martedì 21 febbraio 2017

BolognaRagazzi Digital Awards: tutti i vincitori

BolognaRagazzi Digital Awards: tutti i vincitori

A completare il quadro della Bologna Children’s Book Fair, anche quest’anno si svolge in contemporanea, al pad. 31, Bologna Licensing Trade Fair, l’unico appuntamento fieristico italiano nel settore della compravendita di licenze e dello sviluppo di prodotti basati su marchi e property affermati. Organizzata da BolognaFiere e giunta quest’anno alla sua decima edizione, la manifestazione non tratta soltanto diritti strettamente collegati al target children ma brand e property di altri settori, dalla moda allo sport. In programma dal 3 al 5 aprile 2017,  anche quest’anno la fiera vedrà la presenza delle maggiori aziende italiane del settore e di molte firme internazionali. Ricordiamo che l’edizione 2016 aveva fatto registrare 58 espositori, di cui 22 esteri provenienti da 14 Paesi, in rappresentanza di circa 800 brand. L’edizione 2017 registra un aumento della superficie espositiva, presentando un padiglione ricco di novità ed espositori, mentre sono in netto aumento tra gli espositori le aziende che producono beni su licenza (licenziatari), grazie alla maggiore presenza di retail e distributori, attenti al mondo delle licenze, tra i visitatori della fiera.

Oltre all’area espositiva, il programma del BLTF 2017 prevede la conferma del “Licensing Prospect Day”, che ha l’obiettivo di coinvolgere nuovi players del settore manifatturiero nel mondo dei prodotti su licenza. Confermato anche il “Licensing Retail Day”, giunto alla quinta edizione e organizzato in collaborazione con Largo Consumo, che vedrà la presenza di importanti reti di distribuzione europee ed internazionali. Nel 2016 sono stati organizzati oltre 500 appuntamenti one-to-one tra gli espositori della fiera e i retail ed aziende presenti ai due eventi.

Torneranno anteprime e presentazioni sulle principali novità nel settore che caratterizzeranno la prossima stagione. In programma anche la prima edizione del “Bologna Licensing Award”: si tratterà di un premio,riservato esclusivamente agli espositori della manifestazione, rivolto al miglior programma di licensing e sviluppo prodotto realizzato nel biennio 2015-16.

Il BLTF è la sola manifestazione fieristica in Italia in cui i principali licensors e le agenzie di licensing espongono le novità sul mercato del licensing, dall’entertainment al brand, dal fashion allo sport”, ha dichiarato Marco Momoli, direttore commerciale Italia di BolognaFiere ,“In dieci anni di attività, questa fiera si è attestata come l’evento di riferimento per gli operatori del settore in Italia, uno dei principali appuntamenti in Europa”.

I VINCITORI E LE MENZIONI SPECIALI:
Quest’anno una categoria speciale è stata dedicata ai contenuti di realtà virtuale/aumentata Giunto alla sesta edizione il Bologna Ragazzi Digital Award è il premio internazionale della Fiera del libro per ragazzi – organizzato dal 2012 in collaborazione con Children’s Technology Review (USA) – attribuito per l’eccellenza e l’innovazione dei contenuti digitali per il pubblico dei più giovani.

Quest’anno i quattro componenti della Giuria – Warren Buckleitner, direttore di Children’s Technology Review (USA); Paulien Dresscher, responsabile del dipartimento dei nuovi media per Cinekid (Paesi Bassi); Valeria Petrone, illustratrice (Italia); Max Whitby, co-fondatore di Touch Press (Regno Unito) – hanno passato al vaglio 152 candidature provenienti da 32 paesi e hanno selezionato tre vincitori, sei menzioni speciali e un’ulteriore short list di sei titoli. Per la prima volta è stata aggiunta una categoria speciale per i contenuti di realtà virtuale/aumentata (VR/AR) con un vincitore e una menzione speciale. Ciascun titolo selezionato
rappresenta un importante contributo all’editoria per l’infanzia grazie alla realizzazione delle potenzialità insite nelle tecnologie emergenti al servizio dei più giovani.

Dal numero sempre maggiore di candidati che quest’anno hanno presentato contenuti VR/AR è ormai evidente il connubio tra letteratura e tecnologia. Gli editori sanno bene che ormai praticamente tutti i ragazzi dispongono di uno smartphone o di un tablet con fotocamera e connessione a Internet,” sottolinea Warren Buckleitner, presidente della Giuria. “Si è così creato un nuovo modello commerciale: ora è possibile acquistare un libro stampato e successivamente scaricare un’app gratuita che rimanda a una grande varietà di contenuti extra. Il libro in sé continua a costituire il fulcro dell’esperienza di lettura indipendentemente dalla tecnologia, che però la arricchisce di ulteriori sfumature.”

VINCITORI
I due titoli vincitori rispecchiano la tendenza emergente, che è quella di fare del bambino l’artefice dello storytelling, permettendogli di gestire in modo creativo l’esperienza interattiva.

Oh! Mon chapeau (Louis Rigaud, Francia)
Questa esperienza ludica basata sulla magia dei disegni ha conquistato la Giuria con il suo humor giocoso, la sua pacatezza e il suo utilizzo intelligente del mezzo digitale. Il bambino sceglie una serie di forme colorate ai margini dello schermo e le trascina sulla tela bianca. Nel momento stesso in cui termina il trascinamento,
intorno a ciascuna forma compare un disegno che offre altri spunti per la narrazione: per esempio, un cerchio diventa un sole o un pupazzo di neve, ma se viene spostato in un’altra zona dello schermo può trasformarsi nella ruota di un’automobile. E così le dita diventano uno strumento per dare magicamente forma a un allegro
universo di città, persone e alberi. Ruotando la posizione del tablet, i disegni cambiano. Tutti i disegni possono essere salvati e facilmente condivisi. Oh! Mon chapeau di Anouck Boisrobert e Louis Rigaud è edito dalla francese hélium e nel Regno Unito è stato pubblicato da Thames & Hudson con il titolo That’s my hat!.

Toontastic 3D (Google, USA)
La Giuria ha apprezzato il modo in cui questa app intuitiva e tecnicamente avanzata offre al piccolo lettore tutti gli strumenti dello storytelling creativo, permettendogli di disegnare, animare e raccontare facilmente tutto ciò che gli suggerisce la fantasia. Con le mani il bambino sposta i soggetti sullo schermo e nel frattempo registra la storia che viene narrata a voce, eventualmente arricchita dall’aggiunta di un sottofondo musicale e di altri effetti sonori. È inoltre possibile utilizzare l’immagine del proprio volto o altre immagini scattate dalla fotocamera incorporata per sovrapporle a quelle dei personaggi. I video vengono salvati nella libreria di
immagini e possono essere condivisi. Uno degli aspetti più interessanti è il rendering in 3D dei disegni dei personaggi creati dal bambino, personalizzabili con l’aggiunta di suoni e scenari già programmati nella app.

VINCITORE CATEGORIA SPCECIALE VR/AR
Mur (Step in Books, Danimarca)
Questo mix tra libro e app è una delle migliori candidature AR in concorso quest’anno. Il protagonista è un orso giocherellone che non vuole saperne di andare in letargo. Ogni pagina è un portale che rimanda a un’area giochi virtuale in cui il piccolo lettore può mettersi nei panni dell’orso, con illustrazioni che prendono vita con i suoi
stessi movimenti e un uccellino che vola via dalle pagine del libro per comparire sullo schermo e raccontare altre storie. Il libro, edito dalla danese Step In Books, è basato sulla pubblicazione curata da Kaisa Happonen e Anne Vasko per la casa editrice Tammi Publishers, divisione di Bonnier.

MENZIONI SPECIALI
Artie’s Magic Pencil (Minilab Studios, Inghilterra)
Tracciando i contorni di triangoli, quadrati e cerchi, si può liberare una città dalle grinfie di un mostro. Le forme disegnate dal bambino diventano come per incanto mulini a vento, case o elicotteri che compongono un’illustrazione. La Giuria ha apprezzato in particolar modo il tutorial ben congegnato.

Copain? (Albin Michel Jeunesse, Francia)
Questo libro pregevole è il frutto dell’incontro tra Bellezza e Realtà Aumentata, con spazi bianchi lasciati appositamente vuoti sulle pagine per favorire l’esperienza di AR. Il libro fa parte in realtà di una serie, intitolata Histoires Animées, in cui ciascun titolo (gli altri, anch’essi apprezzati dalla Giuria, sono Choutte!, Il est l’heure
d’aller maintenant! e Peur du noir, moi?) costituisce un ottimo esempio delle straordinarie potenzialità della
realtà aumentata.

Con Le Orecchie Di Lupo (Italia in collaborazione con SmallBytes Digital)
I suoni di ogni giorno prendono vita attraverso bellissime illustrazioni di carta ritagliate a mano, catturando l’attenzione del bambino con il ronzio delle api, il gocciolio dell’acqua, le sonorità degli strumenti musicali, ecc.

Een Verre Reis (YipYip, Paesi Bassi)
Een Verre Reis (“un viaggio lontano”) è il meraviglioso adattamento digitale di un racconto dello scrittore Toon Tellegen. Quest’opera rappresenta un’importante collaborazione tra illustratori e musicisti, distaccandosi dalla struttura tradizionale della pagina che è il limite principale delle app dedicate allo storytelling.

Eric Carle’s Brown Bear Animal Parade (StoryToys, Irlanda)
La Giuria è stata conquistata dalla bellezza e dalla dolcezza di questa app che è perfetta per chi si avvicina per la prima volta a questo genere di esperienza. A differenza del vincitore del BolognaRagazzi Digital Award di due anni fa, My Very Hungry Caterpillar, l’app viene presentata in 3D e quindi l’orso che ne è protagonista e i suoi
compagni possono muoversi sia davanti sia dietro gli oggetti e gli scenari. Volendo, nella parata di animali se ne possono tralasciare alcuni per accelerare l’arrivo al gran finale, dove tutti gli animali cantano in coro, facendo ciascuno il proprio verso, con l’eventuale aggiunta di altri suoni creati dal bambino.

The Infinite Arcade (Tinybop, USA)
Questa app trasforma l’utilizzo del tablet per consentire al bambino di divertirsi con giochi di sua invenzione. La Giuria ha apprezzato l’approccio aperto al problem-solving e le opportunità che l’app offre per aiutare i  piccoli a diventare autentici inventori di giochi, anziché semplici fruitori. Attraverso i giochi proposti, l’app
incoraggia il problem-solving e l’apprendimento del coding per programmare giocando.

L’ELENCO DI TUTTE LE OPERE CANDIDATE:
/> lista-delle-opere-partecipanti/2169.html
LA GIURIA INTERNAZIONALE:
/> giuria-2017/7151.html



from WordPress http://ift.tt/2lIVPvA
Vai su www.afnews.info per altre news!