martedì 3 luglio 2018

Il Parlamento Europeo chiuderà afNews (e non solo)?

Dal 4 luglio a Bisceglie il meglio dell’Animazione italiana svela le proprie “Stanze”

afn:
Dal 4 luglio a Bisceglie il meglio dell’Animazione italiana svela le proprie “Stanze”

STANZE ANIMATE, TRA MATERIA E ILLUSIONE

L’animazione italiana d’autore e sperimentale ha da sempre espresso autori di grande originalità e rilievo, intenti a confrontarsi con le tecniche “non ortodosse” più diverse, dal disegno alla computer animation. La mostra Stanze animate, allestita nelle sale di Palazzo Tupputi, è una collettiva di autori, che hanno tutti debuttato sulla scena tra gli anni ’90 e i 2000; una mostra esemplificativa di un immaginario ricco e stratificato, diverso per stili, tecniche, poetiche.

Gli artisti invitati espongono disegni utilizzati per i loro film animati (Donato Sansone, Virginia Mori), dispositivi cinetici che si ricollegano alla stagione del pre-cinema (Virgilio Villoresi), light box con strisce di pellicola rielaborate manualmente che hanno originato opere audiovisive come Jazz for a Massacre (Leonardo Carrano), una versione installativa doppio canale del film Halphabet (Basmati), stampe digitali di lavori in 3D, un’installazione e soprattutto una sorta di videomapping (una riproposizione del video monocanale Planets) che espande la mostra al di fuori delle stanze di Palazzo Tupputi, portando l’animazione nelle strade del centro storico (Igor Imhoff).

I quadri, i disegni, le stampe e gli oggetti sono messi a confronto con le immagini in movimento in modo da tracciare un percorso spazio-temporale e bi-tridimensionale, che introdurrà lo spettatore in un universo fantasmagorico, in cui il segno si intreccia con l’anima (nel senso di coscienza ma anche di animazione), l’analogico con il digitale, la stasi con il movimento. Il titolo Stanze animate allude allo spazio espositivo che, grazie alle immagini e ai dispositivi in azione, acquistano un’inevitabile energia cinetica; ma la parola rimanda anche alla wunderkammer, ovvero alla camera delle meraviglie, alle gallerie di curiosità e alle collezioni di oggetti diffusesi tra il XVI e il XVIII secolo e che sono all’origine degli stessi spazi museali. Molti animatori, del resto, pensiamo a Villoresi, sono essi stessi collezionisti di oggetti e giocattoli cui infondono vita nei loro brevi film. Il termine “camera” infine, nella nostra lingua non è solo sinonimo di stanza, ma anche di cinepresa, dispositivo che, nelle mani di questi artisti, diventa un’ulteriore “camera delle meraviglie”, in grado di affascinare e sollecitare lo stupore del pubblico di ogni età.

I cinque artisti e il marchio Basmati (composto da Saul Saguatti e Audrey CoÏaniz), sono portatori di un’estetica – come spesso accade quando si parla di animazione sperimentale – sospesa tra materico e virtuale. Se i disegni di Virginia Mori (che è anche illustratrice) sono creati a matita o china, in bianco e nero con l’aggiunta di pochi tocchi di colore, le stampe della serie Fragment di Igor Imhoff, sono invece il frutto di elaborazioni 3D che sfruttano il glitch, ovvero il disturbo, l’interferenza digitale, rendendola una materia quasi scultorea da plasmare creando ritratti di vario tipo. E se gli schizzi e i disegni di Donato Sansone, irriverenti, a volte pornografici, sottolineano la sua attitudine ludica, pauperistica e surreale, ricordandoci che la base di qualunque idea da cui si sviluppa un film di animazione dipende unicamente dal potere e dall’originalità del segno, l’installazione di Basmati prosegue nella direzione intrapresa da molti anni in cui immagine fotografica, intervento pittorico ed elemento grafico (in questo caso il linguaggio dei gesti, i segni, la scrittura) si mescolano e interagiscono creando a volte piccole narrazioni.

Il confronto tra opere e immagini audiovisive non deve apparire come una scontata equivalenza tra un prima e un dopo. Il movimento è insito già nella composizione “fissa”, perché nell’immaginario di un artista che lavora con l’animazione i tratti sono già pregni di dinamismo. Ma il segno – installazioni video a parte – si fa, in diversi casi, oggetto vero e proprio, rimembrando tecnologie antiche eppure sempre attuali, secondo quella archeologia dei media di cui non potremmo davvero fare a meno, specialmente in un’epoca di perfezione digitale che tende ad appiattire ogni cosa (inclusa la nostra percezione delle immagini). Attestano questa poetica dell’analogico le macchine cinetiche di Virgilio Villoresi, flip book scultorei che si sfogliano grazie a dispositivi meccanici nell’ambiente di fronte agli occhi dello spettatore estasiato. Mentre le light box di Leonardo Carrano – su cui sono montate strisce di pellicola dipinte e graffiate a mano o trattate con acidi e altri solventi – celebrano l’apologia di un colore che diventa luce, offrendosi come cinema “esposto” che si mostra anziché nel tempo nello spazio, secondo la tradizione di grandi artisti/cineasti sperimentali come Kubelka e Sharits.

Stanze animate è solo parte di un dialogo, di una jam-session cinetica di forme e colori espandibile all’infinito e che, prima o poi, dovrebbe configurarsi come grande retrospettiva storicizzata, in modo da poter ricostruire attraverso film e opere un percorso che, partendo dal Futurismo arrivi fino ai giorni nostri. Stanze animate, inoltre, serve a ricordarci quanto nel nostro paese l’animazione sia ancora estremamente viva ma forse non abbastanza conosciuta e riconosciuta nei contesti museali ed espositivi più in generale e ha bisogno di una seria riconsiderazione storico-critica, per poter ripensare il concetto stesso di arte.

L'articolo Dal 4 luglio a Bisceglie il meglio dell’Animazione italiana svela le proprie “Stanze” proviene da afnews.info.



from WordPress https://ift.tt/2KKoHMY
Vai su www.afnews.info per altre news!

4 Luglio 2018!

afn:
4 Luglio 2018!

CLICK ON THE PICTURE TO ENLARGE IT

CLICK SULL’IMMAGINE PER INGRANDIRLA

L'articolo 4 Luglio 2018! proviene da afnews.info.



from WordPress https://ift.tt/2z2VAmY
Vai su www.afnews.info per altre news!

Tanabata al Planetario di Milano: un sabato alla ricerca delle “stelle innamorate” del folklore nipponico

Topolino e l’estate 2018

afn:
Topolino e l’estate 2018

c.s.: Milano, luglio 2018 – Con il numero in edicola il 4 luglio, prende ufficialmente il via la grande estate del settimanale Topolino: una serie di iniziative ad alto tasso di divertimento attende i fan del magazine a fumetti più letto d’Italia.


UN’ESTATE ALLA GRANDE PER TOPOLINO

Dal 4 luglio grandi storie d’autore e il concorso TopoChallenge,

che impegnerà i lettori in 4 entusiasmanti missioni con grandi premi finali:

l’estate del settimanale Topolino è 100% divertimento!


Tra queste, TopoChallenge, il grande concorso a premi estivo che durerà 4 settimane: i lettori verranno ingaggiati in 4 missioni che li porteranno alla ricerca degli indizi-tormentone dell’estate 2018 all’interno delle storie a fumetti disegnate da Enrico Faccini. Alla fine di luglio, dopo aver completato la caccia agli indizi, i concorrenti potranno scattare la loro fotografia dell’estate che dovrà contenere tutti gli indizi raccolti in precedenza per avere la possibilità di conquistare uno dei fantastici premi messi in palio. Il primo premio? La mitica Numero Uno in oro massiccio di Zio Paperone! Tra gli altri premi, console Nintendo Switch, overboard, biciclette, abbonamenti al settimanale, kit Disney store e altro ancora.

Anche gli appassionati di grandi storie d’autore non resteranno delusi: dal 4 luglio prende il via infatti anche l’esilarante parodia in quattro puntate Piccole Grandi Papere, in occasione del 150° anniversario della pubblicazione di Piccole Donne, scritta da Marco Bosco con i disegni di Silvia Ziche, una coppia in grado di esaltare la femminilità delle protagoniste, conciliando i tratti originali delle vere sorelle March con le personalità uniche delle papere, le sorelle… Quarch!

In più, Topolino, Manetta… una non troppo semplice somiglianza, la storia scritta da Tito Faraci con i disegni di Giada Perissinotto, che celebra gli 80 anni dalla pubblicazione della celeberrima storia Topolino e la banda dei piombatori, del grande duo Merrill de Maris e Floyd Gottfredson, negli anni ripresa e riscritta da altri grandi autori del fumetto Disney. La divertente storia, gioca sulla somiglianza tra l’ispettore Manetta e il rapinatore-finto idraulico Giuseppe Tubi, per una serie di gag esilaranti e colpi di scena.

Infine, grande reportage dedicato ai 20 anni di Harry Potter con intervista esclusiva ai gemelli Weasley, alias James e Oliver Phelps.

L’estate di Topolino sarà un’estate fantastica! Grazie al TopoChallenge scateneremo la creatività dei lettori e li metteremo alla prova su temi caldissimi: i tormentoni dell’estate 2018! – afferma Valentina De Poli, Direttore di Topolino. Il nostro obiettivo, in realtà, sarà quello di far diventare anche Topolino un tormentone dell’estate, e grazie alle grandi storie d’autore e alla comicità dei personaggi Disney a fumetti, le letture sotto l’ombrellone degli italiani saranno indimenticabili”.

L'articolo Topolino e l’estate 2018 proviene da afnews.info.



from WordPress https://ift.tt/2u18RGL
Vai su www.afnews.info per altre news!

lunedì 2 luglio 2018

Marzari… Spaziale

afn:
Marzari… Spaziale

CLICK QUA PER ASCOLTARE “L’ASTRONAUTA”

 

L'articolo Marzari… Spaziale proviene da afnews.info.



from WordPress https://ift.tt/2IPfSju
Vai su www.afnews.info per altre news!

Dalle Marche ferite dal sisma partirà la “Carovana dell’Animazione”

afn:
Dalle Marche ferite dal sisma partirà la “Carovana dell’Animazione”

Acli Arte e Spettacolo Rimini in collaborazione con Cartoon Club, ASIFA Italia e con il contributo di Rai Ragazzi e del Centro Sperimentale di Cinematografia sede del Piemonte, partecipando al bando: “Sillumina Copia privata per i giovani, per la cultura sez. Periferie Urbane, promosso da SIAE, MiBACT presenta:

PASSO UNO La carovana del cinema d’animazione

Si tratta di una rassegna di 7 appuntamenti che si snoderà in 7 Comuni dell’area marchigiana colpiti dal sisma del 2016.

In ogni Comune che ospiterà la rassegna saranno organizzati dei laboratori di cinema d’animazione dedicati a bambini e adolescenti.
All’interno dei laboratori bambini e ragazzi, sempre guidati da uno staff di giovani artisti e professionisti di ASIFA Italia, affronteranno in prima persona tutte le fasi necessarie alla realizzazione di un cartone animato di qualche minuto.
Un laboratorio per ogni Comune, ma con uno stesso filo conduttore, che porterà alla realizzazione di un unico breve corto animato, che rispecchierà le visioni dei diversi gruppi rendendole comuni.

In ogni Comune, verranno inoltre proiettati dei cortometraggi in animazione, realizzati da giovani autori italiani under 35, di forte valore artistico, ma che raramente trovano collocazione nei network televisivi e di conseguenza pressoché inediti per il pubblico.
Ogni proiezione della selezione sarà inserita in una formula innovativa d’incontro/spettacolo che permetta l’interazione con il pubblico. Agli appuntamenti della rassegna saranno presenti i giovani autori selezionati, assieme a un rappresentante di ASIFA.

PASSO UNO: La carovana dell’animazione sarà:

30 Luglio 2018 – Comune di Monsampietro Morico
31 Luglio 2018 – Comune di Caldarola – MC
1 Agosto 2018 – Città di Amandola
2 Agosto 2018 – Comune San Severino Marche
3 Agosto 2018 – Comune di Arquata del Tronto
4 Agosto 2018 – Comune di Montegallo – AP
5 Agosto 2018 – Comune di Montefortino

Il laboratori avranno inizio alle ore 16.30
Le proiezione avranno inizio alle ore 21.00
(In caso di orari diversi verranno prontamente indicati)

L’esperienza di PASSO UNO sarà anche l’occasione per realizzare, attraverso video e fotografia, un Docufilm che oltre il raccontare l’incontro dei giovani artisti con le comunità coinvolte, vuole portare una testimonianza dell’attuale stato del territorio.
Il film sarà poi messo a disposizione del pubblico tramite la distribuzione on line.

Secondo le definizioni accademiche, l’animazione è un medium che, attraverso un processo artistico e tecnologico, dà vita a qualcosa che è inanimato.
L’obiettivo del progetto PASSO UNO è far conoscere dei giovani artisti che con l’animazione creano nuovi mondi e possibilità, a una popolazione (soprattutto bambini e ragazzi). che ha la necessità di credere nei sogni e liberare la propria creatività.
“La creazione di mondi animati che nascono grazie alla creatività” è un’idea che ben si sposa con l’idea di “rinascita” che le popolazioni delle zone devastate dal terremoto rincorrono.
La creatività ha un ruolo importante per realtà sociali che devono ricostruirsi e non ci riferiamo solo alla ricostruzione dei manufatti, ma soprattutto ai vissuti delle persone, alla possibilità di indicare strade e soluzioni innovative che consentano, soprattutto alle giovani generazioni, di ricominciare a sperare nel futuro e di trovare ragioni per non lasciare le proprie terre.

Ingresso alle proiezioni e partecipazione ai laboratori Gratuiti

Info

L'articolo Dalle Marche ferite dal sisma partirà la “Carovana dell’Animazione” proviene da afnews.info.



from WordPress https://ift.tt/2tXMkKL
Vai su www.afnews.info per altre news!

” Prime le Italiane! “

afn:
” Prime le Italiane! “

CLICK SULL’IMMAGINE PER INGRANDIRE

Didascalia e fonti della vignetta si trovano cliccando QUA

Che dire? Non sentivo un tale spontaneo entusiasmo in un leader politico dalla vittoria di Jesse Owens alle Olimpiadi di Berlino del 1936!
———-
L’ Editoriale a Fumetti di oggi si ispira a questa notizia QUA

L'articolo ” Prime le Italiane! “ proviene da afnews.info.



from WordPress https://ift.tt/2MIxMq7
Vai su www.afnews.info per altre news!

Nora, Mireille, Danielle, Emanuela… quante stelle dell’animazione nel firmamento di VIEW 2018!

L’abominevole uomo delle fogne, di Bonvi

afn:
L’abominevole uomo delle fogne, di Bonvi

Leggi il fumetto completo su: Corrierino e Giornalino.


afNews preferisce proporti direttamente la fonte originale della notizia.


Se l’articolo ti piace, non essere egoista: condividine il link sui tuoi social o dove preferisci! Puoi usare gli appositi pulsanti qui di seguito.


L'articolo L’abominevole uomo delle fogne, di Bonvi proviene da afnews.info.



from WordPress https://ift.tt/2z3jU86
Vai su www.afnews.info per altre news!

domenica 1 luglio 2018

Aldo Di Gennaro – l’avventura e la luce al Wow Spazio Fumetto la presentazione

afn:
Aldo Di Gennaro – l’avventura e la luce al Wow Spazio Fumetto la presentazione

Giovedi 5 luglio, verrà presentato al Wow Spazio Fumetto di Milano  il volume Aldo Di Gennaro – l’avventura e la luce, edito da ComicOut , l’associazione culturale che pubblica la rivista Scuola di Fumetto. L’Art Book celebra gli 80 anni di Aldo di Gennaro ripercorrendone l’opera e la carriera .attraverso rimandi di tematiche e stili, raccontando la tecnica, ma anche il sudore e la passione di questo artista della carta e del colore.

Aldo di Gennaro ( classe 1939) è una delle matite storiche delle “nuvole parlanti”, e dell’illustrazione italiana. Ha  formato generazioni di illustratori, fumettisti e lettori appassionati sulle pagine del «Corriere dei Piccoli» e «Corriere dei Ragazzi», per poi collaborare con Rizzoli, dai supplementi dei quotidiani alle copertine di libri, passando da un realismo impressionante ad un segno ironico e leggero. Oggi collabora con la Sergio Bonelli Editore, con illustrazioni, fumetti e copertine.

Giovedì 5 luglio 2018 alle ore 19:00 i festeggiamenti inizieranno a WOW Spazio Fumetto di Milano, con la prima presentazione del volume Aldo di Gennaro – L’avventura e la luce: il maestro racconterà il suo mestiere e la sua arte, dialogando con Graziano Frediani e Laura Scarpa.

Aldo di Gennaro è uno dei maggiori illustratori italiani per fama, arte e per la sua incredibile varietà di segno.
Nasce a Milano nel 1938 e inizia giovanissimo, nel 1956, lavorando per la cartellonistica e con lo studio Dami. Dal 1962 parte la collaborazione, fondamentale nella sua crescita artistica, al «Corriere dei Piccoli», con racconti illustrati e fumetti: Il Treno del Sole, il Piccolo cow-boy, Piccole donne, Fortebraccio, Efrem e molti altri racconti di Mino Milani. Alla nascita del «Corriere dei Ragazzi» disegnerà soprattutto storie autoconclusive e, dal 1974, la serie Il Maestro.
Negli anni successivi si dedica all’illustrazione per le testate Rizzoli: «Domenica del Corriere», «Corriere della Sera», «Salve», «Amica», «Corriere della salute», «Qui Touring» e «Capital», e sono sue molte copertine di narrativa per Rizzoli Libri e per il Club Degli Editori.
Negli anni più recenti è tornato al mondo del fumetto nella Sergio Bonelli Editore, per «Dylan Dog» e, ora, per «Tex», ma soprattutto illustrando gli Almanacchi e tutte le copertine della collana «Le Storie». Gli sono state dedicate numerose mostre e libri monografici e ha ricevuto i più prestigiosi premi nel campo del disegno e dell’illustrazione.

Il libro Aldo di Gennaro – L’avventura e la luce nasce per raccogliere immagini sperdute nelle tante pubblicazioni della sua lunga carriera e per creare un filo critico che leghi le opere di Di Gennaro, così diverse nei vari periodi dell’artista. Il volume vuol far capire che cosa c’è dietro a una “bella” illustrazione, la documentazione, la ricerca, i “trucchi”, la tecnica e, soprattutto, l’arte e il genio dell’autore.

Segnaliamo inoltre che Aldo Di Gennaro sarà a Rimini Comix dal 20 al 22 luglio.

Fonte Consultata: Comunicato Stampa.

L'articolo Aldo Di Gennaro – l’avventura e la luce al Wow Spazio Fumetto la presentazione proviene da afnews.info.



from WordPress https://ift.tt/2yZDZw9
Vai su www.afnews.info per altre news!

Gal Gadot e Patty Jenkins svelano le prime immagini da Wonder Woman 1984

afn:
Gal Gadot e Patty Jenkins svelano le prime immagini da Wonder Woman 1984

I hope Diana likes tracksuits. Patty Jenkins just took to Twitter to officially confirm that not only is the currently-filming Wonder Woman sequel titled Wonder Woman 1984, but the movie will indeed feature the return of Chris Pine as Diana’s love interest from the first film, Steve Trevor….

Leggi tutto su: io9.


Puoi tradurre l’articolo con Google Traduttore.


afNews preferisce proporti direttamente la fonte originale della notizia. Tuttavia, se dopo aver letto la traduzione di Google Traduttore hai ancora qualche dubbio, puoi scrivere in Redazione e chiedere aiuto.


Se l’articolo ti piace, non essere egoista: condividine il link sui tuoi social o dove preferisci! Puoi usare gli appositi pulsanti qui di seguito.


L'articolo Gal Gadot e Patty Jenkins svelano le prime immagini da Wonder Woman 1984 proviene da afnews.info.



from WordPress https://ift.tt/2MEWrMf
Vai su www.afnews.info per altre news!

sabato 30 giugno 2018

Cyril Pedrosa, i primi otto capitoli de L’Eta dell’Oro, gratis online

afn:
Cyril Pedrosa, i primi otto capitoli de L’Eta dell’Oro, gratis online

L’Età dell’Oro è la nuova opera di Cyril Pedrosa, ( classe 1972) ,scritta  insieme a Roxanne Moreil, che Bao Publishing proporrà al pubblico nel prossimo autunno.  Dopo il successo del pluripremiato Portugal (2011), completato da “Quaderni di Portugal“, e l’autobiografico e intimo Gli Equinozi ( 2015),  Gran Guinigi come “Miglior Graphic Novel” nel2016, Cyril Pedrosa firma con Roxanne Moreil la sceneggiatura de L’ Età dell’Oro ( Le Age d’Or) , un’epopea fiammeggiante in un Medioevo politico e incantato proposta in Francia nello scorso settembre dall’editore Dupuis.

In vista dell’edizione italiana, Bao publishing,  ha  annunciato sulle proprie pagine social l’intenzione di presentare  sfogliabili gratis online, i primi otto capitoli del volume, un capitolo alla settimana, per otto settimane.

 

C’era una volta un re morente nel castello di Bois d’Armand e la sua erede prescelta,  sua figlia maggiore, la principessa Tilda. Ahimè, un complotto ordito dall’infame eminenza Loys de Vaudemont porta alla sua cacciata. La rivolta esplode nel regno. Esiliata, Tilda fugge, progettando di riconquistare il potere andando alla ricerca di un tesoro segreto che ha consumato suo padre alla fine della sua vita. Utopia medievale, chanson de geste.

L’iniziativa di Bao partirà il prossimo 5 luglio mentre l’uscita del volume, pochi giorni dopo la fine di questa lettura in anteprima, il 20 settembre, il volume  libro,  sarà disponibile  in fumetteria e in libreria. Nella settimana successiva i due autori visiteranno l’Italia impegnati in un tour di presentazione e dediche.

Scorrendo le varie pagine social del disegnatore di Poitiers, ed in particolare il suo profilo  Instagram, scopriamo che è già al lavoro sul secondo volume de le Età dell’Oro ed inoltre tanti dettagli sulla creazione di questo nuovo lavoro.

 

N.B. Abbiamo ricavato la trama del volume da FNAC.

Fonti consultate: @Baopublishing, FNAC,cyril.pedrosa1

L'articolo Cyril Pedrosa, i primi otto capitoli de L’Eta dell’Oro, gratis online proviene da afnews.info.



from WordPress https://ift.tt/2tRtghj
Vai su www.afnews.info per altre news!

Disincanto diffuso il primo trailer della nuova serie di Matt Groening su Netflix

afn:
Disincanto diffuso il primo trailer della nuova serie di Matt Groening su Netflix

 

Una principessa, un elfo e un demone entrano in un bar…“.

Netflix ha rilasciato il primo teaser di Disincanto, la nuova serie animata di Matt Groening . Dopo aver narrato del presente, con i Simpson, la serie americana più lunga di sempre con oltre 639 episodi, e del futuro, con Futurama, un futuro folle ed esilarante, Groening ha deciso di narrare quel che resta, il Passato. Con una nuova serie ambientata in un fatiscente castello medievale che ha come protagonista una principessa ed un elfo…ed un piccolo demone.

Ma non è una favola……

 

Nel regno medievale di Dreamland, seguiremo le avventure della giovane principessa alcolizzata Bean, il suo compagno di avventure Elfo ed il suo demone personale Luci. Vita e morte, amore e sesso, impareremo come continuare a ridere in un mondo pieno di dolore, sofferenza e str@nzi.

La serie, in 10 episodi, sarà proposta sul Netflix a partire dal 17 agosto prossimo.E’ già stata annunciata una seconda stagione.

Fonti Consultate: Serialclick, Repubblica

 

L'articolo Disincanto diffuso il primo trailer della nuova serie di Matt Groening su Netflix proviene da afnews.info.



from WordPress https://ift.tt/2tR5Xo4
Vai su www.afnews.info per altre news!

StereoRebus per Fumettisti!

afn:
StereoRebus per Fumettisti!

StereoRebus per fumettisti, sceneggiatori di comics e letteristi…
Chi – fra gli amici fumettofili, enigmisti e fantasiologi – lo risolverà?

SOLUZIONE QUAAAAAA!

L'articolo StereoRebus per Fumettisti! proviene da afnews.info.



from WordPress https://ift.tt/2KzBJQw
Vai su www.afnews.info per altre news!

Apple e Cartoon Saloon potrebbero avviare accordi di distribuzione e co-produzione?

afn:
Apple e Cartoon Saloon potrebbero avviare accordi di distribuzione e co-produzione?

Per ora nessuna conferma, ma chissà che l’annuncio non venga diramato a breve?

Per esempio… a VIEW Conference?

Stay tuned!

Leggi la notizia: 

L'articolo Apple e Cartoon Saloon potrebbero avviare accordi di distribuzione e co-produzione? proviene da afnews.info.



from WordPress https://ift.tt/2IDLxny
Vai su www.afnews.info per altre news!

Per prepararsi all’avvento del 13mo Dottore un viaggio a fumetti nelle sue “vite” mai raccontate

afn:
Per prepararsi all’avvento del 13mo Dottore un viaggio a fumetti nelle sue “vite” mai raccontate

Uscirà in ottobre un albo a fumetti edito da Titan Comics dal titolo “The Many Lives Of Doctor Who” (Le numerose vite del Dottore), pensato espressamente per introdurre i fans allo “storico” avvento del Tredicesimo Dottore… che come ormai sappiamo, per la prima volta avrà sembianze femminili, nella fattispecie quelle dell’attrice britannica Jodie Whittaker. Il volume costituirà anche il “numero 0” della serie comics che verrà dedicata alla “Dottoressa”.

Nell’albo speciale vi saranno diverse storie incentrate sulle precedenti incarnazioni del Signore del Tempo proveniente da Gallifrey.

Una guida per principianti e un brillante tributo per i fedelissimi del Dottore, il quale viene colto nel cruciale passaggio della rigenerazione dal Dodicesimo (il memorabile Peter Capaldi) alla Tredicesima (l’attesissima Whittaker): memorie inedite dei suoi predecessori si susseguono e si intrecciano convergendo verso un nuovo inizio che fin d’ora si preannuncia epocale.

Una cosa è certa: nulla sarà come prima.

Tranne, ovviamente, il Dottore.

Available to order from www.amazon.co.uk
Available to order in the USA from www.things-from-another-world.com

fonte: 

L'articolo Per prepararsi all’avvento del 13mo Dottore un viaggio a fumetti nelle sue “vite” mai raccontate proviene da afnews.info.



from WordPress https://ift.tt/2yYESVG
Vai su www.afnews.info per altre news!

Revival: les Cahiers de la BD si lanciano nell’edizione

afn:
Revival: les Cahiers de la BD si lanciano nell’edizione

Après avoir repris la direction des Cahiers de la bande dessinée l’année dernière, Vincent Bernière lance la maison d’édition Revival. Les premières parutions sont prévues pour septembre 2018, avec le soutien d’une campagne de financement participatif lancée sur Kisskissbankbank, comme c’était le cas pour les Cahiers. Une initiative dans la lignée du journal, qui s’attache à faire revivre les auteurs oubliés et à aider ceux qui débutent…

Leggi tutto su: ActuaBD.


Puoi tradurre l’articolo con Google Traduttore.


afNews preferisce proporti direttamente la fonte originale della notizia. Tuttavia, se dopo aver letto la traduzione di Google Traduttore hai ancora qualche dubbio, puoi scrivere in Redazione e chiedere aiuto.


Se l’articolo ti piace, non essere egoista: condividine il link sui tuoi social o dove preferisci! Puoi usare gli appositi pulsanti qui di seguito.


L'articolo Revival: les Cahiers de la BD si lanciano nell’edizione proviene da afnews.info.



from WordPress https://ift.tt/2tRHXRr
Vai su www.afnews.info per altre news!

venerdì 29 giugno 2018

Aurea rilancia gli Integrali BD e conferma la collana dedicata all’Historieta Argentina

afn:
Aurea rilancia gli Integrali BD e conferma la collana dedicata all’Historieta Argentina

L’editoriale Aurea ha annunciato sulla propria pagina facebook il riavvio della collana gli  Integrali BD. Volumi cartonati, dedicati alle collane francofone pubblicate dal gruppo. Dal 22 giugno la serializzazione ripartirà con la publicazione di Insiders di Jean-Claude Bartoll e Renaud Garreta.

Per quanto riguarda i volumi di Insiders BD, verranno proposti  4 uscite per la serie regolare più due uscite  della serie Genesis. A questi primi 6 numeri, ognuno composto da 2 volumi della serie originale francese, seguirà il nono volume di I.R.$. che, a sua volta, sarà seguito da 4 volumi di Black Op, di Desberg e Labiano.

Ma è un’altra la notizia che ha calamitato l’attenzione. L’Editoriale Aurea, sempre attraverso la sua pagina social, ha confermato l’ intenzione di proporre una testa dedicata ai Maestri dell’ Historieta Argentina, la redazione però preferisce tenersi molto abbottonata su titolo della testata ed uscite, ma appare sicura l’intenzione di lanciarla al più presto.

«Per quanto riguarda la testata che doveva pubblicare gli intramontabili fumetti dei grandi maestri argentini, ormai sapete come è andata la telenovela del titolo I Maestri della Historieta, ed è inutile tornarci. Questa volta ci teniamo ben stretto il titolo che daremo alla nuova testata destinata alle produzioni in lingua spagnola, con particolare interesse alla scuola argentina che, con Lanciostory e Skorpio, abbiamo reso popolari al grande pubblico dei lettori italiani di fumetti dai primi anni ’70 del secolo scorso. E non vi riveliamo neanche quale sarà il personaggio che inaugurerà il primo numero di questa nuova pubblicazione, ma vi assicuriamo che sarà un titolo da non perdere… irrinunciabile.
Non vi abbiamo ancora detto quando uscirà? Presto, molto presto.
»

Fonte Consultata: @EditorialeAurea

L'articolo Aurea rilancia gli Integrali BD e conferma la collana dedicata all’Historieta Argentina proviene da afnews.info.



from WordPress https://ift.tt/2yQuj6W
Vai su www.afnews.info per altre news!

The Scrooge Mystery duckumentary disponibile dal 31 ottobre 2018 in tutto il mondo

afn:
The Scrooge Mystery duckumentary disponibile dal 31 ottobre 2018 in tutto il mondo

Arriva proprio nel giorno del compleanno di Don Rosa l’annuncio che attendevamo da tempo.

Dopo più di due anni di lavori finanziati grazie ad una campagna di crowdfunding, il documentario  The Scrooge Mystery duckumentary ” , diretto da Morgann Gicquel, dedicato all’opera ed alla vita di questo talentuoso autore Disneyano, ed al mondo di Zio Paperone,  è finalmente pronto e sarà presentato in anteprima al Comic Con di Parigi ( 26-27-28 ottobre prossimo) per essere poi rilasciato dal 31 ottobre 2018 “ in tutto il mondo”. Di seguito il trailer ufficiale con un ospite d’eccezione Steven Spielberg.

Uncle Scrooge McDuck ha compiuto 70 anni nel 2017.  Il regista ha intervistato tutti gli autori le cui vite ed il cui lavoro sono state ispirate o influenzate da quello che è uno dei più famosi – e senza ombra di dubbio più ricchi -paperi della storia disneyana.

Un vivo ringraziamento agli amici del Papersera.

 

.

 

L'articolo The Scrooge Mystery duckumentary disponibile dal 31 ottobre 2018 in tutto il mondo proviene da afnews.info.



from WordPress https://ift.tt/2KwDvyO
Vai su www.afnews.info per altre news!

La Vespa e l’Uomo Formica Marvel al cinema dal 14 agosto: il trailer italiano

Sgorbio e le tigri

afn:
Sgorbio e le tigri

Leggi il fumetto completo su: Corrierino e Giornalino.


afNews preferisce proporti direttamente la fonte originale della notizia.


Se l’articolo ti piace, non essere egoista: condividine il link sui tuoi social o dove preferisci! Puoi usare gli appositi pulsanti qui di seguito.


L'articolo Sgorbio e le tigri proviene da afnews.info.



from WordPress https://ift.tt/2lF1mBo
Vai su www.afnews.info per altre news!

giovedì 28 giugno 2018

Who watches the Watchmen (Sorteggi Grilleschi)

afn:
Who watches the Watchmen (Sorteggi Grilleschi)

 

CLICK SULL’IMMAGINE PER INGRANDIRLA

Didascalia e fonti della vignetta si trovano cliccando QUA

 WHO WATCHES THE WATCHMEN?
(Gli amici Fanta-Nerd mi avranno già capito!)
L’ Editoriale a Fumetti di oggi si ispira a questa notizia QUA

L'articolo Who watches the Watchmen (Sorteggi Grilleschi) proviene da afnews.info.



from WordPress https://ift.tt/2KvU3Kv
Vai su www.afnews.info per altre news!

Diplomi CSC 2018. Nuovi talenti e diplomi Honoris causa a Gibba e Michel Fuzellier.

afn:
Diplomi CSC 2018. Nuovi talenti e diplomi Honoris causa a Gibba e Michel Fuzellier.

Venerdì 22 si è svolta al cinema Massimo di Torino l’annuale proiezione dei corti di diploma del Centro Sperimentale di Cinematografia, sezione animazione, di Torino.

Alla presenza di personalità, amici e parenti gli studenti del terzo anno del CSC hanno mostrato i loro film, cinque di cui due già mostrati in festival o vincitori di premi.

Trovarsi a un evento così nemmeno una settimana dopo il festival di Annecy è una strana, piacevole sensazione. Una sala piena d’appassionati d’animazione dove aspettando i corti gli spettatori iniziano a fare suoni di bolle con la bocca aspettando in corto e sembra di essere tornati in Francia.

La direttrice Chiara Magri ha dato inizio all’evento e fatto la presentazione di Bartolomeo Corsini, nuovo direttore della sede del CSC Piemonte.

Come ogni anno l’assessore alla cultura della regione Piemonte Antonella Parigi è stata presente alla cerimonia, viene ringraziata per l’impegno e il coraggio che ha sempre mostrato nella promozione del cinema d’animazione in Piemonte. Chiamata a fare un discorso lei risponde che il suo coraggio è solo mettere delle firme che altri non vogliono mettere, una bella lezione di modestia seguita da un discorso su come il Piemonte non si voglia adagiare sulla tradizione passata della cinematografia ma si investa sul futuro. Sostenere la giovani Start Up con finanziamenti regionali e invita chiunque voglia avere notizie a scrivere a lacultura@regione.piemonte.it perché si può davvero chiedere aiutò alle autorità.

La regione ha spinto per riuscire a avere il CSC nella stessa struttura della Film Commission per e spera di far crescere l’industria del cinema d’animazione rendendo il Piemonte sempre più un nodo centrale in Italia e in Europa.

Stesso discorso portato avanti da Paolo Tenna, presidente di Film Commission Torino Piemonte che ha citato dati per mostrare come l’industria del cinema d’animazione cresca e diventi sempre più importante.

 

Per iniziare viene mandata una sorpresa. La proiezione de “L’ultimo Sciuscià” del vate dell’animazione italiana Francesco Maria Guido, divenuto famoso col nome d’arte Gibba. Primo cortometraggio a tema neorealista realizzato nel 1946. Un cortometraggio fatto per mostrare la triste vita degli orfani di guerra costretti a vivere di espedienti e odiati o sfruttati da tutti.

Il motivo per cui viene proiettato è perché la scuola di cinema d’animazione ha conferito il diploma Honoris Causa a Gibba. Purtroppo lui non è potuto venire, ma al suo posto è presente Marco Giusti, critico, autore di programmi televisivi sul cinema che hanno formato generazioni di cinefili (l’indimenticabile Fuori orario) e esperto di cinema dal sapere enciclopedico. Amico, studioso e appassionato dell’opera di Gibba.

Mostra un’intervista a Gibba che ha fatto per l’occasione. Il grande vate racconta di non rimpiange per niente l’aver fatto l’animatore tutta la vita e di esserne stato felice. Raccomanda ai giovani che vogliono fare animazione di trovarsi un produttore, perché senza non si può fare nulla, a meno che non si abbiano altri modi di ricavare soldi. Spinge a provare a fare cortometraggi e farli vedere in giro per farsi conoscere.

Marco Giusti racconta quanto Gibba sia una persona incredibile. Della sua lunghissima carriera iniziata da ragazzino ha conservato tutto e ricorda tutto, anche se con qualche confusione.

Sergio Toffetti, ex direttore della sede CSC Piemonte e nuovo presidente del Museo del Cinema consegna il diploma Honoris Causa per Gibba a un più che felice Marco Giusti, che consegnerà al più presto il diploma al proprietario. Per chiudere mostra anche un filmato che Gibba aveva realizzato per lo spettacolo di Renato Rascel “Attanasio cavallo vanesio”. Una corsa del cavallo che non potendo essere attuata dal vivo in teatro venne fatta in film animato. In sala Caterina D’Amico racconta di aver visto lo spettacolo da bambina e ricorda la proiezione che avveniva nel finale.

A consegnare i diplomi, applaudire i corti e complimentarsi con gli autori sarà proprio Caterina D’Amico, presidente della scuola nazionale di cinema che viene a Torino una volta l’anno apposta per adempiere a questo compito.

Ma è il momento di mostrare i corti, notando come, grazie alla convenzione fatta l’anno passato con Toon Boom il software è stato utilizzato per realizzare tutti i cortometraggi 2D dell’anno.

Si inizia con L’anguilla” di Silvia Bassoli, Giacomo D’Ancona e Maria Virginia Moratti. Cortometraggio in 2D che racconta di un ragazzino che una mattina esce presto per andare a pescare con il suo migliore amico. Ma qualcosa lo inquieta e sente che si muove nel profondo. Durante una pesca all’anguilla in riva al fiume i due litigano e allora il primo dice all’altro la verità. Sta per trasferirsi e non si vedranno più. Passano anni e l’anguilla, gigante e nera, continua a muoversi portando il terremoto. Nel paese devastato e pieno di macerie i due amici si ritrovano, pronti a ricostruire ciò che è andato perso sia nel paese che tra di loro.

Una storia d’amicizia ideata da Silvia Bassoli, che si è rifatta all’esperienza personale di quando dopo il terremoto del 2012 tornò al suo paese natale, Novi Di Modica. Tra la pena del vedere lo sfacelo era rimasta colpita dalla volontà di ricostruire degli abitanti, il loro ottimismo e la loro accoglienza. In quell’occasione quando le persone avevano paura delle scosse raccontavano d’aver visto un serpente mostruoso che si agitava nel terreno.

Segue “Polvere sottile di Alessandra Boatto, Gloria Cianci e Sofia Zanonato.Corto in 2D che già sta girando nei festival. È un corto che colpisce per l’atmosfera, in tutti i sensi.

In un mondo futuro dove l’aria inquinata è talmente concentrata da essere diventato possibile navigare o nuotare nel pulviscolo una ragazza cerca di sopravvivere e coltivare una pianta, speranza per una vita migliore. Le autrici hanno avuto l’idea girando per l’inquinata Torino. Volevano mostrare un mondo pieno di polvere e le piccole cose che ognuno può fare per l’ambiente. La parte più lunga è stata la ricerca grafica su come realizzare la polvere, dare la sensazione che fosse materica e si potesse toccare. Per fare ciò hanno lavorato molto con pastelli e matite e poi combinato il tutto insieme all’animazione realizzata con Toon Boom, cosa molto difficile da fare. Sono molto contente del risultato ottenuto.

Il corto “Oltremura” di Cecilia Argenton, Francesca Marchiando Pacchiola, Salvatore Pione e Giovanni Saponaro racconta la storia di paese in cima a una strana torre.

La vita trascorre uguale e ripetitiva, ma un giorno un bambino per errore finisce dentro un sotterraneo scoprendo il meccanismo che regola nel dettaglio i movimenti ripetitivi dei cittadini. Comincia a giocare tra gli ingranaggi mettendo a soqquadro i comportamenti degli altri e quando si rende conto di quello che sta facendo continua ancora di più per liberare tutti. Un corto che parla di libertà dalla routine quotidiana fossilizzata nelle piccole città e nei paesi. Giovanni Saponaro si è ispirato alla vita ripetitiva del suo paese d’origine e a quanto gli sia sembrata monotona e ingessata fino al ridicolo quando è tornato lì da grande. Il gruppo ringrazia tutti gli altri gruppi per il sostegno e racconta aneddoti comici su come nella scuola tutti loro lavorino rintanati ai loro corti con poca comunicazione tra i loro gruppi. Loro tentavano di parlare con gli altri, anche per chiedere aiuto nella lavorazione.

Si sosta un attimo per un altro importante momento. La consegna del diploma Honoris Causa a Michel Fuzellier. L’evento è stato particolarmente divertente grazie alle battute fatte dal ricevente, emozionato d’aver ricevuto un titolo di studio decenni dopo il periodo scolastico. Adesso che ha un pezzo di carta assicura che lo farà valere.

Ascolta con interesse la motivazione per cui gli viene consegnato il diploma perché non si riconosce nello scritto. Vengono mandati frammenti dei suoi tanti lavori fatti per cinema, Tv e pubblicità. Un repertorio vasto e piacevole da vedere con parti davvero emozionanti. Fa i complimenti ai giovani diplomati per i corti che hanno fatto e si congratula anche con la scuola.

Ricorda che quando iniziò non esistevano scuole e si imparava solo lavorando negli studi con molte difficoltà e tanti limiti. Adesso in tre anni possono imparare tante tecniche.

Tocca al corto “Service INC” di Isac Amisano, Guglielmo Audenino, Leonardo Tacconella e Gabriele Tonsi cortometraggio in CGI che racconta la vita in un laboratorio spaziale dove lavora un robot cameriere/tuttofare dalla vita semplice, servire caffè agli umani insieme all’amico mini robot pulitore. Ma un giorno un incidente, la stazione precipita e gli umani devono mettersi in salvo. Risvegliatosi dopo non si sa quanti anni il robot e il suo amico pulitore devono adattarsi a una vita senza scopo oppure tentare di risvegliare gli umani dall’animazione sospesa. Un corto in 3D divertente e ben fatto che da allegria. Gli autori ammettono che il corto ha rischiato di non uscire a causa della divergenza d’idee tra di loro. La storia è stata molto discussa e accorciata finendo col concentrarsi sull’amicizia tra il robot cameriere e il piccolo robot pulitore. Alla fine il risultato li ha soddisfatti e sono felici di aver fatto il corto in questo modo.

L’ultimo corto dell’anno è “New Neighbours” di Andrea Mannino, Sara Burgio e Giacomo Rinaldi Cortometraggio in bianco e nero fatto ispirandosi all’animazione anni ’30 detta del tubo di gomma. in special modo a quella dello studio Fleischer.

In un quartiere da qualche parte degli stati uniti vive un biondo e massiccio personaggio e la sua famiglia. Ma mentre legge sul giornale della grande minaccia dell’arrivo di stranieri ecco che arrivano nella casa accanto a lio i sui nuovi vicini. Una famiglia araba. Il nuovo vicino è da subito d’accordo con lui nel non andare d’accordo. Riusciranno i due a dividere il prato senza distruggersi e a impedire alle rispettive figliolette di diventare amiche?

Andrea Manino racconta d’aver avuto l’idea dai titoli dei giornali iniziati a apparire un anno e mezzo fa. Quando riferendosi all’aumento di governi dalle tendenze razziste e xenofobe eletti iniziavano a uscire titoli che ricordavano le similitudini con gli anni ’30 e parlavano di un ritorno di quegli anni. Pensò così che non sarebbe stato male raccontare una storia sul tema della paura del vicino nello stile dei cartoon anni ’30, cosa che sembra facile ma non lo è affatto.

L’animazione comica e esagerata di quei Cartoons ha continue deformazioni che devono sempre tornare al personaggio e fare il film in bianco e nero gli ha fatto scoprire l’esistenza di un vastissimo numero di grigi da dover usare per non rendere piatta l’immagine. Ma il risultato è una gran soddisfazione.

Con questo si sono concluse le proiezioni di diploma del CSC. Al contrario degli anni passati non sono stati mostrati i lavori fatti su commissione regionale perché quelli fatti nel 2017 erano già stati mostrati l’anno passato e la produzione di quelli per il 2018 sta appena iniziando.

Altra mancanza è stata l’assenza del momento della consegna delle borse di studio. Cosa che si è deciso di fare senza cerimonie a scuola a fine anno.

Finita la proiezione c’è stato un rinfresco nei locali della Film Commission a cui hanno preso parte gli allievi, gli ospiti e chi era al cinema. Una festa allegra per tutti che sottolinea ancora una volta l’idea della scuola di formare esperti animatori e inserirli nella vita sociale della città invece di lasciarli isolati.

Auguriamogli tutti di riuscire nel loro intento.

L'articolo Diplomi CSC 2018. Nuovi talenti e diplomi Honoris causa a Gibba e Michel Fuzellier. proviene da afnews.info.



from WordPress https://ift.tt/2tJgCks
Vai su www.afnews.info per altre news!

mercoledì 27 giugno 2018

Emile Awards 2018: i premi europei per l’Animazione tornano, rinnovati, dal 7 all’8 dicembre a Lille

afn:
Emile Awards 2018: i premi europei per l’Animazione tornano, rinnovati, dal 7 all’8 dicembre a Lille

The EAA has a new Board of Members:

Marie Bro, Denmark
Olivier Catherin, France
Didier Brunner, Vice-Président, France
Doris Cleven, Belgium
Jean-Paul Commin, General Secretary, France
Juan-Carlos Concha, Spain
Lise Fearnley, Norway
Eric Goosens, Belgium
Kristine Knudsen, Vice-Président, Germany
Peter Lord, President, UK
Stephan Roelants, Treasurer, Luxemburg
Michael Rose, UK
Tünde Vollenbroek, Netherlands
Paul Young, Vice-President, Ireland
Anna Zača, Latvia

For our 2018 edition, there has been some modifications.

First of all, this time the Emile Awards will be going over two days!
On December 7 and 8, the city of Lille will be witness to conferences, masterclasses, screenings and round tables around different aspects of the Animation trades.

Two categories have been added to our pool of awards.
Sound Designers will be rewarded for their work with Best Sound Design in a TV/Broadcast Production and Best Sound Design in a Feature Film.

The number of nominations per categories has been upgraded to five, putting up to 90the total number of possible nominations!

L'articolo Emile Awards 2018: i premi europei per l’Animazione tornano, rinnovati, dal 7 all’8 dicembre a Lille proviene da afnews.info.



from WordPress https://ift.tt/2yIYeOm
Vai su www.afnews.info per altre news!

” Uèhla, pistola! “

afn:
” Uèhla, pistola! “

CLICK SULL’IMMAGINE PER INGRANDIRLA

Didascalia e fonti della vignetta si trovano cliccando QUA

 L’ Editoriale a Fumetti di oggi si ispira a questa notizia QUA
——-
La locuzione dialettale “Pistola” ha questo significato

L'articolo ” Uèhla, pistola! “ proviene da afnews.info.



from WordPress https://ift.tt/2IwzTLz
Vai su www.afnews.info per altre news!

Il Gatto di Sfar descrive al meglio l’ellittica “reductio ad absurdum” del pensiero integralista

afn:
Il Gatto di Sfar descrive al meglio l’ellittica “reductio ad absurdum” del pensiero integralista
Fai clic qui per vedere lo slideshow.

Tratto da “Le Chat du Rabbin, vol. 7: LA Tour de Bab-El-Oued” di Joann Sfar, ed. Dargaud

L'articolo Il Gatto di Sfar descrive al meglio l’ellittica “reductio ad absurdum” del pensiero integralista proviene da afnews.info.



from WordPress https://ift.tt/2MtMq4J
Vai su www.afnews.info per altre news!

“Atchoo!”: la nuova serie di Rai Gulp targata Cartobaleno/Campedelli/Cosmos

afn:
“Atchoo!”: la nuova serie di Rai Gulp targata Cartobaleno/Campedelli/Cosmos

UNA NUOVA SERIE ANIMATA PER LE VACANZE

E’ “ATCHOO!”, CARTOON MADE IN TOSCANA

In prima tv da mercoledì 27 giugno, tutti i giorni alle ore 9.05 su Rai Gulp

In che cosa si trasformerà Teo la prossima volta? Lo scoprirà chi seguirà le avventure di “Atchoo!”, una nuova serie animata tutta italiana su un bambino di 9 anni con una caratteristica particolare: quando prova una forte emozione starnutisce e si trasforma in un animale. Ma non riuscendo a controllare i propri starnuti e nemmeno a prevedere in quale animale si trasformerà, Teo finirà spesso nei guai.

Ideata e coprodotta da Cartobaleno, prima serie tv nata dalla creatività del piccolo studio d’animazione mugellano, insieme a Rai Ragazzi, allo Studio Campedelli di Milano e a quello indiano Cosmos, la serie Atchoo! ha già conquistato Spagna, Stati Uniti, America Latina, Cina e India.

Una serie comedy, animata in 2D e diretta da Andrea Castellani, con i disegni di Mattia Francesco Laviosa, che in modo allegro e divertente insegna a sfruttare le difficoltà a proprio favore e che ogni persona è straordinaria a modo suo.

Teodoro Green, per gli amici Teo, è un simpatico bambino di 9 anni che sin dalla nascita ha manifestato una curiosa quanto inspiegabile caratteristica: quando si emoziona starnutisce e si trasforma in un animale. Dottori, scienziati e grandi luminari l’hanno visitato, ma nessuno ha mai saputo spiegare l’origine di questi suoi starnuti: Teo è sano come un pesce e forte come un leone. E’ solo speciale e diverso da tutti gli altri, ma non c’è niente di cui preoccuparsi.

Dopo uno starnuto, Teo prende subito le caratteristiche dell’animale in cui si è trasformato, pur mantenendo la propria personalità… Insomma si potrebbe dire che è come avere un superpotere! Purtroppo no…perché è impossibile per Teo prevedere, controllare o trattenere gli starnuti e per di più si trasforma immancabilmente nell’animale che meno si adatta alla situazione, finendo spesso nei pasticci. Talvolta Teo deve anche fare i conti con l’istinto dell’animale in cui è trasformato… quasi più incontrollabile dei suoi stessi starnuti.

Fortunatamente Teo riesce sempre a uscire dai guai, anche grazie a Peter e Flo, i suoi due migliori amici: Peter, allegro, pacato e ottimista, e Flo, esperta di animali e pronta a fornire utili consigli. Tra comici colpi di scena e situazioni assurde, Teo e i suoi amici dovranno affrontare le situazioni tipiche di tutti i bambini della loro età: insicurezze, paure, batticuori.

L'articolo “Atchoo!”: la nuova serie di Rai Gulp targata Cartobaleno/Campedelli/Cosmos proviene da afnews.info.



from WordPress https://ift.tt/2tJf2Po
Vai su www.afnews.info per altre news!

Con Winnie e Christopher Robin, il 30 agosto si torna al Bosco dei 100 Acri!