venerdì 30 settembre 2016

Mister No 1, gratis per ricordare Sergio Bonelli

Mister No 1, gratis per ricordare Sergio Bonelli

Lo puoi scaricare in digitale solo nei giorni 1, 2 e 3 ottobre, nel sito della Bonelli: click qui. Come si sa, la firmò col suo pseudonimo da sceneggiatore, Guido Nolitta, e uscì nel 1975.

Fonte:

Introducing Miss Peregrine’s Home for Peculiar Children: Emma

Un Natale in “Oceania” seguendo la rotta di “Vaiana”… anzi, Moana!

La rappresentazione dello spazio-tempo nel Fumetto

La rappresentazione dello spazio-tempo nel Fumetto

Non solo alcuni artisti di svariati secoli fa, ma anche (dovrei dire forse “in particolare”?) i fumettisti, hanno sperimentato assai con le possibilità che offre il segno, l’immagine statica, nella rappresentazione dello spazio-tempo (e di tutto quel che contiene). Facile citare il magnifico Gianni De Luca, di cui vediamo una tavola del 1975 (click qui). Ma anche Frank King ha fatto un sacco di esperimenti con la sua serie Gasoline Alley. Ecco una tavola domenicale del 1940 tratta da Masters of American Comics (Yale University Press, 2005) e segnalata ieri da The Bristol Board (click qui). Gran classe, bel tratto, segno immediatamente comprensibile, mai fine a sé stesso ma finalizzato alla narrazione. Queste erano sperimentazioni tanto ardite quanto rispettose dei lettori. Ottimi esempi da seguire.



from WordPress http://ift.tt/2cQPZDa
Vai su www.afnews.info per altre news!

“Extra” di Rai Gulp debutta raccontando gli “star trekkers” italiani

“Extra” di Rai Gulp debutta raccontando gli “star trekkers” italiani

“EXTRA”

Domenica 2 ottobre 2016

In onda la domenica alle 12.140 su Rai Gulp (canale 42)

Notizie, curiosità, e approfondimenti sul mondo della scienza e della conoscenza. E’ “Extra” il nuovo contenitore televisivo di Rai Gulp, in onda dal 2 ottobre, ogni domenica alle ore 12.40. La trasmissione, condotta da Roberta Gangeri, proporrà al giovane pubblico di Rai Gulp argomenti avvincenti dedicati alla tecnologia, alla vita degli astronauti, allo spazio, alle curiosità scientifiche e ai record, oltre a uno spazio dedicato alle invenzioni.

In questa prima puntata saranno presentati i sette astronauti italiani che fino ad oggi hanno partecipato alle missioni spaziali, ovvero Maurizio Cheli, Samantha Cristoforetti, Umberto Guidoni, Franco Malerba, Paolo Nespoli, Luca Parmitano e Roberto Vittori.

La rubrica dedicata agli inventori invece, si occuperà dello scienziato Wernher Magnus Maximilian von Braun, ritenuto il capostipite del programma spaziale americano. Si parlerà anche di velocità, ricordando attraverso le immagini, le imprese di atleti come Livio Berruti, Pietro Mennea e Usain Bolt.

“Extra” è un programma scritto da Carlo Aluffi e Cristina Raimondo, con la regia di Marco Lorenzo Maiello.



from WordPress http://ift.tt/2cQPNne
Vai su www.afnews.info per altre news!

Introducing Miss Peregrine’s Home for Peculiar Children: Miss Peregrine

Intervista a Benoît Peeters: il Fumetto come vera Letteratura

Intervista a Benoît Peeters: il Fumetto come vera Letteratura

Noto non solo come autore di fumetti, ma anche come tintinologo e biografo di Hergé, Benoît Peeters , a seguito di un suo intervento all’Università di Lancaster, è stato recentemente intervistato sulla sempre crescente accettazione del fumetto come seria forma di Letteratura. Puoi leggere l’intervista completa direttamente dalla fonte citata in coda a questo articolo.

Fonte: />



from WordPress http://ift.tt/2cGLLuq
Vai su www.afnews.info per altre news!

La storia segreta di Lucky Luke sulla rivista letteraria LIRE

La storia segreta di Lucky Luke sulla rivista letteraria LIRE

Se la mostra dedicata a Hergé a Parigi ha sancito, per così dire, l’ingresso ufficiale in pompa magna, e si spera definitivo, del Fumetto nel mondo dell’Arte, quello nel mondo della Letteratura è già avvenuto?
Non starò qui a dar risposte su ciò. Mi limito a segnalare che la rivista letteraria LIRE dedica regolarmente degli speciali al Fumetto. Il prossimo esce il 13 ottobre, “L’histoire secrète de Lucky Luke”, per il 70° anniversario del cow-boy solitario.



from WordPress http://ift.tt/2cGI086
Vai su www.afnews.info per altre news!

La “disfatta” di Tolosa alza il velo sullo stato (reale) dell’Animazione italiana

La “disfatta” di Tolosa alza il velo sullo stato (reale) dell’Animazione italiana

L’animazione italiana al Forum Cartoon

13-16 settembre 2016,  Tolosa (Francia)

Fate conto che si giochi Francia-Italia questa sera. E che uno si metta a vedere la partita di calcio pensando che, sì, si possa anche perdere, ma insomma che ce la giochiamo.

E invece poi l’Italia perde 28 a 1. E meno male che c’è il gol della bandiera.

Una disfatta. Esattamente questo è accaduto al Cartoon Forum, l’evento organizzato a Tolosa dalla Comunità Europea per lo sviluppo dell’industria dell’animazione nel nostro continente. Qui vengono presentati a produttori e broadcaster le possibili nuove serie d’animazione che saranno in tv nei prossimi anni. E, appunto, la Francia ha presentato 21 progetti da sola e 7 in coproduzione.

L’Italia aveva un solo progetto.

Per rimanere nella metafora calcistica avremmo perso con quasi tutte le nazioni europee, e sarebbe stata una Caporetto anche con la Spagna (4), l’Irlanda (8), la Polonia (4), la Germania (8).

La faccenda diventa ancora più grave quando si vanno a verificare le presenze degli addetti ai lavori nei diversi incontri. La Francia ha avuto anche l’incontro con il maggior numero di presenze (307 per “Kung Fu Brothers”, presentato da Millimages) seguito da un altro progetto francese, con 300 presenze (“Runes di “Les Armateurs”). Poi è una continua lista di produzioni francesi, irlandesi, inglesi, con l’apparizione della Svizzera, del Belgio, della Germania e del Canada. La classifica arriva fino al 36mo incontro con 132 presenze, e l’Italia non c’è.

Non ci siamo proprio.

Con tutto il rispetto per Matitanimata, per Franco Bianco, regista e produttore e per Fabio Timodei, Francesco Bufardeci e Francesco Marconi, creatori del progetto “Supermimmo – The Original” che invece c’erano. Ma certo che un progetto si può presentare. Però manca la forza, manca il gruppo, la tattica, insomma, manca “il” progetto.

Sembra che allo Stato, alle istituzioni pubbliche, alla Rai, non interessi affatto che ci siano progetti d’animazione (che offrono posti di lavoro, visibilità internazionale alla nostra creatività, e solidità alla nostra industria culturale) o che non ci siano.

Bisognerebbe spiegare a qualcuno che se la Francia ha investito (in finanziamenti statali, in leggi, in progettualità), se il Cartoon Forum si fa a Tolosa, se su 28 progetti presentati ne realizzerà almeno due terzi, non è perché amano i cartoni animati. O forse sì. Nel senso che i cartoni animati sono cultura, e la cultura, accidenti, è lavoro, impegno, presenza e, anche, denaro. Loro l’hanno capito. Noi proprio no. E rimaniamo a guardarli giocare.

Luca Raffaelli
(Delegato Internazionale di ASIFA Italia)

Estratto dall’articolo che verrà pubblicato integralmente sul nuovo numero di Lanciostory, proposto qui su autorizzazione dell’Autore. – fonte: Asifa Italia



from WordPress http://ift.tt/2dq3L0n
Vai su www.afnews.info per altre news!

Introducing Miss Peregrine’s Home for Peculiar Children: Mr. Barron

Ted Benoit passed away

Ted Benoit passed away

Il famoso autore Ted Benoit è morto oggi. Era nato nel 1947. Ne ha dato notizia, via Twitter e Facebook, la casa editrice Dargaud. Era tra gli autori che hanno dato nuova vita alla serie Blake e Mortimer.



from WordPress http://ift.tt/2cQndlP
Vai su www.afnews.info per altre news!

Wonder Woman: Queer, cioé semplicemente…

Wonder Woman: Queer, cioé semplicemente…

Greg Rucka ha deciso di affrontare il tema. I titoli dei giornali non potevano che sbizzarrirsi, ma il termine che più significativo di quseta discussione è, forse, Queer.
Per la cronaca, queer significa solo “eccentrico, insolito” o magari “di traverso”. E’ stato utilizzato spesso contro chi era “diverso”, non omogeneizzato.  D’altronde, non venivano forse chiamati freak, i cosiddetti “fenomeni da baraccone”, cioè “strambi”, tutti coloro che avevano un corpo (o un comportamento) che non rientrava nei “canoni tradizionali”? Si trattava di termini dispregiativi, usati per indicare chi non era “come tutti gli altri”. C’è voluta molta fantascienza per abituare le persone (non tutte, purtroppo) che le differenze sono solo differenze, non “mostruosità”, e spesso portano con sé arricchimenti collettivi di vario tipo, nonché che “tutti gli altri” significa davvero poco, in realtà…

Così oggi tocca al termine queer, passare da spregiativo a motivo di presa di coscienza, al non essere inquadrati o inquadrabili in schemi preconfezionati (nemmeno in quelli dei “diversi”), al non essere omogeneizzati, ma neppure, ovviamente, “mostruosi”.
Di essere, semplicemente, umani.
E, come tutti gli umani (questo sì, vale per tutti), sufficientemente bizzarri, visto che, per fortuna, non siamo fatti con lo stampino.

Oggi, quindi, ti segnalo un paio di articoli su Wonder Woman legati a questo tema umano tanto semplice (ma non per tutti). La prima fonte è quella che ha dato il via a tutto, con l’intervista a Greg; il secondo raccoglie diversi altri link interessanti su cui riflettere.

Fonte:

Milo Manara disegna per Mirka Andolfo!

Milo Manara disegna per Mirka Andolfo!

Il Manara nazionale all’opera su un personaggio di Mirka Andolfo. Proprio così. Un evento che non sfuggirà ai media, stavolta, con tutte le sue implicazioni culturali e artistiche. Ok, ne avevo già parlato in precedenza, ma adesso il disegno si può vedere in linea.

 



from WordPress http://ift.tt/2cQcSXi
Vai su www.afnews.info per altre news!

Mercoledì 5 ottobre tutti a Torino per conoscere la nuova View!

Mercoledì 5 ottobre tutti a Torino per conoscere la nuova View!

VIEW Conference è lieta di annunciare la conferenza stampa di presentazione della 17a edizione di VIEW Conference e di VIEWFest
mercoledì 5 ottobre 2016, ore 11:00
Museo della Radio e Televisione, Via Giuseppe Verdi, 16, 10124 Torino

Interverranno:
Piero Gastaldo – Segretario Generale – Compagnia di San Paolo
Luigi Somenzari – Responsabile Settore Educazione e Ricerca – Fondazione CRT
Antonella Parigi – Assessore alla Cultura – Regione Piemonte
Bruno Graglia – Vice Presidente Vicario – Camera di Commercio di Torino
Francesca Leon – Assessore alla Cultura – Comune di Torino
Prof. Maria Elena Gutierrez – Direttrice, VIEW Conference/VIEWFEST
Prof. Angelo Raffaele Meo – Presidente, VIEW Conference/VIEWFest



from WordPress http://ift.tt/2dwlZdX
Vai su www.afnews.info per altre news!

afNewsWebSurf: nuove nuvole di notizie dalla Grande Rete

SANDRINE REVEL, L’AUTRICE DI GLENN GOULD, A CREMONA!

IL MIO NOME E’ PENTOTHAL di LUIGI DI FONZO al MAT

IL MIO NOME E’ PENTOTHAL di LUIGI DI FONZO al MAT

Domenica 2 ottobre, alle ore 19.00, nell’Auditorium del MAT Museo dell’Alto Tavoliere di San Severo, nell’ambito della rassegna di eventi ‘Buon Compleanno Paz!’, si svolgerà la presentazione del libro ‘Il mio nome è Pentothal’ (Ianieri Edizioni, Pescara, 2016) del giornalista Luigi Di Fonzo. La serata sarà moderata da Enzo Verrengia, scrittore, sceneggiatore e giornalista.

A quarant’anni circa dalla pubblicazione delle prime tavole di Andrea Pazienza sulla rivista Alter Alter, supplemento di Linus, ‘Il mio nome è Pentothal’ ripercorre la storia dell’alter ego di Pazienza e torna a far vivere quegli anni controversi attraverso gli occhi di un sognatore “con i piedi fortemente radicati nelle nuvole”. Il lavoro del giornalista pescarese Luigi Di Fonzo, insieme a Pierpaolo Di Simone, non vuol soltanto rendere omaggio a un genio venuto a mancare troppo presto, ma anche rivivere gli anni di una generazione, quella comunemente chiamata “Movimento del ‘77”, isolata e tradita, sia dalla politica che dalla cultura ufficiale.

La rassegna prosegue idealmente il ciclo di appuntamenti estivi ‘InChiostro al Museo 2016 – Speciale Buon Compleanno Paz’, promossi dall’Assessorato alla Cultura del Comune di San Severo.

Le iniziative – coordinate dall’Assessore alla Cultura Celeste Iacovino e dalla Direttrice del MAT Elena Antonacci – intendono valorizzare ulteriormente la mostra ‘Buon Compleanno Paz!’ (22 maggio – 16 ottobre 2016), curata da Antonello Vigliaroli e Elena Antonacci, esposizione collettiva di oltre 60 artisti del fumetto e dell’illustrazione che celebrano il Sessantesimo anniversario della nascita di Andrea Pazienza.

I servizi sono gestiti da: Anna Coppola, Giuseppe Di Iorio, Gioseana Diomede, Valentina Giuliani, Graziano Urbano, Antonello Vigliaroli (Consorzio Libero); Elena Coco, Milena Difino, Giovanni Marsibilio, Emily Pistoia (Servizio Civile Nazionale).

Per informazioni:
MAT Museo dell’Alto Tavoliere
Piazza San Francesco, 48
San Severo (FG)
Tel. 0882.339611
Email: museocivicosansevero@alice.it

Facebook: Mat Museo dell’Alto Tavoliere – Splash Archivio ‘Andrea Pazienza’

Twitter: @MATSanSevero – @SplashAPaz



from WordPress http://ift.tt/2dgauYy
Vai su www.afnews.info per altre news!

TUCO! FESTIVAL DI SATIRA POP

TUCO! FESTIVAL DI SATIRA POP

Il Comune di Calamandrana, in collaborazione con Moody Cat Unit, è lieto di annunciare la prima edizione di “Tuco! Festival di satira pop”, in programma il fine settimana del 1° e 2 ottobre a Calamandrana (AT), in Piazza della Stazione.

Una due giorni di incontri, concerti e monologhi rigorosamente in chiave “pop”, per accordare il fantastico strumento della satira, sociale e di costume, alla voce del grande pubblico. Obiettivo: ridere, e (ri)mettersi in dubbio, in compagnia di scrittori, blogger e cantautori.

Ad aprire le danze sabato alle 15 sarà il laboratorio di disegno curato da Andrea Musso e dedicato ai bambini tra i 7 e i 12 anni, seguito a ruota dal blogger Davide Mana, dalla scrittrice Nazarena Fazzari, esperta di lingua e cultura cinese, e dallo humour nero degli scrittori noir Massimo Tallone e Riccardo Santagati. Alle 19 il cooking show di Chef Mendo farà da preludio alla presentazione-concerto dell’ultimo libro di Giangilberto Monti Romanzo musicale di fine millennio, che celebra 30 anni di cultura pop italiana (ore 21), che potrà vantare uno special guest d’eccezione: il cantautore Marco Carena, dalla inconfondibile verve grottesca.

La domenica l’appuntamento è alle ore 16 con Dottor Kaplan, alias Fabrizio Farina (Radio 2), e lo scrittore Alessandro Vietti, per un viaggio nel mondo della fantascienza umoristica. Cinema, rock e “cose da nerd” saranno al centro dell’incontro delle 17 con il popolare scrittore bolognese Gianluca Morozzi, mentre alle 18 il palco si tingerà di rosa con Enrica Tesio, blogger di successo che racconta con verve gioie e dolori dell’essere donna e mamma nel terzo millennio. A chiudere il festival, alle 19 le note stralunate del cantautore carrarese Il Dero e alle 21 il travolgente stand up Roberto Mercadini, con un monologo sulla felicità for dummies.

Il programma completo della manifestazione è consultabile al sito www.tucofestival.it. Il festival, a ingresso gratuito, è aperto a tutti – belli, brutti e cattivi. La prenotazione (al numero 349 5029074) è richiesta per il solo laboratorio per bambini di sabato pomeriggio. Per l’intera durata del festival funzionerà servizio bar e panini.

Info: tucofestival@gmail.com



from WordPress http://ift.tt/2cG7TVB
Vai su www.afnews.info per altre news!

Ok, il Fumetto è Arte e vale un sacco: Hergé al Grand Palais

Ok, il Fumetto è Arte e vale un sacco: Hergé al Grand Palais

L’apertura formale, ufficiale e alla grande del mondo dell’Arte all’arte del Fumetto con la grande mostra dedicata a Hergé a Parigi nel Grand Palais, ha scatenato i media, quasi ci fosse da compensare una sorta di ritardo nel riconoscimento reale del fumetto come arte e del fumettista come artista a pieno titolo. Non c’è giornale o rivista, radio o televisione (per non parlar del web), nella francofonia (e nell’anglofonia) che non dedichi articoli a Hergé e alla sua opera. Come quando uscì il film di Spielberg? No. Molto di più.
Oggi ti segnalo un articolo dedicato all’incredibile valore commerciale dell’arte di Hergé (se possiedi gli originali di cui vedi le immagini, sei ricco e non per scherzo: si parla sempre di milioni di euro…), una serie di scatti (e video) direttamente dalla mostra, e un servizio video dalla mostra. In coda a questo articolo, le relative fonti dirette e il rilancio a uno degli articoli precedenti che contiene anche i 5 video di France 2, che esplorano diversi aspetti della persona e dell’artista. Altro ancora lo trovi, ovviamente, se selezioni la categoria Tintin di afNews: http://ift.tt/2cdnM9I

Fonte1:



from WordPress http://ift.tt/2dJvDgw
Vai su www.afnews.info per altre news!

giovedì 29 settembre 2016

La “disfatta” di Tolosa alza il velo sullo stato reale dell’Animazione italiana

La “disfatta” di Tolosa alza il velo sullo stato reale dell’Animazione italiana

L’animazione italiana al Forum Cartoon

13-16 settembre 2016,  Tolosa (Francia)

Fate conto che si giochi Francia-Italia questa sera. E che uno si metta a vedere la partita di calcio pensando che, sì, si possa anche perdere, ma insomma che ce la giochiamo.

E invece poi l’Italia perde 28 a 1. E meno male che c’è il gol della bandiera.

Una disfatta. Esattamente questo è accaduto al Cartoon Forum, l’evento organizzato a Tolosa dalla Comunità Europea per lo sviluppo dell’industria dell’animazione nel nostro continente. Qui vengono presentati a produttori e broadcaster le possibili nuove serie d’animazione che saranno in tv nei prossimi anni. E, appunto, la Francia ha presentato 21 progetti da sola e 7 in coproduzione.

L’Italia aveva un solo progetto.

Per rimanere nella metafora calcistica avremmo perso con quasi tutte le nazioni europee, e sarebbe stata una Caporetto anche con la Spagna (4), l’Irlanda (8), la Polonia (4), la Germania (8).

La faccenda diventa ancora più grave quando si vanno a verificare le presenze degli addetti ai lavori nei diversi incontri. La Francia ha avuto anche l’incontro con il maggior numero di presenze (307 per “Kung Fu Brothers”, presentato da Millimages) seguito da un altro progetto francese, con 300 presenze (“Runes di “Les Armateurs”). Poi è una continua lista di produzioni francesi, irlandesi, inglesi, con l’apparizione della Svizzera, del Belgio, della Germania e del Canada. La classifica arriva fino al 36mo incontro con 132 presenze, e l’Italia non c’è.

Non ci siamo proprio.

Con tutto il rispetto per Matitanimata, per Franco Bianco, regista e produttore e per Fabio Timodei, Francesco Bufardeci e Francesco Marconi, creatori del progetto “Supermimmo – The Original” che invece c’erano. Ma certo che un progetto si può presentare. Però manca la forza, manca il gruppo, la tattica, insomma, manca “il” progetto.

Sembra che allo Stato, alle istituzioni pubbliche, alla Rai, non interessi affatto che ci siano progetti d’animazione (che offrono posti di lavoro, visibilità internazionale alla nostra creatività, e solidità alla nostra industria culturale) o che non ci siano.

Bisognerebbe spiegare a qualcuno che se la Francia ha investito (in finanziamenti statali, in leggi, in progettualità), se il Cartoon Forum si fa a Tolosa, se su 28 progetti presentati ne realizzerà almeno due terzi, non è perché amano i cartoni animati. O forse sì. Nel senso che i cartoni animati sono cultura, e la cultura, accidenti, è lavoro, impegno, presenza e, anche, denaro. Loro l’hanno capito. Noi proprio no. E rimaniamo a guardarli giocare.

Luca Raffaelli
(Delegato Internazionale di ASIFA Italia)

Articolo pubblicato su Lanciostory – fonte: Asifa Italia



from WordPress http://ift.tt/2dH7SFU
Vai su www.afnews.info per altre news!

Hergé all’ombra di Tintin, il documentario

Hergé all’ombra di Tintin, il documentario

Scritto e diretto da Hugues Nancy, per raccontare l’uomo Hergé, coi suoi alti e bassi, entusiasmi e depressioni, paure, errori e successi, tormenti e gioie. E l’arte del fumetto, la sua arte, raffinatasi man mano nel tempo fino a raggiungere un’estetica personale (che ha fatto, e fa, scuola), miscelata a una narrativa ricca di emozioni (dal riso al pianto), dal taglio cinematografico, veloce, dinamica, sintetica, in grado di raccontare a una quantità di generazioni diverse. Il documentario è stato realizzato per l’omonima prestigiosa mostra di Parigi. Qui puoi vederne alcuni estratti, significativi. In particolare il terzo tratta della tecnica matura di realizzazione con la collaborazione ormai rodata del suo studio, composto da grandi autori, presentando il caso de L’Affare Girasole. Il 19 ottobre 2016 uscirà in DVD.

Come sempre, ti consiglio di non farti frenare se non conosci la lingua: le immagini ti condurranno per mano (mentre per i testi scritti c’è sempre Google Traduttore – o afNews, se proprio non ce la fai a capire).





Altri estratti e altre immagini le avevo proposte in precedenza qui:

Video: Hergé à l’ombre de Tintin su ARTE

Fonte:

I manga delle Scienze ci provano…

Riuscirà la Scienza a rimpiazzare del tutto superstizioni, pseudo-scienze, ciarlataneria, superficialità ecc.? Chissà. Ci si prova. Sul recente Topolino 3175, per dire, è stato ingaggiato persino Einstein, ma, si sa, contro la stupidità umana nulla possono nemmeno gli Dei
Il fumettisti comunque, a volte offrono il loro contributo anche a nobili cause. Così, dal 30 settembre, ogni settimana ci proveranno, in edicola, I manga delle scienze, “un’iniziativa editoriale di “Le Scienze” e “la Repubblica” per studiare e capire fisica, biologia, matematica e molto altro ancora con i fumetti, in modo rigoroso e divertente allo stesso tempo“. Auguri.

Fonte:



from WordPress http://ift.tt/2d9cqq9
Vai su www.afnews.info per altre news!

Siam nel Centro Aerospaziale per il volo siderale!

Siam nel Centro Aerospaziale per il volo siderale!

Cimpellin! Tratto dal Corriere dei Piccoli nº 2 del 10 gennaio 1965.
Leggi (e fai leggere) il fumetto direttamente dalla fonte.

Fonte:

from WordPress http://ift.tt/2cDA4Vf
Vai su www.afnews.info per altre news!

Oltre Tintin e Superman: la diversità del fumetto globale

Oltre Tintin e Superman: la diversità del fumetto globale

La mostra “Beyond Tintin and Superman: The Diversity of Global Comics”, ospitata dall’Università di Berkeley, coordinata da Liladhar Pendse (bibliotecario della Berkeley per i settori Slavo, Europa Orientale, Armenia e Asia Centrale, nonché per gli studi africani), offre ai visitatori al possibilità di esprimersi su come il fumetto riflette le culture, come può offrirne nuovi approcci, come rafforza o distrugge gli stereotipi e così via.

Se ne parla in questo video.

Fonte:

Luciano Bottaro in mostra al Quai des Bulles!

Luciano Bottaro in mostra al Quai des Bulles!

Il tempo passa, ma il ricordo degli amici resta sempre vivo e attuale. Dieci anni ormai, da quando Luciano se n’è andato… Luca Boschi ce lo ricorda nel suo blog, insieme all’occasione della mostra che vede protagonista Luciano Bottaro nel bel festival marittimo. Puoi leggere l’intervento di Luca direttamente dalla fonte, in coda a questo articolo.

Fonte:

La Bonelli intervista Giulio De Vita sul suo Tex

La Bonelli intervista Giulio De Vita sul suo Tex

Giulio De Vita è abituato al fumetto europeo (vale dire, sostanzialmente, francofono), che offre spazio e colore in abbondanza, se si è capaci di utilizzarli al meglio. Giulio ha trasferito questa sua preziosa abilità nel mondo bonelliano, offrendo a Tex un respiro diverso. Ne parla nell’intervista che puoi leggere direttamente dalla fonte.

Fonte:

FotoVideo: visita alla Scuola Internazionale di Comics

FotoVideo: visita alla Scuola Internazionale di Comics

Ho fatto un salto alla sede di Torino della Scuola Internazionale di Comics. Siccome viaggio sempre con la fida Nikon a tracolla, ne ho approfittato per fare qualche scatto. Qui un veloce montaggio, per te. Magari più avanti ci sarà altro, chissà.



from WordPress http://ift.tt/2dFO3ib
Vai su www.afnews.info per altre news!

Tintin: il secondo film? Non credo ci sarà…

Tintin: il secondo film? Non credo ci sarà…

E’ quel che pensa Fanny Rodwell, vedova di Hergé e titolare dei diritti sulla sua opera, gestiti da Moulinsart spa. Lo dice, intervistata da Paris Match, mentre rievoca il suo arrivo negli studi di Hergé come colorista. Più avanti iniziò la relazione col famoso autore. Ora è la più tenace oppositrice all’ipotesi di far realizzare una nuvoa avventura di Tintin a chiunque, ma non si preoccupa di cosa accadrà nel 2052, quando scadranno i diritti sul personaggio: per lei Tintin è solo quello di Hergé e allora “saremo tutti morti!”, commenta ridendo. Puoi leggere l’intervista dalla fonte qui di seguito.

Fonte:

mercoledì 28 settembre 2016

Testa-a-Testa

Topolino 3179, Aurora…

Topolino 3179, Aurora…
Le storie di questo numero

Wizards of Mickey – Aurora (prima parte)

Sceneggiatura: Venerus Matteo
Disegni: Marini Roberto

Wizards of Mickey – Aurora (seconda parte)

Sceneggiatura: Venerus Matteo
Disegni: Marini Roberto

La storia dell’arte di Topolino – Paperaggio e i cartelli dei Ricchiscalchi

Sceneggiatura: Gagnor Roberto
Disegni: Zanchi Stefano

Zio Paperone e il brevetto del provetto

Sceneggiatura: Figus Giorgio
Disegni: Di Vita Giorgio

Manetta e Rock Sassi in: non aprite quel bagagliaio

Sceneggiatura: Faraci Tito
Disegni: Barbaro Graziano



from WordPress http://ift.tt/2dDolLv
Vai su www.afnews.info per altre news!

Tintin è approdato su Android!

Tintin è approdato su Android!

Infine, dopo un sacco di tempo riservato solo ai sistemi Apple, la raccolta completa in digitale di Tintin è disponibile anche su Android! Della serie digitalizzata, con relativi extra, ho già abbondantemente parlato in passato. Trovi tutte le informazioni di dettaglio nella fonte citata in coda a questo articolo. Puoi scaricarlo da Google facendo click qui. Ovviamente il programma è gratuito. Paghi, invece, gli albi che compri. Puoi averli in francese, o in inglese, o…

Fonte:

Il capitano Haddock ti insulta su Twitter!

Il capitano Haddock ti insulta su Twitter!

Davvero! prova tu stesso…



from WordPress http://ift.tt/2cKBNeA
Vai su www.afnews.info per altre news!

Zep, realismo, monachesimo e malinconia

Zep, realismo, monachesimo e malinconia

Malinconia a parte (che è presente anche negli albi del divertentissimo Titeuf), Zep esplora altri orizzonti, con le sue nuove avventure in stile realistico.

Fonte:

Mistero a Milano (puntate 11-19)

Mistero a Milano (puntate 11-19)

Le ultime nove puntate della storia di Dino Attanasio con Amrogio e Gino, apparsa sul Corriere dei Piccoli dal nº 39 del 26 settembre 1965 al nº 5 del 30 gennaio 1966… Falla leggere ai giovani lettori d’oggidì, questa bella storia, dai!

Fonte:

Fior in mostra!

Fior in mostra!

Al Museo Bailo di Trieste, come puoi leggere in dettaglio dalla fonte, nella quale Fior parla anche del suo prossimo fumetto.

Fonte:

Moana: doppio adattamento a fumetti

Moana: doppio adattamento a fumetti

Proprio così. Ci saranno due versione, una “cinecomic”, una tradizionale. Leggi il resto direttamente dalla fonte.

Fonte:

Altan e Mattotti a Lugano Comics

Altan e Mattotti a Lugano Comics

“Fiera-Fumetto, tutto pronto. Torna l’appuntamento con Lugano Comics dal 7 al 9 ottobre. Tra gli ospiti anche Altan e Mattotti…”



from WordPress http://ift.tt/2cUW8vm
Vai su www.afnews.info per altre news!

Bozzetto non troppo, dal 14 ottobre al cinema

Bozzetto non troppo, dal 14 ottobre al cinema

Leggi la fonte per i dettagli.

Fonte:

The Professor di Corbetta a Rapallo

The Professor di Corbetta a Rapallo

Leggi la fonte per i dettagli.

Fonte:

Si va tutti in Piazzetta Magnus, a Bologna!

Si va tutti in Piazzetta Magnus, a Bologna!

La città intende dedicare una piazzetta al magnifico Roberto Raviola, in arte Magnus.

Fonte:

Viewpoint, l’Art Book di LRNZ

Viewpoint, l’Art Book di LRNZ

Sarà pubblicato da Magnetic Press. Ne parla ComicsBlog.

Fonte:

Hergé al Grand Palais: oggi

Hergé al Grand Palais: oggi

Parte oggi la grande mostra nel tempio dell’Arte a Parigi sul creatore di Tintin, Hergé. Gli articoli usciti sono già stati molti, in inglese e francese. Qui, oggi, per l’apertura dell’esposizione al pubblico, qualche video.


VIDEO. Découvrez l’expo Hergé au Grand Palais di lanouvellerepublique


Feuilleton : Passion Tintin (2/5)



from WordPress http://ift.tt/2d5Cxhu
Vai su www.afnews.info per altre news!

martedì 27 settembre 2016

afNewsWebSurf: nuvole di notizie dalla Rete

L’altro Crepax in mostra a Milano!

L’altro Crepax in mostra a Milano!

L’ALTRO CREPAX

30 anni di Clinicommedie su Tempo Medico

15 ottobre – 13 novembre 2016

WOW SPAZIO FUMETTO
Museo del Fumetto, dell’Illustrazione e dell’Immagine animata di Milano
Viale Campania, 12 – Milano

Info: 02 49524744/45 – www.museowow.it – Ingresso intero 5 euro, ridotto 3 euro
Orario: da martedì a venerdì, ore 15.00-19.00; sabato e domenica, ore 15.00-20.00. Lunedì chiuso

WOW Spazio Fumetto – Museo del Fumetto, dell’Illustrazione e dell’Immagine animata di Milano dedica una mostra a Guido Crepax, uno dei maggiori protagonisti del fumetto italiano. Non si tratta però di un percorso convenzionale ma di un’esposizione davvero unica che per la prima volta porta al pubblico milanese un aspetto meno noto della produzione del grande disegnatore: 60 tavole originali disegnate per illustrare le Clinicommedie pubblicate sulle pagine della rivista Tempo Medico dal 1965 al 1993. È infatti sulle pagine di questa importante rivista scientifica che nascono tipi e silhouette di donna che saranno di ispirazione per Valentina e tante altre “eroine” di Crepax e in cui è possibile rivivere alcuni decenni della nostra vita e del costume, seguendo l’evoluzione della figura del medico. La mostra è allestita da WOW Spazio Fumetto con il contributo dell’Ordine dei Medici di Milano, la collaborazione di Zadig e Archivio Crepax e la sponsorizzazione tecnica di Pixartprinting.

Guido Crepax è uno dei più amati fumettisti italiani. Il suo segno unico e la grande sensualità dei suoi personaggi femminili hanno contribuito a renderlo uno dei pochi autori di fumetti il cui nome è conosciuto anche al di fuori della cerchia degli appassionati, in Italia e nel mondo.

La sua creazione più famosa è l’affascinante fotografa Valentina Rosselli, i cui tratti e l’inconfondibile caschetto si ispirano alla celebre diva degli anni Venti e Trenta, Louise Brooks. Nata come comprimario nelle avventure del fidanzato Philip Rembrandt, Valentina diventa presto la vera protagonista della serie e, in breve tempo, uno dei personaggi a fumetti più noti nel mondo.

Oltre a continuare le avventure di Valentina, Crepax, autore assai prolifico, crea negli anni Settanta numerose altre eroine (Belinda, Bianca, Anita), realizzando anche sofisticate versioni a fumetti di alcuni classici della letteratura erotica, a partire da Histoire d’O, seguita da Emmanuelle e Justine, senza dimenticare le splendide rivisitazioni di grandi classici della letteratura, come Dracula (1983) e Frankenstein (2002), l’ultimo fumetto da lui pubblicato.

Non molti sanno che, ancora prima di essere un autore di fumetti, Crepax è stato un illustratore: mentre frequenta la facoltà di Architettura esordisce nel campo dell’illustrazione e della grafica realizzando copertine di dischi, poi immagini pubblicitarie e copertine di libri. Nell’agosto 1958 viene stampato il primo volumetto della collana Piccola Biblioteca Ricordi, dal titolo “Eroi e fuorilegge nella ballata popolare americana”, per il quale realizza copertina e illustrazioni interne.

Ma la sua collaborazione più duratura è senza dubbio quella con Tempo Medico, il primo news magazine rivolto ai medici italiani. Sua è la copertina del numero zero (15 novembre 1958), poi modificata per il numero 1 (marzo 1959), così come quasi tutte le copertine fino alla seconda metà degli anni Ottanta, spesso dedicate a ritratti dei maggiori medici italiani, che ricevevano poi in dono il disegno originale.

Nel gennaio 1965, pochi mesi prima della nascita di Valentina, Crepax inizia a illustrare la rubrica “Circuito interno”, in seguito diventata Clinicommedie, formata da vere e proprie tavole a fumetti dalla struttura sempre più moderna e animata dal caratteristico stile narrativo dell’autore: in ogni numero viene presentato un caso clinico sotto forma di dialogo tra un importante medico e i suoi assistenti, che sulla base dei sintomi presenti cercano di formulare una diagnosi corretta. Il lettore/medico può cercare di formularla insieme ai personaggi, e verificare poi di avere risposto correttamente. La rubrica è stata un appuntamento irrinunciabile per i lettori: Crepax illustra in tutto 356 casi, fino al dicembre 1993. Una produzione poco conosciuta, poco vista e quasi mai ristampata, ma in cui lo stile personalissimo di Crepax è ben presente, con figure femminili che pur avvolte in austeri camici, hanno la medesima sensualità delle più celebri eroine dell’artista milanese. A questo magnifico percorso è dedicata la mostra L’altro CREPAX allestita presso WOW Spazio Fumetto – Museo del Fumetto, dell’Illustrazione e dell’Immagine animata (Viale Campania 12) dal 15 ottobre al 13 novembre.

Dopo una breve presentazione della figura di Guido Crepax, della storia della rivista Tempo Medico e del legame tra di loro, la mostra ripercorre cronologicamente la rubrica “Circuito interno” con una selezione delle più belle illustrazioni originali realizzate dall’autore, accanto ai numeri della rivista.

Il percorso è scandito da pannelli che raccontano per ogni anno un’importante avvenimento del mondo della medicina attraverso un articolo di Tempo Medico e, parallelamente, di cosa si stava occupando Guido Crepax in quel momento, permettendo così di mettere in relazione il suo lavoro per la rivista con quello delle sue produzioni più famose.

Il cuore della mostra sarà costituito da una selezione di 60 tavole originali per “Circuito interno”, grandi fogli di cartoncino Schoeller – proprio come le pagine delle sue storie più famose – dove Crepax incastrava tutte le vignette e le sequenze che sarebbero poi state sparpagliate nelle pagine della rubrica. È la prima volta che questi originali, provenienti dall’Archivio Crepax e della società editoriale Zadig che per decenni ha curato i contenuti di Tempo Medico, vengono esposti al pubblico milanese: un tesoro della produzione di Crepax sconosciuto anche per i cultori della sua opera e che merita di essere riscoperto. Nelle grandi vignette in bianco e nero è possibile rintracciare lo stile del disegnatore, la sensualità delle sue donne, l’attenzione alla moda, la gestualità dei personaggi, il suo inimitabile tratteggio. Ma è nell’invenzione dei casi clinici di ogni puntata che Crepax realizza dei piccoli veri capolavori, riuscendo a donare una personalità precisa in una sola vignetta a ognuno dei 356 pazienti comparsi in 30 anni. Ad affiancare le tavole saranno esposti i giornali da cui sono tratti, per mostrare al visitatore come venivano impaginati i disegni, permettergli di leggere la storia che illustravano e sfidarlo a risolvere l’enigma medico.

Il percorso sarà completato da una piccola selezione delle copertine originali a colori di Crepax per Tempo Medico, divenute assai rare perché sparpagliate nelle case e negli studi di gran parte dei medici ritratti. Tra queste, spiccano quelle dedicate alla rivista stessa, come la versione inedita di quella del numero 100 “Il medico che legge”, scelta come immagine di locandina della mostra.



from WordPress http://ift.tt/2dwSRn5
Vai su www.afnews.info per altre news!

Romano Scarpa (1927 – 2005)

Romano Scarpa (1927 – 2005)

Un Grande del Fumetto Disney Italiano, Romano Scarpa

Fonte:

Chi ricorda Bob Dan?

Chi ricorda Bob Dan?

Chi fu Robert Dansler, alias Bob Dan (1900-1972)?

 Un autore di fumetti, ma anche il segretario generale del sindacato dei disegnatori per l’infanzia nel primo dopoguerra. Ha abbondantemente lavorato per editori come Artima, Ventillard, Chapelle e Del Duca, su serie d’antan come «Bill Tornade», «Jack Sport» e «Tarou». Lo tira fuori dal cassetto degli autori di una volta, Philippe Aurousseau per le éditions de l’Oncle Archibald, come spiega bene Gilles Ratier su BDzoom.

Fonte:

Fernando Puig Rosado passed away

Fernando Puig Rosado passed away

Siné Mensuel ha annunciato la morte del disegnatore spagnolo Fernando Puig Rosado, avvenuta il 25 settembre. Oltre a essere illustratore per l’infanzia, ha anche collaborato a Le Canard enchaîné, Le Nouvel ObservateurLe Figaro littéraire.

Fonte:

Scrittori torinesi per Dylan Dog

Scrittori torinesi per Dylan Dog

Stefano Priarone ne parla su La Stampa. Ma, allora, la Londra di Dylan Dog è Milano o Torino?




from WordPress http://ift.tt/2cyZVO8
Vai su www.afnews.info per altre news!

Nella “Guerra dei Salari” USA un sito web aiuterà gli impiegati degli Studios a riscuotere il dovuto

Nella “Guerra dei Salari” USA un sito web aiuterà gli impiegati degli Studios a riscuotere il dovuto

“Although Disney, Pixar, Lucasfilm, and DreamWorks continue to fight their employees in the wage theft lawsuit, other studios like Sony Pictures Animation, Sony Imageworks, and Blue Sky Studios have agreed to settle the case… Due to the settlement funds provided by these other studios, amounting to nearly $19 million, the court-appointed claims administrator Kurtzman Carson Consultants has set up the web site animationlawsuit.com to help distribute the money… ” [full article here:

from WordPress http://ift.tt/2dwkpJD
Vai su www.afnews.info per altre news!

La Venezia di Hugo & Corto in mostra a Città di Castello

La Venezia di Hugo & Corto in mostra a Città di Castello

È Venezia a far da sfondo alla mostra che l’associazione Amici del Fumetto dedica a Hugo Pratt ecco quindi le intime calli e i campielli, i palazzi e le corti, l’Arsenale, il Ghetto Vecchio, la Scala degli incontri, piazza San Marco. Ma la concretezza geografica dei luoghi si stempera nel fumetto prattiano col clima esoterico a cui la città è avvezza da sempre, tra influenze arabe e apporti di cavalieri teutonici, mentre la tradizione gnostica alessandrina flirta con la kabbala ebraica.

Così, nella Serenissima ci sono anche le speculazioni metafisiche della massoneria e del rampollante fascismo.

Pratt e Corto a Venezia
Città di Castello Palazzo Bufalini
dal 17 settembre al 23 Ottobre 2016

Info:



from WordPress http://ift.tt/2dgvXzj
Vai su www.afnews.info per altre news!

Tintin: ma da dove salta fuori quel ciuffo?

Tintin: ma da dove salta fuori quel ciuffo?

Va bene, non tutti lo sanno, non tutti ci han fatto caso, nemmeno nella francofonia. Tintin non ha sempre avuto il ciuffo sparato in alto. Prima era un ciuffo normale. Poi, durante l’avventura russa (che peraltro è la prima), nella tavola 8, ultima vignetta,  la velocità glielo ha soffiato in alto… e non è più tornato giù. Mai più.

 



from WordPress http://ift.tt/2cHRnYy
Vai su www.afnews.info per altre news!

Mistero a Milano (puntate 1-10)  

Mistero a Milano (puntate 1-10)  

Dino Attanasio, Ambrogio e Gino. Le prime dieci puntate della storia apparsa sul Corriere dei Piccoli dal nº 39 del 26 settembre 1965 al nº 5 del 30 gennaio 1966. Da leggere in linea:




from WordPress http://ift.tt/2d6iziz
Vai su www.afnews.info per altre news!

DareDevil: ecco la nuova statua di Hot Toys

DareDevil: ecco la nuova statua di Hot Toys

Puoi trovare qui di seguito le foto della nuova statuetta/statuona dettagliatissima come d’uso in queste produzioni da collezione.



from WordPress http://ift.tt/2dop7sn
Vai su www.afnews.info per altre news!

Rapalloonia 2016: intervista a Davide Caci

Rapalloonia 2016: intervista a Davide Caci

Il Presidente Caci racconta a Bad Comics presente e futuro della Mostra Internazionale dei Cartoonists:



from WordPress http://ift.tt/2d2X9af
Vai su www.afnews.info per altre news!

Petere Rabbit al cinema nel 2018

Petere Rabbit al cinema nel 2018

E’ andata. I 150 anni di Beatrix Potter dovrebbero aver convinto i produttori della Columbia Pictures a investire sul film dedicato a Peter Rabbit, per una pellicola girata con immagini reali e effetti speciali. In uscita prevista per il 2018. Se vuoi altri dettagli, eccone:



from WordPress http://ift.tt/2dgbQkH
Vai su www.afnews.info per altre news!

Gai-Luron abbaia di nuovo!

Gai-Luron abbaia di nuovo!

La ripresa di personaggi famosi non è cosa banale. Come già detto è toccato anche al divertente e dissacrante Gai-Luron, creato nel 1964 da Gotlib e intenzionalmente ispirato al Droopy di Tex Avery, Del suo ritorno alle stampe parla ActuaLitté:



from WordPress http://ift.tt/2dg8sGx
Vai su www.afnews.info per altre news!

Intervista a Castellini su Blogo

Intervista a Castellini su Blogo

E racconta perché ha scelto la strada del collezionismo, perché non ha eredi artistici e altre cose interessanti:



from WordPress http://ift.tt/2d5JT2a
Vai su www.afnews.info per altre news!

French Comics Framed Festival

French Comics Framed Festival

Parte oggi a New York il grande evento statunitense sul fumetto francofono:



from WordPress http://ift.tt/2cRUJ95
Vai su www.afnews.info per altre news!

La “vita dopo Pixar” di Brenda Chapman, dove Alice e Peter Pan sono fratelli

La “vita dopo Pixar” di Brenda Chapman, dove Alice e Peter Pan sono fratelli

Una bella intervista di Cartoon BrewBrenda Chapman, regista premio Oscar per il film d’animazione targato Pixar “Ribelle -The Brave” (co-diretto, con non poche polemiche, insieme a Mark Andrews).

Tra i suoi tanti progetti, anche un’incursione nel “live action” con la sceneggiatura di un film che vedrebbe riuniti, come fratello e sorella, due degli eroi più celebri ed amati della letteratura per ragazzi (?): Alice e Peter Pan!



from WordPress http://ift.tt/2cRUPgM
Vai su www.afnews.info per altre news!