mercoledì 29 marzo 2017

Escobar, un cattivo esempio da non imitare

afn:
Escobar, un cattivo esempio da non imitare

c.s.: “Grazie all’ultracinquantennale successo di Diabolik, Astorina ha impostato una partnership con Oscar Ink per portare in libreria nuove iniziative editoriali da affiancare al Re del Terrore”

Mario Gomboli, Direzione Editoriale Astorina

Escobar – El Patrón
Dal 20 aprile in libreria e fumetteria la nuova graphic novel pubblicata da Astorina
in collaborazione con Mondadori per il nuovo marchio Oscar INK

L’incredibile storia del celebre bandito colombiano Pablo Escobar diventa il soggetto di Escobar – El Patrón, un’avvincente graphic novel disegnata da Giuseppe Palumbo e sceneggiata da Guido Piccoli. Edita da Astorina, la storica casa editrice di Diabolik che per la prima volta pubblica un soggetto che non ha per protagonista l’amatissimo Re del Terrore, Escobar – El Patrón, disponibile in libreria e fumetteria dal 20 aprile, è uno dei primi due titoli distribuiti da Oscar INK, il nuovo marchio Mondadori interamente dedicato al fumetto. Questa prima pubblicazione segna l’inizio di una collaborazione tra Astorina e Mondadori che proseguirà in futuro con la pubblicazione, a giugno, del volume “Il Re del Terrore, Il remake” che ripropone, in versione moderna ed estesa, la storia del primo, mitico, numero di Diabolik, uscito nel novembre del 1962.

A più di ventitré anni dalla sua morte, Pablo Escobar è ancora il bandito più famoso del mondo, più di Al Capone e Dillinger. Colui che veniva chiamato “El Patrón” ha capeggiato un esercito di sicari responsabili di migliaia d’omicidi, molti dei quali “eccellenti”, e di attentati terrificanti come a un aereo di linea o alla sede della polizia segreta a Bogotà. Ma “don Pablo” era anche il capo del cartello che, prima di tutte le mafie, fece della cocaina uno straordinario commercio internazionale diventando il nemico numero uno del governo Usa e delle sue polizie, dalla Cia all’Fbi e la Dea. Per molti disperati colombiani era però un mecenate e un geniale affarista perché da figlio di umili lavoratori entrò nell’Olimpo dei dieci uomini più ricchi del mondo, secondo le riviste Forbes e Fortune. A questa figura contraddittoria (era anche un padre e uno sposo tanto affettuoso da immolarsi per salvare i suoi cari), dopo molti libri, film e serial tv – come “Narcos”, il maggiore successo di Netflix – è dedicata la graphic novel Escobar – El Patrón, che racconta, in modo fedele, il tragico epilogo della sua vita romanzesca.

ESCOBAR – EL PATRÓN

Sceneggiatura di Guido Piccoli
Disegni di Giuseppe Palumbo
Colori di Arianna Farricella
Lettering di Enrico Pierpaoli

Collana: Oscar Ink

Pagine: 136
Formato: 19,5×26 cm

Prezzo: 19,00 euro

ISBN: 978-88-04-68165-6
In uscita il 20 aprile 2017

Copertina cartonata e plastificazione opaca con serigrafia su titolo e marchio Oscar Ink

Giuseppe Palumbo – Giuseppe Palumbo, autore di fumetti e illustratore, ha disegnato migliaia di tavole per alcuni tra i maggiori editori italiani e stranieri. Ramarro, il supereroe masochista, è stato il suo primo personaggio, apparso sulle pagine di Frigidaire. Disegna da molti anni le avventure del Re del Terrore, Diabolik.

Guido Piccoli – Guido Piccoli, giornalista professionista e autore di un centinaio di sceneggiati per radio Rai e la radio svizzera, ha vissuto a Bogotà gli anni più caldi della “guerra ai narcos”, scrivendo vari libri tra i quali “Colombia, il paese dell’eccesso” (Feltrinelli 2003).



from WordPress http://ift.tt/2oaPb2u
Vai su www.afnews.info per altre news!