l’occhio e la sensibilità di illustratori contemporanei. Quasi un percorso parallelo che coinvolge il visitatore già a partire dal Salone del Parlamento, all’inizio della mostra. Qui tra gli affreschi che ricordano la Battaglia di Lepanto, scorrono le immagini di ‘1916: the First Day of the Battle of the Somme’ di Joe Sacco, proiettate in grande formato sulle antiche pareti, in un gioco di richiami e rimandi tra le guerre del passato e la modernità, allora sconvolgente, della prima guerra mondiale. Il ricorso a proiezioni video, touch screen e repertori di materiali di consultazione digitalizzati, accompagna in realtà tutto il percorso di visita, che si snoda attraverso alcune sezioni tematiche: una prima, ‘Noi e Loro’, mette a confronto proprio attraverso due schermi e proiezioni, accompagnate da effetti sonori, la costruzione dell’immaginario del nemico, di volta in volta grottesco, ridicolo, mostruoso. Una sala è e sarà come entrare nella ‘centralina di comando’ del Servizio P – è dedicata alle direttive ufficiali dello Stato Maggiore, recuperate attingendo direttamente alle fonti originali dell’Esercito. Uno spazio specifico è dedicato ai giornali austriaci che falsificavano, per motivi di contro propaganda, giornali italiani, messi a confronto con gli originali. Due sale sono riservate l’una alla presentazione di un gran numero di riviste di corpo, e l’altra a una importante selezione di opere degli illustratori di maggiore qualità e interesse grafico e artistico. Seguono uno spazio monocromatico che ospita riviste provenienti da altri paesi e schieramenti, in diverse lingue e – in un suggestivo allestimento che riprende il colore lilla dei fogli originali – una sala dedicata ai ciclostili e a rari fogli spontanei, usciti spesso in singole copie, talvolta frutto della attività dei soldati internati in campi di prigionia. In questa sezione si avrà modo di notare quanto comune possa diventare il linguaggio quando si verificano medesime condizioni di vita: infatti nonostante questi fogli siano opera di soldati francesi, tedeschi o italiani, sembrano disegnati dalla stessa mano. L’esposizione si chiude con le tavole originali dei contemporanei, narratori per immagini che hanno illustrato e continuano a illustrare frammenti della Grande Guerra. Gipi, Manuele Fior, Jacques Tardi – scrittore e fumettista, di scuola francese come lo stesso Joe Sacco o un illustratore conosciuto in tutto il mondo e ormai considerato un maestro storico, Hugo Pratt, di cui si espongono, oltre alle chine, una significativa e inedita selezione dei preziosi rodovetri originali dipinti a mano e realizzati nel 1977 per la trasmissione Supergulp, di Rai Due.
La mostra è accompagnata da un catalogo edito da Silvana Editoriale.

Info: http://ift.tt/29SsXJR



from WordPress http://ift.tt/2oaR5jF
Vai su www.afnews.info per altre news!

Il Tempio del Sole lo trovi in edicola

Cartoons on the Bay: Gianpaolo Tagliavia (Presidente RAI.COM) spiega…

afn:
Cartoons on the Bay: Gianpaolo Tagliavia (Presidente RAI.COM) spiega…

Il tema grafico dell’edizione 2017!

Fonte:

Nota di Gianfranco Goria (supporto Ufficio Stampa RAI Com per Cartoons on the Bay 2017 Torino):
Treccani recita: bàia 3 s. f. [prob. dal fr. baie, da una voce frisone; cfr. spagn. bahía, port. baía]. – 1. a. Insenatura della costa marina, non molto estesa e prolungantesi alquanto nell’interno. Nell’uso com., è sinon. d’insenatura in genere: la b. di Pozzuoli. b. Per traduz. dell’equivalente ingl. bay, il nome è usato a volte, meno propriam., per indicare bracci di mare di notevole estensione e alquanto aperti: la b. di Baffin, la b. di Hudson. 2. In diritto internazionale,  b. storiche, zone di mare cui viene riconosciuta natura di acque territoriali, qualunque sia la loro ampiezza (per es., il golfo di Finlandia, il canale di Bristol fino a Bull Point, le foci del Tago e del Sado in Portogallo, i golfi di Tunisi e di Gabes).

Ma la Baia alla quale attraccano le nostre navi dell’immaginazione narrativa non possono limitarsi al mare in senso stretto. Cartoons on the Bay ormai è diventata una Baia Spaziale, dove attraccano astronavi dell’immaginazione e della creatività, che partono da ogni dove e vanno ovunque. Ecco, è forse la Yamato (宇宙戦艦ヤマト) quella che vedo arrivare in lontananza? E quelle non arrivano forse da Clone Wars? Guarda! Un carico di cartoni su quell’altra…
Forse è addirittura, a questo punto, una baia spazio-temporale, da quella astronave scende un tale che mi ricorda il dottor Who… E quella Freccia Azzurra svolazzante? Ancoratela qui.

Insomma, si può allargare l’orizzonte a piacere, ché questa nuova Baia forse poggia su una rottura del continuum spazio-tempo e vi si insinua dentro, consentendoci di andare ben oltre, là dove nessun cartone animato è mai arrivato prima.

Fonte:



from WordPress http://ift.tt/2oaQgHX
Vai su www.afnews.info per altre news!

Story artist Seï Riondet passed away

afn:
Story artist Seï Riondet passed away

Seï Riondet, giovane e talentuosa story artist e character animator con esperienze professionali importanti presso realtà prestigiose come Studio Canal e Illumination Entertainment, purtroppo è venuta a mancare improvvisamente.

Lo comunica tramite fb il regista Mark Osborne, che per il suo “The Little Prince” a lei si era affidato per lo storyboard delle sequenze adattate direttamente dal libro di Saint-Exupèry, aggiungendo: “Non avremmo potuto realizzare il film senza di lei.”

[To honor her, please consider making a contribution to the family that she leaves behind: Gabriel Jolly Monge, who is also an extraordinary visual development artist who contributed greatly to the creation of Le Petit Prince, and their 2 year-old- son Abel. This is just one small way that you can help them in their time of need and grief, and to pay tribute to the life and work of this beautiful soul:

from WordPress http://ift.tt/2oaM7n7
Vai su www.afnews.info per altre news!

Vetrina BD 27 marzo 2017

afn:
Vetrina BD 27 marzo 2017

Uscite della settimana (I titoli in verde sono inediti in Italia) Costo totale delle novità della settimana: 38,15…

Leggi e vedi il resto su: Zona BéDé



from WordPress http://ift.tt/2nvoen5
Vai su www.afnews.info per altre news!

Le immagini raccontano: Apple compra Disney?, Marco Galli, Sergio Tisselli Tex, La Città Incantata 2017, Bricòla 2017, Dylan Dog Tour, Il Giorno di Cocco Bill!, il Topolino di Loisel, Jacques Martin in mostra, Gipi piace a RTL, Video: Valerian e Nathan Never

afn:
Le immagini raccontano: Apple compra Disney?, Marco Galli, Sergio Tisselli Tex, La Città Incantata 2017, Bricòla 2017, Dylan Dog Tour, Il Giorno di Cocco Bill!, il Topolino di Loisel, Jacques Martin in mostra, Gipi piace a RTL, Video: Valerian e Nathan Never

Sii curioso. Segui i link collegati alle immagini selezionate da afNews: portano a notizie, approfondimenti, chicche ecc.

Apple vuol comprarsi Disney?

Marco Galli: tornare a creare dopo la malattia

Sergio Tisselli Tex

La città incantata 2017 dal 7 al 9 luglio

Festival Bricòla 2017

Dylan Dog Tour

Il Giorno festeggia Cocco Bill di Benito Jacovitti

Mickey Mouse alla francese. Loisel:  “potevo farlo molto più…”

Jacques Martin in mostra al Castello

Gipi piace a RTL

Spirou dipoinge

Valerian, comic book teaser trailer

Resinanti disegna Nathan Never



from WordPress http://ift.tt/2oaOOFl
Vai su www.afnews.info per altre news!

“Boom!”: a Bologna, un’esplosione di libri!

afn:
“Boom!”: a Bologna, un’esplosione di libri!

Anche quest’anno, come sempre a primavera, Bologna Children’s Book Fair trasforma la città in centro di gravità per tutti coloro che lavorano o sono interessati a bambini e ragazzi, a letteratura e
illustrazione, e a tutte quelle forme di narrazione che coniugano immagini e parole, siano esse picture books , fumetti o app digitali. In aprile infatti, scrittori, illustratori, designer ed editori di tutto
il mondo, ma anche traduttori, sviluppatori, stampatori, librai, bibliotecari, insegnanti e tutte le numerose figure professionali legate al mestiere del libro per l’infanzia e l’adolescenza si danno
appuntamento a Bologna che per l’occasione presenta BOOM! Crescere nei Libri , il nuovo programma di mostre e iniziative in città promosso da Comune di Bologna e BolognaFiere.

Non è un caso che la città abbia storicamente una specifica vocazione nei confronti della cultura, della letteratura e dell’illustrazione per l’infanzia, resa concreta dal legame con la Fiera del Libro per Ragazzi e da un’offerta produttiva che vive tutto l’anno, grazie alle buone pratiche delle Istituzioni culturali del Comune e di una rete di soggetti privati che proprio qui, sul territorio, si occupano di letteratura, illustrazione, editoria per bambini e ragazzi e più in generale di educazione alla lettura, alla visione, all’immaginazione, e che fanno della nostra città uno dei centri più importanti in quest’ambito.

Questo gioco di specchi tra Fiera e Città è sancito formalmente attraverso il rinnovo del protocollo d’intesa tra il Comune di Bologna con le sue Istituzioni Culturali e BolognaFiere , con il quale si dichiara l’impegno congiunto a collaborare e a fare sistema con le diverse realtà pubbliche e private, consolidate ed emergenti, per valorizzare e promuovere questo prezioso insieme, dando vita a un
cartellone unitario che presenta le attività proposte dalle istituzioni pubbliche e dalle numerose realtà culturali cittadine che vi partecipano con passione e professionalità.

BOOM! Crescere nei Libri è il titolo del nuovo programma di appuntamenti proposti prima, durante e dopo le giornate della Fiera. Grazie a una veste rinnovata e a una narrazione per percorsi, il
programma intende farsi racconto delle grandi trasformazioni che in questi anni sta vivendo la produzione culturale e artistica rivolta a bambini e ragazzi, presentando oltre 25 mostre, decine di
incontri e laboratori aperti a tutti, le attività per le scuole e le iniziative per i più piccoli ospitate nei luoghi d’arte de LaViaZamboni.
Sette sono i percorsi in cui si articola BOOM! Crescere nei Libri: Oggetto libro, Maestri, Arte, Altri Sguardi, Contaminazioni, Crescere Artisti, Muoversi.

L’albo illustrato è uno dei linguaggi della contemporaneità. Terreno di esplorazioni e confronti, l’ OGGETTO LIBRO e le sue infinite possibilità di formati diventano un punto da cui partire per giocare
fra immagini e parole e inventare nuove vie per raccontare storie in un terreno, fra letteratura per ragazzi e sperimentazione artistica, che sempre di più interroga il senso della parola leggere. Ecco allora La regola e il gioco una mostra interattiva, con ambienti tattili e sonori a misura di bambino per esplorare l’albo illustrato e i tanti modi per interagire con esso, allestita in Biblioteca Salaborsa e
presso l’Urban Center Bologna, a cura di Hamelin e SLPJ Salon du Livre et de la presse jeunesse en Seine Saint-Denis e resa possibile dal Progetto Europeo Transbook . Promossa da Corraini edizioni …e ha fatto anche un libro per bambini mette in mostra i
sorprendenti albi illustrati di autori insospettabili, tra cui John Cage , Paul Cox e Milton Glaser negli spazi del Dipartimento educativo del MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna.

E ancora, The Extraordinary Library allestita presso L’Inde Les Palais Men’s Store, una selezione di gioielli editoriali che Bologna Children’s Books Fair, con la cura scientifica di Silvana Sola e Marcella Terrusi, ha selezionato per Pitti Bimbo 2017: albi illustrati dedicati alla moda, ai suoi grandi personaggi, al gioco del vestire che testimoniano la straordinaria ricchezza dell’editoria internazionale per bambini e ragazzi.

Infine, La mia fortuna. Mostra di Mauro Bellei a LABS Gallery
presenta quattro libri, quattro video e sedici opere intorno a un quadrifoglio. Il miglior modo per conoscere l’illustrazione è avere la possibilità di confrontarsi con i MAESTRI. Grandi autori del passato e maestri del presente si mostrano in città svelando un bagaglio di segni, stili, universi visivi di riferimento e poetiche che hanno trasformato il modo di guardare all’illustrazione e raccontare storie attraverso le figure. Il dialogo tra i due scrittori Calvino e Rodari
ed Emanuele Luzzati viene proposto in un percorso espositivo allestito in Sala d’Ercole a Palazzo d’Accursio a cura del Museo Luzzati di Genova: tre grandi autori del ’900 per il mondo magico della narrazione e dell’invenzione per l’infanzia, ma non solo. Le Ex Bacheche di via Indipendenza accolgono le immagini di Ghirlanda , l’atteso ritorno alla graphic novel di Lorenzo Mattotti con testo
di Kramsky in una mostra a cielo aperto a cura di CHEAP – Street Poster Art in collaborazione con Logos Edizioni.

Beatrice Alemagna – bolognese doc trasferitasi da alcuni anni a Parigi – è una delle più importanti illustratrici del panorama attuale per ragazzi: ZOO in Strada Maggiore presenta The zoo inside
Beatrice Alemagna. Come sono nati I cinque malfatti, Cicciapelliccia e Un grande giorno di niente, una mostra dedicata a genesi, ispirazioni, immaginari da cui nasce il popoloso mondo creato
dall’artista che anima i suoi libri. L’Operazione Bachelet a Bologna sarà un tuffo senza salvagente nel mondo del grande illustratore francese Gilles Bachelet con una doppia esposizione: Missioni
Compiute alla galleria ABC – Arte Bologna Cultura, che presenta le tavole originali degli ultimi libri dell’autore, per immergersi nelle storie seguendo la vena ironica che attraversa tutta la sua
produzione. Al dietro le quinte del lavoro di Bachelet è dedicata, presso la sede di Hamelin Associazione Culturale, Distrattegie, occasione unica per osservare folli catalogazioni, accumuli di
oggetti, ironici autoritratti, e la moltitudine di riferimenti letterari e artistici che popolano l’universo di storie di Bachelet.

Il confronto fra illustrazione e arti visive è costante e intenso e crea un bacino di visioni, figure, immagini che si stratificano e costruiscono la base del lavoro dell’illustratore. Ma sempre di più
l’ ARTE diventa non solo l’ispirazione, ma anche l’oggetto di albi illustrati, che usano il disegno come un ulteriore strumento di indagine e di questionamento dell’arte stessa, per imparare a guardare. Questa non è una mostra, signor Magritte! è un viaggio nell’universo surreale di René Magritte tra oggetti, colori e spostamenti di senso. La mostra, a cura di Giannino Stoppani Cooperativa Culturale, allestita presso la Fondazione Gualandi, è la prima tappa di Children’s Books on Art, un progetto nato dalla sezione speciale Arte del BRAW 2017, il Premio internazionale della Bologna Children’s Book Fair. Il progetto, curato dalla Cooperativa Culturale Giannino Stoppani, è frutto della collaborazione tra BolognaFiere e Salone internazionale del Libro di Torino. A Isabelle Arsenault , vincitrice del BRAW 2017 Arte è dedicata la mostra Le meraviglie al Museo internazionale e biblioteca della musica, prima occasione in Italia per esplorare l’universo raffinato, sospeso e
meraviglioso dell’autrice canadese. Joanna Neborsky. Questionario Proust a corrainiMAMbo artbookshop a cura di Corraini Edizioni, è una mostra interattiva: presenta le bizzarre illustrazioni a
collage dell’illustratrice americana che reinterpretano il più classico tra i test di personalità, il celebre Questionario Proust.

ALTRI SGUARDI è il focus dedicato alla prepotente rinascita del disegno e del fumetto, strumenti e linguaggi quasi primordiali che stanno vivendo una nuova epoca d’oro, grazie soprattutto a interpreti giovani con uno sguardo inconsueto e curioso sul presente. Sempre più Bologna si impone a livello internazionale come città del disegno, come dimostra anche l’invasione di mostre e opportunità, con focus l’infanzia e l’incrocio con le altre arti. Tra queste, Hansel e Gretel alla Biblioteca del MAMbo -Museo d’Arte Moderna di Bologna, mostra le tavole realizzate da Sophia Martineck per la sua interpretazione a fumetti del grande classico dei fratelli Grimm, a cura di Canicola associazione culturale. L’intera raccolta dei disegni originali di Guido Volpi realizzati per stellazioni tour del gruppo Le luci della centrale elettrica sono in mostra a Squadro stamperia galleria d’arte. La mela mascherata alla galleria Adiacenze, a cura di Canicola associazione culturale presenta disegni originali, tavole a fumetti e maschere di cartapesta di Martoz attorno all’universo narrativo de La mela mascherata. E poi ancora, Never Grow Up, curata dall’illustratore Davide Bart. Salvemini presso Dynamo la Velostazione di Bologna, The Wild Garden ed Exploring the igloo a cura di Inuit editions e Studio Fludd rispettivamente presso Inuit bookshop e printshop, Open FaART l’open day nei nuovi spazi di eLaSTiCo faART, la selezione dei più interessanti talenti dell’ Illustrazione cilena contemporanea da
Modo infoshop a cura di Edicola Ediciones, Nel paese di Mister Coltello alla Libreria Trame, illustrazioni e presentazione del libro di Federica Iacobelli e Leonard , per il primo titolo della casa
editrice Les Mots Libres di Bologna.

Sempre di più le arti visive si staccano dalla carta, prendono corpo e si fanno materia, si fondono con le suggestioni musicali, e chiedono l’attenzione di altri sensi. Dall’animazione all’installazione, dalle
note alla ceramica al legno, gli universi narrativi e artistici di diverse voci italiane si moltiplicano in ibridi affascinanti, capaci di creare logiche poco esplorate e nuovi spazi immaginativi. All’insegna delle CONTAMINAZIONI le mostre Sogni al campo di Mara Cerri e Magda Guid i alla BluGallery, Draw Session #3: To have the blue devils alla Libreria Musicale Ut Orpheus, Souvenir – oggetti, stampe e patterns del paesaggio alla Casetta dell’Artista di Giulia Sollai, Se perdi il filo di Ambra Gurrieri a cura di eLaSTiCo, l’installazione audiovisiva Storie di immagini in movimento del sound-video designer Andrea Basti al CUBO Centro Unipol Bologna e Zoo Immaginario il workshop di cinema d’animazione 2D allo Spazio&.
Accademie, concorsi, ateliers aperti. Nei giorni della Fiera si addensa in città un calendario di eventi e occasioni per mostrare la propria fucina artistica, addentrarsi nella professione dell’illustratore,
scoprire le nuove leve dell’illustrazione internazionale, entrare negli spazi della produzione artistica che, numerosi, arricchiscono Bologna. Saranno questi giorni anche un momento preziosissimo per i giovani artisti o aspiranti tali: non solo come occasione per tentare un primo ingresso nel mondo professionale, ma anche come momento formativo per un confronto tra Accademie di Belle Arti di varie città d’Europa e Giappone, per workshop professionali, per
masterclass con grandi autori. Anche quest’anno l’ Accademia di Belle Arti diventa uno dei luoghi di riferimento del CRESCERE ARTISTI : oltre a workshop con autori internazionali (il francese A drien Parlange e i catalani Pep Montserrat, Noemí Villamuza e Roser Ros) riservati agli studenti del corso di Fumetto e Illustrazione, si propongono incontri rivolti a tutti con maestri della narrazione e del
disegno, Martoz, Hervé Tullet e Beatrice Alemagna.

Per la prima volta dopo le giornate professionali in fiera si sposta in città, al Museo Civico Archeologico, la Mostra degli Illustratori 2017 , a cura di Bologna Children’s Book Fair che presenta i lavori di 75 autori, editi ed inediti, provenienti da ben 26 Paesi di culture, stili, sensibilità diversissimi tra loro, dal Cile al Sudafrica, dalla Polonia agli Stati Uniti, dal Giappone a Israele, dall’Italia all’Iran.

Inside / Outside è la mostra a cura dei giovani studenti delle Accademie di Belle Arti Internazionali promossa da Alliance Francaise e Istituto di Cultura Germanica in collaborazione con Accademia di Belle Arti e le accademie internazionali che partecipano al progetto. Del discorso naturale. Antichi e nuovi saperi a cura Accademia di Belle Arti di Bologna in collaborazione con l’Orto Botanico ed Erbario dell’Università di Bologna presenta i lavori degli allievi dei bienni di Grafica d’arte-Arti visive e di Illustrazione per l’editoria del corso di Tecniche calcografiche sperimentali di Manuela Candini che si sono misurati col tema della divulgazione botanica. Infine, all’illustratrice spagnola Miren
Asiain Lora è dedicata una mostra ospitata nel Quadriloggiato superiore dell’Archiginnasio nata dalla collaborazione tra Bologna Children’s Book Fair e Fundacion SM – Madrid.

Il secolo nuovo è iniziato all’insegna del viaggiare, del MUOVERSI , un’azione che può prendere tante direzioni e spinta da vari motori: quello della necessità e della ricerca di una speranza di vita migliore, quello della continua mobilità di una generazione. E poi quello del dialogo artistico tra autori che pur vivendo in luoghi diversi trovano una modalità di confrontarsi continuamente e contaminare le loro opere. Children in our World alla Libreria per ragazzi Giannino Stoppani a cura di Accademia Drosselmeier, presenta le tavole dell’illustratrice libanese Hanane Kai per la nuova collana inglese Children in Our World (editore Wayland). PORTAT[t]ILE a cura di Antonella Gasparato all’Ex Atelier Corradi (Cavallo Spose) propone i lavori di tre illustratori internazionali – Francisca
Yanez, Javier Zabala, Marina Girardi – che si relazionano e dialogano con la portabilità dell’arte, nell’epoca del mondo liquido, tra viaggi, fughe, movimenti.

Tradizionale e sempre preziosa occasione per esplorare l’immaginario e il lavoro di una precisa cultura sarà lo spazio dato all’Ospite d’Onore della Fiera del Libro per Ragazzi: quest’anno è la volta della Catalogna e Isole Baleari che porterà a Bologna scrittori, illustratori, attori e artisti, presentando il lavoro di grandi professionisti, ma anche di chi sta studiando per diventare tale. Il
programma Sharing a future. Books in Catalan Bologna 2017 organizzato e coordinato dall’ Institut Ramon Llull in collaborazione con istituzioni e operatori del territorio, presenta diverse mostre, incontri e laboratori in Salaborsa Ragazzi, Archiginnasio e Accademia di Belle Arti, Omaggio alla Catalogna un programma di film d’animazione organizzato in collaborazione con Fondazione
Cineteca di Bologna nell’ambito di Schermi e Lavagne Cineclub per bambini e ragazzi, quattro spettacoli al Teatro Testoni Ragazzi co-organizzati con La Baracca – Testoni Ragazzi, un’installazione
di strada e uno spettacolo di racconti, musica e canzoni alla Libreria per ragazzi Giannino Stoppani.

Ai più piccoli è dedicata un’edizione speciale de LaViaZamboni , il progetto promosso da Comune di Bologna e Alma Mater Studiorum – Università di Bologna che vede la collaborazione di Accademia di
Belle Arti di Bologna, Canicola Associazione Culturale, Città Metropolitana di Bologna, Hamelin Associazione Culturale, Museo Ebraico di Bologna, Pinacoteca Nazionale di Bologna, Teatro
Comunale di Bologna, Scuola dell’Opera. Alle 10 si disegna, alle 5 si prende il the : il 7 aprile la geografia della via si ridisegna a misura di bambino, mettendo in dialogo illustratori e istituzioni culturali e aprendo spazi per un pubblico di giovani lettori. Alla mattina si svolgono incontri dedicati alle classi, al pomeriggio iniziative per tutti.

Ai giovani lettori è dedicato Facce da libri , il ricchissimo calendario di incontri con scrittori e illustratori organizzato da AIE in collaborazione con BolognaFiere e Istituzione Biblioteche di
Bologna . In 11 Biblioteche della città, oltre 1300 ragazzi saranno coinvolti negli incontri. Inoltre quest’anno, in collaborazione con Premio Strega Ragazze e Ragazzi e grazie al supporto della Fiera,
gli autori delle due cinquine finaliste del Premio entreranno nelle scuole del territorio.

BOOM! Crescere nei libri comprende anche numerosi altri appuntamenti nelle librerie e in tanti altri spazi: il programma è in distribuzione nei luoghi di BOOM! , nelle biblioteche e nei musei della città, online su http://ift.tt/1S4AzZC e su app: info per scaricarla gratuitamente >
http://ift.tt/2nviud8
————————–
BOOM!
Crescere nei libri
Bologna, 1 -9 aprile 2017
Promosso da Comune di Bologna e BolognaFiere in occasione di Bologna Children’s Book Fair
Con la collaborazione di AIE – Associazione Italiana Editori



from WordPress http://ift.tt/2oaRhQg
Vai su www.afnews.info per altre news!

“Leo” Cimpellin passed away

afn:
“Leo” Cimpellin passed away

Apprendiamo con tristezza dall’account fb di Luigi F. Bona che il Maestro Leone “Leo” Cimpellin si è spento ieri a Milano, all’età di 91 anni. E’ stato uno dei più grandi e prolifici artisti del fumetto italiano, fortunato chi ha potuto conoscerlo di persona. Grazie di cuore per la sua opera.

Qualche scatto, degli anni passati, di Gianfranco Goria a Leo Cimpellin:



from WordPress http://ift.tt/2oaLOIV
Vai su www.afnews.info per altre news!

Cartoons on the Bay 2017: il Giappone è il Paese ospite!

afn:
Cartoons on the Bay 2017: il Giappone è il Paese ospite!

Il Giappone è il Paese Ospite, anche in occasione dei festeggiamenti per il centenario della nascita dell’animazione nipponica.

Fonte:

Tintin (e molto altro) all’asta con Artcurial

afn:
Tintin (e molto altro) all’asta con Artcurial

Artcurial metterà all’asta, a Parigi l’8 aprile 2017, dei notevoli pezzi dell’opera di Hergé. In particolare va notata la tavola fuori testo per l’edizione in bianco e nero di Tintin in America (1937) che è stimata dai 600.000 ai 700.000 euro.

Una mia personale selezione:

Ovviamente c’è molto altro… Ecco qui:

Fonte:

Cartoons on the Bay: leggi l’articolo sul RadiocorriereTV

afn:
Cartoons on the Bay: leggi l’articolo sul RadiocorriereTV

Sul numero datato 27 marzo 2017 trovi la presentazione dell’edizione 2017 di Cartoons on the Bay, quella che si svolge a Torino dal 6 all’8 aprile. Puoi leggerla in linea, gratis.

Fonte:

Nota di Gianfranco Goria (supporto Ufficio Stampa RAI Com per Cartoons on the Bay 2017 Torino):
Treccani recita: bàia 3 s. f. [prob. dal fr. baie, da una voce frisone; cfr. spagn. bahía, port. baía]. – 1. a. Insenatura della costa marina, non molto estesa e prolungantesi alquanto nell’interno. Nell’uso com., è sinon. d’insenatura in genere: la b. di Pozzuoli. b. Per traduz. dell’equivalente ingl. bay, il nome è usato a volte, meno propriam., per indicare bracci di mare di notevole estensione e alquanto aperti: la b. di Baffin, la b. di Hudson. 2. In diritto internazionale,  b. storiche, zone di mare cui viene riconosciuta natura di acque territoriali, qualunque sia la loro ampiezza (per es., il golfo di Finlandia, il canale di Bristol fino a Bull Point, le foci del Tago e del Sado in Portogallo, i golfi di Tunisi e di Gabes).

Ma la Baia alla quale attraccano le nostre navi dell’immaginazione narrativa non possono limitarsi al mare in senso stretto. Cartoons on the Bay ormai è diventata una Baia Spaziale, dove attraccano astronavi dell’immaginazione e della creatività, che partono da ogni dove e vanno ovunque. Ecco, è forse la Yamato (宇宙戦艦ヤマト) quella che vedo arrivare in lontananza? E quelle non arrivano forse da Clone Wars? Guarda! Un carico di cartoni su quell’altra…
Forse è addirittura, a questo punto, una baia spazio-temporale, da quella astronave scende un tale che mi ricorda il dottor Who… E quella Freccia Azzurra svolazzante? Ancoratela qui.

Insomma, si può allargare l’orizzonte a piacere, ché questa nuova Baia forse poggia su una rottura del continuum spazio-tempo e vi si insinua dentro, consentendoci di andare ben oltre, là dove nessun cartone animato è mai arrivato prima.

Fonte:



from WordPress http://ift.tt/2oaz8BR
Vai su www.afnews.info per altre news!

Escobar, un cattivo esempio da non imitare

afn:
Escobar, un cattivo esempio da non imitare

c.s.: “Grazie all’ultracinquantennale successo di Diabolik, Astorina ha impostato una partnership con Oscar Ink per portare in libreria nuove iniziative editoriali da affiancare al Re del Terrore”

Mario Gomboli, Direzione Editoriale Astorina

Escobar – El Patrón
Dal 20 aprile in libreria e fumetteria la nuova graphic novel pubblicata da Astorina
in collaborazione con Mondadori per il nuovo marchio Oscar INK

L’incredibile storia del celebre bandito colombiano Pablo Escobar diventa il soggetto di Escobar – El Patrón, un’avvincente graphic novel disegnata da Giuseppe Palumbo e sceneggiata da Guido Piccoli. Edita da Astorina, la storica casa editrice di Diabolik che per la prima volta pubblica un soggetto che non ha per protagonista l’amatissimo Re del Terrore, Escobar – El Patrón, disponibile in libreria e fumetteria dal 20 aprile, è uno dei primi due titoli distribuiti da Oscar INK, il nuovo marchio Mondadori interamente dedicato al fumetto. Questa prima pubblicazione segna l’inizio di una collaborazione tra Astorina e Mondadori che proseguirà in futuro con la pubblicazione, a giugno, del volume “Il Re del Terrore, Il remake” che ripropone, in versione moderna ed estesa, la storia del primo, mitico, numero di Diabolik, uscito nel novembre del 1962.

A più di ventitré anni dalla sua morte, Pablo Escobar è ancora il bandito più famoso del mondo, più di Al Capone e Dillinger. Colui che veniva chiamato “El Patrón” ha capeggiato un esercito di sicari responsabili di migliaia d’omicidi, molti dei quali “eccellenti”, e di attentati terrificanti come a un aereo di linea o alla sede della polizia segreta a Bogotà. Ma “don Pablo” era anche il capo del cartello che, prima di tutte le mafie, fece della cocaina uno straordinario commercio internazionale diventando il nemico numero uno del governo Usa e delle sue polizie, dalla Cia all’Fbi e la Dea. Per molti disperati colombiani era però un mecenate e un geniale affarista perché da figlio di umili lavoratori entrò nell’Olimpo dei dieci uomini più ricchi del mondo, secondo le riviste Forbes e Fortune. A questa figura contraddittoria (era anche un padre e uno sposo tanto affettuoso da immolarsi per salvare i suoi cari), dopo molti libri, film e serial tv – come “Narcos”, il maggiore successo di Netflix – è dedicata la graphic novel Escobar – El Patrón, che racconta, in modo fedele, il tragico epilogo della sua vita romanzesca.

ESCOBAR – EL PATRÓN

Sceneggiatura di Guido Piccoli
Disegni di Giuseppe Palumbo
Colori di Arianna Farricella
Lettering di Enrico Pierpaoli

Collana: Oscar Ink

Pagine: 136
Formato: 19,5×26 cm

Prezzo: 19,00 euro

ISBN: 978-88-04-68165-6
In uscita il 20 aprile 2017

Copertina cartonata e plastificazione opaca con serigrafia su titolo e marchio Oscar Ink

Giuseppe Palumbo – Giuseppe Palumbo, autore di fumetti e illustratore, ha disegnato migliaia di tavole per alcuni tra i maggiori editori italiani e stranieri. Ramarro, il supereroe masochista, è stato il suo primo personaggio, apparso sulle pagine di Frigidaire. Disegna da molti anni le avventure del Re del Terrore, Diabolik.

Guido Piccoli – Guido Piccoli, giornalista professionista e autore di un centinaio di sceneggiati per radio Rai e la radio svizzera, ha vissuto a Bogotà gli anni più caldi della “guerra ai narcos”, scrivendo vari libri tra i quali “Colombia, il paese dell’eccesso” (Feltrinelli 2003).



from WordPress http://ift.tt/2oaPb2u
Vai su www.afnews.info per altre news!

Cartoons on the Bay: Roberto Genovesi spiega cosa c’è di nuovo!

afn:
Cartoons on the Bay: Roberto Genovesi spiega cosa c’è di nuovo!

Voilà! Giappone (100 anni dalla nascita dell’animazione nipponica), cartoni, videogiochi, fumetti, ospiti, lungometraggi ecc…

Fonte:

Nota di Gianfranco Goria (supporto Ufficio Stampa RAI Com per Cartoons on the Bay 2017 Torino):
Treccani recita: bàia 3 s. f. [prob. dal fr. baie, da una voce frisone; cfr. spagn. bahía, port. baía]. – 1. a. Insenatura della costa marina, non molto estesa e prolungantesi alquanto nell’interno. Nell’uso com., è sinon. d’insenatura in genere: la b. di Pozzuoli. b. Per traduz. dell’equivalente ingl. bay, il nome è usato a volte, meno propriam., per indicare bracci di mare di notevole estensione e alquanto aperti: la b. di Baffin, la b. di Hudson. 2. In diritto internazionale,  b. storiche, zone di mare cui viene riconosciuta natura di acque territoriali, qualunque sia la loro ampiezza (per es., il golfo di Finlandia, il canale di Bristol fino a Bull Point, le foci del Tago e del Sado in Portogallo, i golfi di Tunisi e di Gabes).

Ma la Baia alla quale attraccano le nostre navi dell’immaginazione narrativa non possono limitarsi al mare in senso stretto. Cartoons on the Bay ormai è diventata una Baia Spaziale, dove attraccano astronavi dell’immaginazione e della creatività, che partono da ogni dove e vanno ovunque. Ecco, è forse la Yamato (宇宙戦艦ヤマト) quella che vedo arrivare in lontananza? E quelle non arrivano forse da Clone Wars? Guarda! Un carico di cartoni su quell’altra…
Forse è addirittura, a questo punto, una baia spazio-temporale, da quella astronave scende un tale che mi ricorda il dottor Who… E quella Freccia Azzurra svolazzante? Ancoratela qui.

Insomma, si può allargare l’orizzonte a piacere, ché questa nuova Baia forse poggia su una rottura del continuum spazio-tempo e vi si insinua dentro, consentendoci di andare ben oltre, là dove nessun cartone animato è mai arrivato prima.

Fonte:



from WordPress http://ift.tt/2nvdi8X
Vai su www.afnews.info per altre news!