lunedì 31 agosto 2009

Disney e Marvel: la rivoluzione dell'intrattenimento

Come già riportato da afNews, è notizia di oggi, 31 agosto, che il gruppo di Burbank ha rilevato la Marvel Comics per 4 miliardi di dollari (in titoli e azioni). Questa inattesa fusione apre prospettive quantomeno interessanti nel mondo dell'intrattenimento mondiale: a Topolino, Paperino e altri personaggi di indubbia fama (considerando non il solo fumetto, ma anche l'animazione), si uniscono altri cinquemila (!) character, tra i quali l'Uomo Ragno, i Fantastici Quattro, Hulk... Al momento pare che l'attuale a.d. Marvel, Ike Perlmutter, manterrà la sua carica, lavorando a stretto contatto con la dirigenza Disney. Bob Iger, a.d. della Disney ha parlato dell'aggiunta della Marvel al portafoglio societario, commentando che questa operazione “garantisce significative opportunità di crescita nel lungo termine oltre che la generazione di valore”. L'acquisizione ha creato un gruppo di dimensioni enormi, con conseguenze tutte da valutare. Click qui per l'articolo completo.

Disney si compra Marvel per 4 miliardi

Aver avuto 4 miliardi di dollari in tasca, potevamo comprarcela pure noi, la Marvel. La Disney ce li aveva. Noi azionisti Disney ne veniamo avvisati alle 10:15 di oggi (ora della California) e strabuzziamo gli occhi. E' il primo di aprile? No. Allora la cosa è molto interessante e sta già facendo il giro della rete...

"Worldwide leader in family entertainment agrees to acquire Marvel and its portfolio of over 5,000 characters. Acquisition highlights Disney's strategic focus on quality branded content, technological innovation and international expansion to build long-term shareholder value. Building on its strategy of delivering quality branded content to people around the world, The Walt Disney Company has agreed to acquire Marvel Entertainment, Inc. in a stock and cash transaction, the companies announced today. Under the terms of the agreement and based on the closing price of Disney on August 28, 2009, Marvel shareholders would receive a total of ..." Full article: click here.

Bis: di nuovo contro Tintin in Congo?

Il signor Bienvenu Mbutu Mondondo aveva già fatto parlare di sé qualche annetto fa, quando, per la prima volta, fece causa, in Belgio, alla società Moulinsart (la società che controlla i diritti della serie Tintin) per razzismo e xenofobia, chiedendo danni e la soppressione dell'albo Tintin in Congo. Non ne aveva cavato nulla per cui ora ci riprova in Francia. A dirla tutta, la prima edizione di quell'avventura (molto naif, invero, realizzata da Hergé "per conto e sotto l'influenza diretta dell'abate Wallez", esponente di un cattolicesimo ultraconservatore e di una visione del mondo fortunatamente a noi molto lontana e purtroppo assai diffusa all'epoca) è stata poi modificata da Hergé stesso, anni dopo, proprio per far uscire il suo personaggio, ormai maturo, dal quel contesto. Per cui l'edizione che oggi si trova in libreria non è proprio quell'abisso di razzismo cui farebbe riferimento il querelante. E le ristampe anastatiche della vecchia versione (qui a sinistra) sono acquistate, di solito, da collezionisti che hanno tutti gli strumenti intellettivi per collocarla nel contesto storico e non subirne alcuna nefasta fascinazione. Periodicamente qualche libreria decide che i primi tre volumi più vecchi (che rientrano in quell'influenza citata poco sopra) della serie, devono essere collocati in sezioni adatte, insomma non dati in pasto ai bambini solo perché a fumetti, specie se privi di apposite aggiunte che chiariscano constesto storico ecc. La versione attuale modificata (qui a destra - che, comunque, è di diversi decenni fa) viene anch'essa, talora, venduta con testi aggiuntivi che spiegano e chiariscono. Insomma, anche stavolta in Francia, il querelante non sembrerebbe avere molte chance di far bruciare sul rogo quel libro. Staremo a vedere.

"Le Congolais qui avait lancé une procédure en Belgique contre cet album qu'il taxe de racisme compte lancer également une procédure devant la justice française..." Full article: click here.

La vera storia di Novecento: fumetto lettura a Milano

photo Goria - click per ingrandireNon molto tempo fa il settimanale Topolino ha chiesto ai propri lettori di esprimersi attrraverso il sito per selezionare le migliori storie Disney di tutti i tempi pubblicate in Italia. Le cinque più votate sono state raccolte in un volumetto ad hoc (Topolino Gold) che troverete in edicola dal 16 settembre 2009. La più votata (La vera storia di Novecento di Tito Faraci e Giorgio Cavazzano dal monologo teatrale di Alessandro Baricco) avrà anche l'onore di essere oggetto di una lettura pubblica (la prima volta, per quanto riguarda la Disney Italia), il 19 settembre 2009 alle 16:30, nella Sala delle Colonne del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano. la lettura verrà interpretata dai "Cesaroni". Non mancheranno ospiti graditi... Ingresso gratuito fino a esaurimento posti, ma si può prenotare, leggiamo su Topolino, telefonando al numero 02.36594071. Per ulteriori informazioni potete scrivere qui: info@memorianetwork.com .

Cartoonist vs. Cartoonist?

Non è certo la prima volta che un autore di fumetti prende di mira (seriamente, pur se con gli strumenti della satira disegnata) altri autori di fumetti. Al Capp (quello di Li'l Abner), che non risparmiava critiche proprio a nessuno (ricordate il caso di John Lennon?) lo faceva, eccome, tanto che una volta Schulz (quello dei Peanuts) se la prese davvero parecchio, se non ricordiamo male, anche se poi ammorbidì la propria posizione pubblica. Ma un caso come quello che segnaliamo oggi [attenzione: se vi interessa la polemica, fate click sui link che seguono, altrimenti lasciate perdere] in Italia non ce lo ricordavamo (click qui, sarà che siamo di memoria scarsa). Forse ci sarebbe sfuggito (o meglio, lo avremmo notato in ritardo) se non fosse stato segnalato da un altro fumettista, nel proprio blog (click qui), fumettista che, peraltro, appare anch'egli nelle tavole satiriche cui abbiamo accennato, nelle quali il "bersaglio" principale però è un altro ancora (click qui). Di più non è il caso di dire (come dicevamo, se volete saperne di più vi basta seguire i link), tranne che se i fumettisti polemizzano a fumetti, mal che vada almeno è un bel vedere. Se invece faranno a botte, lo troverete sulla cronaca nera.

Marty Murphy passed away

Mark Evanier ha segnalato nel suo sito la morte di Marty Murphy, cartoonist statunitense, avvenuta il 26 agosto 2009.

"I'm sorry to report that cartoonist Marty Murphy passed away on Wednesday evening. I'm also sorry to report that I don't have a lot of biographical info to pass along here. Marty was a highly-regarded and well-liked creator of funny pictures but there doesn't seem to be a lot of history available on him. He worked extensively in animation... for a long time, at UPA on shorts and on Mr. Magoo's Christmas Carol, for which..." Full article: click here.

Web 2: arriva Rizzoli Lizard

Evviva il web 2.0! I lettori non possono che gradire l'adesione delle case editrici a questo modo di rapportarsi col pubblico. Ecco dunque anche Rizzoli - Lizard che, dopo aver fatto un bel restyling del proprio sito web, apre la propria pagina su FaceBook (click qui) e un Blog (click qui) e Twitter (click qui) e Flickr (click qui), in modo da "avvolgere" i lettori con le proprie notizie e consentire una adeguata comunicazione a "doppia via". Ne trarranno vantaggio i lettori e l'editrice stessa. Benvenuti, allora! E che il buon esempio continui a diffondersi nell'italico comicdom.

The Italian publisher Rizzoli - Lizard (in its catalogue: Tintin, Corto Maltese, Toppi, Giardino, Satrapi, Wazem, Peeters, Buzzelli, Crepax, Juillard, Manara, Milazzo, Micheluzzi ecc.) is now in the Web 2.0: just click the links in the article to learn more.

FdT - La sorpresa di Prince Valiant

click per ingrandirePuò capitare anche questo, in pieno Rinascimento Americano della Striscia Classica Sindacata. Arriva il primo volume della nuova edizione dell’immortale Prince Valiant di Harold Foster ad opera della Fantagraphics, con i primi due anni di produzione (Prince Valiant vol. I: 1937-1938 by Hal Foster, Fantagraphics books, 2009, 112 pagg., col., cm. 25,5 x 36, ril.) e lo sfogliamo con curiosità, ammirando subito la straordinaria resa dei colori (con qualche minima perplessità, diremo poi), la perfetta scelta della carta, il grande formato, la cura sopraffina dell’edizione. Rileggiamo dopo tanti anni la prima tavola, ma non certo con l’intenzione di affrontare di nuovo l’intera epopea del giovane Principe di Thule. Troppi pregiudizi ci frenano: i fumetti degli anni Trenta, anche i più grandi, sono ormai da leggersi eventualmente contestualizzati; troppo tempo è passato, affiora inevitabile l’ingenuità delle trame e anche del disegno; molti stereotipi (razziali, ideologici, ecc.) sono disgraziatamente da considerarsi scorretti; e via di questo passo. Càpita, invece, che dopo la prima tavola leggiamo affascinati la seconda, avvinti dall’intreccio e dalle sfaccettature psicologiche del personaggio, oltre che dallo strepitoso segno di Foster… E poi divoriamo la terza, la quarta e tutte le altre. Solleviamo la testa dopo un paio d’ore, affascinati, con la voglia di un secondo volume (che apparirà solo a primavera, ahimè) e sazi della soddisfazione di chi ha letto un gran romanzo. Com’è possibile? Poi ci ricordiamo di aver letto Valiant, l’ultima volta, quasi trent’anni fa, nell’edizione Conti, e in seguito di averlo solo guardato. E poi qualcosa di molto simile ci è successo, nei mesi scorsi, con Terry di Caniff e Dick Tracy di Gould. Altro che contestualizzazione, distacco critico, e altre cervellotici atteggiamenti mentali: Prince Valiant, oltre settant’anni (!) dopo la sua prima edizione sui quotidiani statunitensi, resta fresco, avvincente, godibile, e proprio niente affatto banale. E meravigliosamente disegnato, come abbiamo sempre saputo. Fatta questa lunga premessa, diciamo qualcosa su questa nuova edizione. Come spiega una nota in coda al volume, la fonte di quasi tutte le pagine è una collezione pressoché completa di prove di stampa. Il formato, la carta patinata semi matt, gli inchiostri, tutto fortunatamente contribuisce a una resa grafica strepitosa: tutt’altra cosa rispetto alla precedente edizione Fantagraphics, basata su di un’iniziativa europea, con i colori rifatti e il tratto ingrossato. Qui sembra di avere davanti una patinata d’epoca. Basta solo non osservare le vignette troppo da vicino, magari con una lente: perché allora scopriamo che il tratto nero è stato fotografato (scansionato) insieme al colore, con una perdita di “compattezza” che a quanto pare è lo scotto da pagare alle nuove tecniche di riproduzione. Ma basta allontanare gli occhi di qualche centimetro e tutto torna glorioso. Acquisto obbligatorio. [FdT è una rubrica di Leonardo Gori]

domenica 30 agosto 2009

Un Museo del Fumetto sempre più in linea

Il Museo del Fumetto di Angouleme, ormai stabilito nella sua nuova sede, parte integrante della Città del Fumetto e dell'Illustrazione (ente nazionale francese), come ogni museo moderno che si rispetti, oltre a possedere ricche collezioni, ha anche un catalogo digitale, con la possibilità di sfogliare le rarità via internet. I vari fondi vengono passati agli scanner e preparati per la lettura digitale. Per esempio, se fate click qui, potete godervi il fondo Alain Saint Ogan e leggervi un Zig et Puce d'epoca, o consultare rari manoscritti; click qui, invece, per il fondo Quantin. Il catalogo del museo fa ovviamente parte della catalogazione delle Biblioteche di Francia (naturalmente tutto in linea).

"En s’installant dans de nouveaux espaces, le musée de la bande dessinée a redéployé l’ensemble de ses collections permanentes sur une surface d’environ 1 300 m², bénéficiant d’une scénographie sobre et élégante qui valorise les œuvres originales. Les règles de conservation des œuvres sur papier obligent le Musée de la bande dessinée à ..." Full article: click here.

sabato 29 agosto 2009

E non dimentichiamo Romics...

Alle manifestazioni fumettistiche citate ieri (in prossimità e segnalateci via internet) aggiungiamo oggi la nota romana Romics, che si svolgerà dall'8 all'11 ottobre 2009 alla Nuova Fiera di Roma. Click qui per il sito ufficiale, mentre su FaceBook trovate alcuni gruppi ad hoc (click qui).

Motion Comics as SuperGulp?

Certo, fa effetto vedere queste cose, che i "ragazzi" di SuperGulp, i fumetti in TV (nella RAI di tanti anni fa) facevano artigianalmente, rifatte ora, via computer e distribuite su supporti digitali di vario tipo, e vendute come fossero delle eccezionali modernissime trovate... Vabbe', comunque ecco, tra le tante proposte d'oggidì, la serie Superman Red Son, a 0.99 centesimi di dollaro a episodio. Click l'immagine per buttare un occhio...

Did you know? This kind of "motion comics" were regularly done in Italy since 1969 for years at RAI TV by Guido De Maria and Giancarlo Governi, long before personal computers. The program was Gulp! and SuperGulp! Learn more: www.gulpsupergulp.it

venerdì 28 agosto 2009

Festival: Treviso, Lucca e Cesena si avvicinano

Le segnalazioni arrivano abbondanti dalla rete e ve le riportiamo, man mano che ci raggiungono... FaceBook in particolare sembra molto vivace, al momento. Tocca quindi a Cesena Comics & Stories (click qui per FB e click qui per il sito) in attività dal 9 al 15 novembre 2009. Ecco quindi una nota su Treviso Comic Book Festival - Fumetti in TV 2009, aperta dal 26 al 27 settembre 2009: click qui per FB e click qui per il sito ufficiale. Ovviamente c'è anche Lucca Comics & Games dal 29 ottobre al 1 novembre 2009: trovate la manifestazione nel suo sito ufficiale (click qui), e su FB trovate diverse pagine (click qui - quale sarà, se c'é, quella ufficiale? A voi la ricerca), mentre la relativa SRL ha occupato la spazio internet che una volta era della manifestazione. Superfluo dire che FaceBook si sta riempiendo di pagine dedicate al fumetto e, tra queste, a manifestazioni, enti ecc. Difficile a colpo d'occhio capire se siete finiti su una pagina "ufficiale", o su un gruppo di fan autogestiti o chissà cosa: dovete controllare la sezione Info di ogni pagina e cercare di capire di che si tratti. Oppure passare dal sito ufficiale e controllare se lì c'è il link alla relativa pagina ufficiale su FaceBook. Non diventateci matti: con molta calma, esplorate. Se poi non trovate, pazienza: chi vuol farsi trovare, vedrete che si darà da fare. Oppure potete chiedere a noi. Tra l'altro per afnews non c'è da sbagliarsi, la nostra pagina su FB è questa: www.facebook.com/afnews.info/, non altra (ma, tanto per esagerare, siamo anche su FriendFeed, Twitter, Blogger, FeedBurner, Flickr... e chissà dove altro, in futuro. E' così divertente il web!). Buon divertimento, allora!

Premio Belgio 2009 - ultimi giorni e puoi votare

Ultimi giorni per partecipare al Premio Belgio 2009 indetto da Anonima Fumetti, Ufficio Belga per il Turismo, CTS e Brussels Airlines. Dal 1 settembre la Giuria sarà al lavoro per selezionare i vincitori che potranno fare la loro "gita fumettistica" a Bruxelles. Potete trovare tutti i dettagli qui: www.anonimafumetti.org/premiobelgio2009/ e potete votare le opere in concorso nel sito ioGiro facendo click qui.







Mostra: Giorgio Cavazzano, segniDsegni a Oderzo

Riceviamo - comunicato stampa: "La Mostra “segniDsegni” finanziata e promossa dalla Fondazione Oderzo Cultura si svolgerà dal 5 settembre al 4 ottobre 2009 presso il Palazzo Foscolo a Oderzo. L’inaugurazione si terrà a mezzanotte del 4 settembre alla presenza del maestro. La Mostra è nata da un’idea di Andrea Princivalli, sostenuta da Anna Alemanno del cda della Fondazione Oderzo Cultura, con la direzione artistica di Francesco Verni e l’allestimento a cura di Marco Dabbà della esaExpoMostre. La mostra esplorerà l’attività di questo importante artista-fumettista raccogliendo, in via esclusiva e praticamente per la prima volta, 150 tra le migliori tavole preparatorie con le quali l’autore è arrivato a realizzare le famosissime storie Disney e non solo. Dalle prime idee su un foglio bianco ai primi schizzi, la mostra sarà l’occasione per poter entrare nel laboratorio segreto dell’artista. Nei giovedì di settembre si svolgeranno sempre presso il Palazzo Foscolo a Oderzo quattro “Serate Animate” nelle quali saranno proiettati rari cartoons Disney e non, commentati e presentati dal curatore della Mostra. La mostra opitergina proseguirà dal 6 ottobre al 1 novembre 2009 con un evento espositivo nella Galleria Zeroimage nel foyer di Cinemazero a Pordenone. L’inaugurazione è fissata per il 5 ottobre alle 19.00 con presenza dell’autore e per l’occasione la proiezione di rari cortometraggi Disney sonorizzati live. In questa sede saranno esposte alcune tavole e alcuni schizzi delle famose trasposizioni a fumetti di film famosi quali: Casablanca, La Strada, Novecento, con le quali Cavazzano è diventato celebre. La mostra è curata da Tommasio Lessio e Silvia Moras della Mediateca di Cinemazero. Gran finale il 31 ottobre con “Notte Halloween” dalle 22 con proiezione di cortometraggi “di paura”. Il catalogo della mostra, a tiratura limitata e “fuori commercio”, ospita interventi di Vincenzo Mollica, Giorgio Pezzin, Valentina De Poli, Tiziano Sclavi, Silvano Mezzavilla, Alpo, e raccoglie, in un insolito volume a forma di blocknotes curato graficamente da Federica Bortolotti e Andrea Princivalli, alcune delle tavole esposte. Un catalogo particolare per 2 mostre originali dedicate a un grande artista del fumetto italiano."

giovedì 27 agosto 2009

Giorgio Pezzin presenta Davide Perconti ad Adria

Riceviamo: "Con il patrocinio della Pro-loco di Adria, sarà allestita una mostra personale di Davide Perconti (disegnatore attualmente in forza allo staff di Nathan Never - Sergio Bonelli Editore), presso la sala Cordella in Corso Vittorio Emanuele II, dal 19 al 25 Settembre 2009. Saranno esposte tavole originali di Legs Weaver, Gregory Hunter (Sergio Bonelli Editore), Meg (Messaggero dei Ragazzi) e anche varie illustrazioni, oltre ad acquerelli e oli su tela. All'inaugurazione sarà presente il noto sceneggiatore Giorgio Pezzin, (Disney, Winx, Sergio Bonelli Editore, Messaggero dei Ragazzi...) che presenterà la mostra. Inaugurazione: Sabato 19 Settembre - ore 17:00. Orario apertura settimanale: dalle ore 16:30 alle ore 19:30 - Domenica compresa. Per informazioni: www.prolocoadria.it - info@prolocoadria.it"

Blake e Mortimer: la maledizione

L'immarcescibile serie Blake e Mortimer, basata sui personaggi creati da Edgar Pierre Jacobs, sta per uscire con un nuovo avvincente episodio, La maledizione dei trenta denari, episodio del quale abbiamo parlato più volte su afNews. Click a fianco per la copertina e qualche dettaglio.

The new Blake & Mortimer is coming. Just click the image.

Ignatz Awards: Giandelli fra i candidati

C'è l'italiana Gabriella Giandelli (con Interiorae, Fantagraphics/Coconino) tra i candidati agli Ignatz Awards 2009. Click qui per l'elenco dei nominati.

"SPX 2009 hosts the thirteenth annual presentation of the Ignatz Awards, a celebration of outstanding achievement in comics and cartooning. The Ignatz, named after George Herriman’s brick-wielding mouse, recognizes exceptional work that challenges popular notions of what comics can achieve, both as an art form and as a means of personal expression. The Ignatz Awards are a festival prize, the first of such in the United States comic book industry. The nominees for the ballot are determined by a panel of five comic artists, which are voted on by the attendees during SPX. The Ignatz Awards will be presented at the gala Ignatz Awards ceremony held on Saturday, September 26, 2009 at 9:00 PM..." Full article: click here.

mercoledì 26 agosto 2009

Ted Kennedy muore ed esce il suo fumetto

E' ovviamente solo una triste coincidenza, ma è in uscita, nella serie a fumetti dedicata ai politici statunitensi, proprio l'albo dedicato a Ted Kennedy, come potete leggere nell'articolo di Rick Marshall qui di seguito.

Ted Kennedy Comic Book Announced Hours Before Senator's Death by Rick Marshall. In what now seems unfortunate timing, popular biography comic publisher Bluewater Productions announced the latest subject in its line of "Political Power" comics yesterday evening: Senator Edward "Ted" Kennedy. The Democratic senator and leader of one of the most powerful political families in U.S. history died just before midnight last night. Bluewater's press release regarding "Political Power: Ted Kennedy" went ..." Full article: click here.

Vincenzo Cerami: la grande mostra mercato dei fumettisti

Dove e quando si terrà la "grande mostra-mercato dei fumettisti nel mondo... i cui proventi della vendita saranno tutti per aiutare l’arte a rinascere in Abruzzo"? Bisogna chiederlo a Vincenzo Cerami (scrittore, sceneggiatore, amante del fumetto) nella sua veste di Assessore del Comune di Spoleto. In parte le risposte sono su Il Centro, nell'intervista a Cerami: la manifestazione si terrà in dicembre. Click qui per leggere l'intervista.

Enzo Baldoni, noi ce lo ricordiamo

Enzo Baldoni noi ce lo ricordiamo. Noi, sì. Collega, da diversi punti di vista. Giornalista, pubblicitario, blogger, traduttore di fumetti e che altro? Tanto. Essere umano, anzitutto. Il 26 agosto 2004 l'hanno ammazzato. Cavolo, sembra un secolo fa! Noi ce lo ricordiamo bene. Si parla di lui, diciamo "per coincidenza"?, nel blog di Luca Boschi, anche a motivo di un fumetto di Sergio Nazzaro e Maurio Biani, che tratta di cose dannatamente attuali. Tutto leggere, il post del Boschi, il fumetto, il resto, i commenti. E, se non ricordate, può essere molto utile. Tanto più che questo è un pianeta molto mal frequentato e di esseri umani ce ne sarebbe davvero bisogno. Forza: fate click sull'immagine qui accanto!

Mostra e mercato a Falconara

"Dal 28 agosto al 6 settembre 2009 a Falconara Marittima (Ancona) si terrà la 26° mostra-mercato del fumetto, l'ormai storica e rinomata manifestazione curata da Franco Spiritelli (uno dei fondatori di Fumo di China). Nella piazza principale ci saranno i banchi dei rivenditori di fumetti da collezione e nei locali del Comune saranno allestite tre mostre dedicate ai "cattivi" nel fumetto, tra cui una di originali di Massimo Bonfatti con tavole originali di Cattivik (ovviamente), Leo Pulp e disegni vari. Come tradizione la mostra sarà integrata dalla pubblicazione di un catalogo ricco di illustrazioni e articoli sul tema. Sabato 29 Bonfatti sarà presente con altri autori (Fabio Celoni, Pino Rinaldi, Marco Bianchini) per incontri con i visitatori e gli amici." Info: click qui.

Un Tintin di cartoncino

Ne parla anche Gene Kannenberg Jr. su Comics Research. E' il Tintin da costruirsi col cartoncino. Una delle tante trovate (non autorizzate dalla società per azioni Moulinsart, sospettiamo) che i fan di Tintin stanno creativamente creando in attesa dell'uscita del film (e mentre le polemiche aumentano l'antipatia di cui la Moulisart si sta coprendo, grazie alle irose "uscite" del suo amministratore delegato). Potete vederlo in dettaglio facendo click sulla foto qui accanto. Lì troverete lo zoom di Flickr per scaricarvi il formato gigante, oltre alla foto che mostra il risultato. Buon divertimento!

Paper Toy Tintin by Cleber Machado: just click the image.

martedì 25 agosto 2009

Riviste per giovani lettori - una prima occhiata estiva

Dal nostro punto di vista, ché ai bambini (e ai ragazzini) teniamo in modo speciale, il panorama offerto in Italia è decisamente troppo scarso, poco vario, non abbastanza stimolante ecc. ecc. ecc. I nostri parametri minimi sono molto alti, perché alta è la considerazione che abbiamo per il Futuro dell'Umanità. Ribadito questo concetto di base (che potrebbe vederci insoddisfatti ancora a lungo), veniamo alla realtà attuale, in cui al Futuro dell'Umanità in Italia si offrono da un lato i "prodotti Disney" e dall'altra i "prodotti Cattolici" (e il resto sembra, per ora, non avere ancora "numeri" significativi). Tra questi prendiamo per ora in esame le due riviste settimanali principali. Topolino sta evidentemente cercando di fare, nella sua nuova Direzione ormai consolidata, dei passi in avanti: alcune storie vengono contestualizzate con redazionali ad hoc, per esempio, a fronte di inevitabili alti e bassi, e trattano temi che uniscono al divertimento puro stimoli utili a far sviluppare, nei giovani lettori, capacità critica e intelligenza. Altre, purtroppo, sembrano produrre esattamente l'effetto opposto. Ma l'impressione che ne ricaviamo è che ci sia la volontà di andare in una direzione positiva. Insomma, qualche segnale incoraggiante e molte speranze da concretizzare. Con i (quasi) inevitabili limiti di una casa editrice "mono-stile", ma qui non siamo in Francia, dove una legge aveva imposto al Topolino locale di pubblicare anche storie di autori nazionali con personaggi di proprietà degli autori stessi, favorendone così, a forza, la varietà di stili, temi ecc. Il Giornalino ha anch'esso cambiato Direzione, ma non, ovviamente, la direzione che è caratteristica di questa longeva testata cattolica. Ora gode di un periodo particolare, segnato dai festeggiamenti per gli 85 anni di vita, che vede la ripubblicazione di gioielli del passato, commentati puntualmente da Davide Barzi, dalla notevole Petra Cherie di Attilio Micheluzzi, al Larry Yuma di Claudio Nizzi e Carlo Boscarato ecc. Questo arricchisce la testata, ma non facilita la comprensione di un nuovo corso stabilizzato, che quindi esamineremo in seguito con più attenzione, per quanto riguarda i fumetti. Non entriamo, invece, nel merito dei redazionali, come dire, "naturalmente di parte", in quanto trattano temi specifici della teologia. Non prendiamo quelli in considerazione, per i motivi detti, e ci occupaimo solo degli altri redazionali, che valutiamo positivamente perché curati, attenti ai giovani lettori, capaci di affrontare tematiche complesse e difficili con equilibrio. Per capirci, temi come la scienza, o quello della molteplicità delle religioni, o dell'ateismo, o della sessualità, o della cronaca quotidiana ecc., vengono di norma proposti in modo chiaro, onesto e sensato (al di là della possibile differenza di opinioni, anche da parte dei lettori, su specifiche questioni, si capisce). Tanto che noi, che non siamo ne' fedeli ne' credenti, ci siamo talora trovati, in passato, ad apprezzare più i redazionali che non i fumetti pubblicati. In conclusione, continua a esserci, sui grandi numeri, poca possibilità di scelta in Italia, rispetto a quanto dovrebbe esserci per i nostri figli, ma ci sono realtà che, come abbiamo rilevato, consentono qualche speranza, il che non è poco dalle nostre parti. Nella calura di questa estate non andiamo oltre. L'autunno ci dirà se ci saranno ulteriori sviluppi.

lunedì 24 agosto 2009

Adele Blanc-Sec by Luc Besson: riprese iniziate

"Sono cominciate a Parigi le riprese del nono lungometraggio di finzione cinematografica di Luc Besson, Les Aventures extraordinaires d'Adèle Blanc-Sec, primo capitolo di una trilogia tratta ..." Articolo completo: click qui.

"Shooting has started in Paris on Luc Besson’s ninth feature, The Extraordinary Adventures of Adèle Blanc-Sec. This is the first instalment in a trilogy adapted from Jacques Tardi’s..." Full article: click here.

Mostra: il fumetto comico italiano per ragazzi

"C'è tempo fino al 4 ottobre per visitare una mostra ampia e articolata su uno degli argomenti ai quali siamo più affezionati: il fumetto comico italiano per ragazzi (e in definitiva per tutti). Con il patrocinio della Regione Autonoma Valle D’Aosta - Assessorato Istruzione e Cultura, ha visto la luce e prosegue con successo la mostra La valle dei Fumetti, presso il Castello di Ussel a Châtillon, non lontano da Aosta. E' là che bisogna recarsi! La cura è del solerte e famigerato Dino Aloi, con la collaborazione di Claudio Mellana, Milko Dalla Battista, Claudio Puglia e Pierluigi Sangalli, presente con alcuni suoi colleghi anche in forma di autor-espositore di un grosso quantitativo di tavole, storie e personaggi (vuoi appositamente creati, vuoi ripresi da altri autori e fatti evolvere amorevolmente)... I cinque autori che la rassegna privilegia, lo stesso Sangalli, Tiberio Colantuoni, Sandro Dossi, Alberico Motta e Nicola Del Principe, hanno saputo dare l’impronta determinante per trovare il consenso dei bambini che sono rimasti attratti dai loro personaggi, alcuni dei quali, come il Braccio di Ferro ideato dall’americano Elzie C. Segar, realizzati su concessione e licenza... A corredo della mostra, sono stati pubblicato due cataloghi ricchi di immagini a cura di Dino Aloi ed editi da Il Pennino. In uno vengono approfondite tutte le tematiche impreziosite da interventi critici di Luca Boschi, Gian Paolo Caprettini, Fabio Norcini, Gianfranco Goria, Riccardo Migliori, Loris Cantarelli e Alberto Gedda..." Articolo completo: click qui.

Zoo gratis! Ma a fumetti...

Si tratta qui della rivista francese sul fumetto Zoo, che potete leggere gratis e scaricare via internet dal sito ufficiale www.zoolemag.com, anche in alta definizione, se vi va. Nell'ultimo numero, il 20, tutto su Manga (e parenti), qualcosa sui 75 anni della rivista Disney Le Journal de Mickey, note sul nuovo Museo del Fumetto di Angouleme, e, a dirla tutta, un sacco di altre cose. E gli arretrati sono tutti in linea. Che non si dica che non si trova da leggere gratis! Vi segnaliamo, sul numero 19, il documento che dimostra (Blob! Blob! lo vedete qui accanto: fateci click sopra) come la serie di fantascienza Valerian di Mézières sia stata la base iconografica di Guerre Stellari. Non ci credete? Le immagini parlano da sole e le date di pubblicazione sono inesorabili. Ma tutti noi sappiamo bene che alcuni famosi registi statunitensi non hanno mai fatto mistero del loro entusiastico apprezzamento per il fumetto franco-belga, che hanno reinterpretato (non semplicemente "citato") in modo notevole. Buona lettura!

Free magazine about comic art, in french, on line. It's Zoo: click here to get it and enjoy.

domenica 23 agosto 2009

Video: il documentario su Bill Watterson!

Ecco il video che promuove il documentario (del quale abbiamo già parlato su afNews) dedicato a Bill Watterson, il creatore della eccezionale serie Calvin & Hobbes. Trovate tutto sul film qui: www.dearmrwatterson.com. Alla voce Participate del sito, trovate anche i realtivi link di FaceBook, YouTube ecc., se volete dire la vostra. Buona visione!

Teaser from DMW on Vimeo.

The documentary about Bill Watterson, the creator of the strip Calvin & Hobbes.

sabato 22 agosto 2009

Verità Non Verificate su Bonvi

La questione non riguarda solo superstizioni, religioni, credenze, complotti, pseudo-scienza ecc. La mancanza di abitudine all'approccio scientifico e la tendenza a "credere" senza approfondire, invece di ragionare e cercare la verità, si applica in generale. Anche al piccolo mondo del fumetto. Almeno questo vien da considerare leggendo l'articolo di Luigi Siviero (click qui) che rivela come per anni sia circolata (e sia in giro fino a oggi) una errata attribuzione di un premio a Bonvi. Premio che non ha mai ricevuto, a quanto pare. Ma che molti hanno riportato. Un po' come per anni ha circolato tranquillamente la bufala inventata di sana pianta da Alfredo Castelli sull'inesistente autore Disney Al Levin. O quella secondo cui Yellow Kid sarebbe stato il "primo" personaggio dei fumetti nella storia mondiale. La "scoperta" di Siviero servirà da stimolo, almeno nel piccolo mondo del fumetto italiano, per superare l'atavica pigrizia che ci impedisce di cercare la verità, o almeno di fare qualche piccola ricerca aggiuntiva prima di diffondere "verità non verificate"? Magari ci si può provare... Potremmo scoprire, per dire, che veramente Bonvi ricevette quel premio belga in Francia (il fondatore del premio, André Leborgne, era anche tra i "co-fondatori" del Festival di Angouleme ed era nella giuria nel 1974), chissà.

Li faremo morire dalle risate!

Pare che la frase che titola questo articolo c'entri qualcosa con un tal Léo Taxil, figura nota ai tempi della separazione tra lo Stato laico francese e la Chiesa Cattolica. Su di lui, famoso all'epoca per le bufale costruite ad arte per coprire di ridicolo l'ambiente religioso integralista, trovate tutto, naturalmente, su Wikipedia. Altrettanto spiritosi sono il fumettista Philippe Bercovici e Mohamed Sifaoui, autori, come avete letto su afNews, del volume Ben Laden dévoilé (Bin Laden svelato) in cui l'attacco all'integralismo (islamico, stavolta) sembra essere feroce quanto divertente. Ma si dice che gli integralisti, in genere, non siano famosi per il sense of humour e così sono partiti i primi attacchi, via FaceBook, per ora. Be', finché è solo via FaceBook... Potete saperne di più leggendo l'articolo di Didier Pasamonik su ActuaBD: vi basta fare click sull'immagine qui accanto.

"C’est l’un des bouquins les plus gonflés de la rentrée, une sorte de « Face kärchée de Ben Laden », un « attentat humoristique contre l’intégrisme » dont le scénario est signé d’un spécialiste des mouvements fondamentalistes musulmans, Mohamed Sifaoui. Une exploration à la fois drôle et effrayante d’un phénomène de notre temps. La réaction ne s’est pas faite attendre : ses auteurs ont déjà été piratés sur Facebook..." Full article: click here.

Spunti per storie a fumetti, ma... occhio alla penna!

Molti spunti per la narrativa, anche disegnata, possono arrivare dai temi trattati nel video di oggi. Come sempre, però, onde evitare di fare la figura dei babbei (o peggio), conviene non confondere "realtà" e fantasia, o finzione, o speranza, anche se è naturalmente ben più faticoso ragionare e cercare la verità che credere senza approfondire. Fiction, fantasy e science-fiction, sono affascinanti categorie della narrativa. Vanno bene per noi fumettisti per farci una storia, ma la Storia (privata o collettiva) è ben altra cosa. Buona visione.

Siti utili per spunti e informazioni: www.superquark.rai.it - www.cicap.org - attivissimo.blogspot.com

La guerra dei bambini soldato

"Non sono molti i libri a fumetti che vengono stampati con un glossario, scrive il New York Times. Ma non sono neppure molti i libri a fumetti recensiti sul New York Times. È il caso di Unknown Soldier..." Articolo completo sull'argomento (che in rete sta suscitando anche polemiche legate al concetto di "guerra giusta", propaganda, rambismo ecc.): click qui.

"Civil War in Uganda, Illustrated and in Panels. Not many monthly comic books come with a glossary, but not many comics are like Unknown Soldier. The series, written by Joshua Dysart and illustrated by Alberto Ponticelli, is set in Uganda and includes a reference guide with more than 20 entries, including background on the brutal rebel group the ..." Full article: click here.

venerdì 21 agosto 2009

Computer problems

computer BAB by Gianfranco GoriaEstate con problemucci informatici, anche per afNews. Risolto, e si spera che tenga, quello relativo al caricamento delle immagini via Blogger (i collaboratori di afNews possono nuovamente lavorare a pieno regime), è ancora in piedi quello delle notizie di afNews da pubblicare su Google News (che periodicamente si ripropone) e quello della pagina di afNews su FaceBook che per tutta la giornata è stata "misteriosamente" non disponibile (ma è sempre possibile diventare fan di afNews facendo click sull'apposito pulsante nella colonna qui a destra, fan che sono sempre in vista e contattabili). Be'... domani è un altro giorno...

Festival Komikazen: al via il concorso

Gli aspiranti fumettisti dell'Emilia Romagna hanno un'ottima opportunità per vedere pubblicata da Comma 22 la propria storia a fumetti. L'occasione è offerta dalla "Selezione di fumetto Regione Emilia Romagna" (la cui scadenza è fissata inderogabilmente a venerdì 4 settembre 2009) realizzata dall'Associazione Mirada in collaborazione con Regione Emilia Romagna, Comune di Ravenna, Giovani artisti dell’Emilia Romagna, Comma 22, Centro Andrea Pazienza e Associazione Culturale Hamelin. Alla pubblicazione della miglior storia si aggiunge una mostra delle opere selezionate nonché la partecipazione gratuita a interessanti workshop. Il tutto è legato stretto al Festival Komikazen. Per saperne di più è possibile consultare il bando, pubblicato integramente su Stunf.it. L'illustrazione pubblicata in questo articolo è stata realizzata da Marina Girardi, vincitrice della passata edizione.

Comics in Green sulle Mura di Lucca

Molti degli eventi lucchesi sono accompagnati da piccole "degustazioni" a fumetti. Nella città di Lucca Comics and Games e del Museo del fumetto, del resto, non potrebbe essere altrimenti. Pillole di comics accompagnano avvenimenti più o meno tradizionali, più o meno mondani. Ma non sempre il progetto rende merito alla città e alle sue due importanti realtà di settore. Prendiamo ad esempio un paio di appuntamenti recenti: il primo Festival polisensoriale si è concluso con successo, mentre la presenza fumettosa all'interno delle iniziative programmate per il Ferragosto sul fiume Serchio non ha creato altro che un po' di colore. Ora il Comune di Lucca e il Muf ci riprovano con Comics in Green. Cioè un "evento nell'evento" che ci auguriamo possa dare maggiore corpo alla presenza dei fumetti nella vita e nelle abitudini cittadine. Durante Murabilia, l'annuale mostra mercato del giardinaggio organizzata sulle mura urbane e in programma dal 4 al 6 settembre 2009, sarà allestita una "struttura concepita per essere utilizzata anche successivamente in occasione della partecipazione del Comune di Lucca a fiere e promozioni in Italia e all’estero". Per scoprire di cosa si tratta fare click qui o sull'immagine per accedere all'articolo pubblicato sul blog Stunf.it.

Kung Fu Kid - remake di Karate Kid

Karate Kid con Pat Morita nella parte del maestro Miyagi, è il film che ha indirizzato una generazione di giovani praticanti di arti marziali, con la sua storia di bullismo subito dal protagonista Daniel Larusso nella nuova città in cui deve trasferirsi con la madre. Storia piuttosto apprezzata dai fumettisti, per il tema del bullismo giovanile e delle arti marziali come strumento di emancipazione, che vedrà uscire, nel 2010, un remake interessante, stavolta ambientato in Cina, a Pechino. Il ragazzo si chiamerà Dre e il maestro (ovviamente di Kung Fu, in questo caso), Mr. Han, è nientepopodimenoche Jackie Chan, l'attore marziale carico di simpatia (e noto per le sue numerose attività caritatevoli), che è anche stato protagonista della serie a cartoni animati Le avventure di Jackie Chan. Impresa ardua, quella di affrontare un film che, nel suo genere, è ormai un mito, anche se, come si sa, Karate Kid in realtà ebbe ben 3 seguiti, due di nuovo con Ralph Maccio nella parte del "kid" e il quarto con una giovane protagonista femminile (Hilary Swank). L'elemento di continuità era quindi fornito dal maestro, sempre più anziano. Anche per Kung Fu Kid (che dovrà affrontare oltre al bullismo anche problemi di lingua, pelle e cultura diverse) il maestro sarà anziano, cosa che ha costretto Jackie Chan (classe 1954) ad alcuni ritocchi d'immagine: baffi, pizzetto, tempie grige ecc... Il "kid" del film stavolta è interpretato dal giovanissimo (nato nel 1998) Jaden Smith, figlio di Will Smith.

The new Karate Kid will be a Kung Fu Kid in 2010 with Jackie Chan and Jaden Smith. Learn more: click the links.

Il Prix 9 si avvicina

Si avvicina il 9-9-9, la data in cui verrà assegnato per la prima volta il Prix 9. Il riferimento è naturalmene alla "nona arte", il fumetto. Nove sono anche i membri della giuria e, come abbiamo avuto modo di anticipare su afNews a suo tempo, nessuno di loro è esperto di fumetto (li vedete qui accanto). Sono, invece, importanti rappresentanti di altre nove categorie, dal cinema alla televisione, dalla gastronomia alla letteratura, dalla musica alla multimedialità. Il premio, come dicevamo, verrà assegnato alla presenza del gotha del mondo del fumetto e segnerà la visibilità, la capacità di emozionare di un albo, pubblicato nel dodoci mesi precedenti, nei confronti di chi non si occupa professionalmente di fumetto. La capacità, cioé, semplicemente di raggiungere cuore e mente dei normali lettori. I titoli selezionati per questa edizione li trovate facendo click sull'immagine qui accanto, oppure su FaceBook.

The special award, the Prix 9 de la BD in Belgium, is coming, on 9-9-9. With a very special jury. Learn more: just click the image.

giovedì 20 agosto 2009

Variety: remake di Yellow Submarine targato Disney

Ecco l'articolo con cui Variety annuncia che la Disney farà il remake del cartoon Yellow Submarine dei Beatles, stavolta ovviamente in 3D.

"Disney and Robert Zemeckis are looking to catch the wave of Beatlemania, floating a new 3-D "Yellow Submarine" for the bigscreen, with merchandising in tow and prospects for spinning off both a Broadway musical and a Cirque du Soleil stage production..." Full article: click here.

Captain Marvel diventa un film: Shazam!

Anche lo stagionato (1940) Captain Marvel (qui accanto nell'interpretazione di Jeff Smith insieme a Bone) si appresta a trasformarsi (Shazam!) in un film. Se ne parla su Variety qui di seguito.

"Warner Bros. has tapped scribe Bill Birch to reboot "Shazam!," the DC Comics' adaptation of the Captain Marvel story that's being developed as a potential franchise..." Full article: click here.

Cartoon da mangiare, per la salute dei bambini?

I vostri figli fanno storie per mangiare le verdure? La cosa non è originale. Più originale è la soluzione trovata da Mark Northeast per evitare che i suoi bambini si rimpinzassero di porcherie-porta-obesità. Si tratta di aggiungere un po' di fantasia, agli ingredienti base. Potete vederne degli esempi, con Winnie the Pooh, Nemo e altri personaggi dei cartoon (e non solo) nel sito che ha predisposto all'uopo. Chissà che non risolva anche il vostro problema?

"Funky Lunch was born out of the desire to turn an ordinary lunchtime sandwich into something a bit different to encourage children to try and eat a varied and healthy lunch..." Full: click here.

Capperi, che bei fumetti, anche per la CGIL e la Confidustria!

Una lunga lista di fumetti, scaricabili via internet, gratis, per giunta! Li trovate nella UNL Libraries Digital Collections, nella sezione (click qui) dedicata ai fumetti commissionati dal Governo degli Stati Uniti d'America. Fra questi, d'ogni epoca, ci sono chicche come il manuale per i pompieri coi fumetti di Milton Caniff. E non mancano Captain America, Blondie, Dennis the Menace, l'Orso Yogi, Li'l Abner, Pogo, Charlie Brown e amici, Spiderman, Superman, e, nelle raccolte per i militari della marina americana, anche Paperino e diversi altri. Da notare come i fumetti destinati ai datori di lavoro, nel lontano 1954, fornissero consigli saggi su come trattare i lavoratori, e i giovani in particolare: probabilmente il segretario Epifani ne regalerebbe volentieri uno alla presidentessa Marcegaglia, la quale, a dirla tutta, lo apprezzerebbe e ne farebbe copia per gli associati di Confindustria. In cambio Marcegaglia offrirebbe a Epifani quello di Walt Kelly destinato a chi cerca lavoro, e la CGIL, ne siamo certi, lo distribuirebbe volentieri alle Camere del Lavoro. Tra le curiosità storiche, una copia del Rapporto del Senato sulla relazione tra Fumetti e Delinquenza Giovanile... e testi analoghi. Da non perdere anche la sezione (click qui) dei fumetti didattici. Ci trovate anche un fumetto giapponese, di Toshiro Kuni, che spiega come comportarsi in caso di incendio.

Government comics and educational comics, in pdf, free at UNL Libraries Digital Collections. Just click the links in this article and read them all.

mercoledì 19 agosto 2009

Bin Laden svelato

Questa di sicuro non ve l'aspettavate. Un dirompente video di Bin Laden qui? Certo, giacché presenta il volume Ben Laden dévoilé di Mohamed Sifaoui e Philippe Bercovici. Se il vostro arabo non è un granché, potete leggere i sottotitoli. Scoprirete che il vecchio Bin ha deciso di cambiare strategia, basta violenza, ora vuole che le donne abbandonino qulaunque velo. Una sorta di "Peace and Love", insomma... Cosa non si fa per promuovere un libro, eh? Laden farà causa o deciderà che questa nuova versione di se stesso gli è più gradita della precedente?


"Ben Laden dévoilé, se veut être une bande dessinée qui dévoile, de façon humoristique, les incohérences de l’extrémisme religieux. Mohamed Sifaoui, journaliste spécialiste de l’islam, et Philippe Bercovici, dessinateur, sont les créateurs de cet album plutôt atypique.Afin de faire un lancement éclatant, la maison d’éditions parisienne 12bis a souhaité sortir l’album le 11 septembre prochain. Pour couronner ..." Full article: click here.

Misteri fumettistici in cerca di risposta

L'esperto belga Pascal Lefèvre sta cercando di risolvere alcuni piccoli enigmi fumettistici e rivolge un appello tramite il suo blog. Le domande sono di quelle che sarebbero molto stimolanti per un ricercatore come Alfredo Castelli, ma chiunque se la senta si può cimentare. Fate click sull'immagine qui accanto per scoprire di quali fumetti si tratta e dare il vostro contributo... se siete in grado.

"A majority of the comics that were published in Belgium before the birth of Tintin in 1929 came from abroad: often the names of the characters are changed and no references to the artists name or the original publication can be found. Therefore I call out to other specialists if they might recognize some of the following characters I found in the Flemish children magazine De Kindervriend early 20th century (unfortunately not dated). The two characters called in the Dutch text 'Job & Bob' I've already recognized, they are the English Weary Willie and Tired Tim by Tom Brown, but does somebody know ..." Full article: click here.

Gil Jourdan: l'integrale in Italia

Su afNews abbiamo recentemente parlato dell'edizione integrale di Gil Jourdan, ad opera di Dupuis. L'interessante iniziativa dell'editore belga sarà riproposta in Italia (pare nel 2010) da Planeta DeAgostini. Il primo volume conterrà le storie Libellula evade, Popaïne e vecchi dipinti (dal titolo si evince che «popaïne», termine inventato per evitare di citare, negli anni Sessanta, la «cocaïne», cocaina, è rimasto inalterato nella traduzione), La macchina sommersa e Le navi del crepuscolo. Insieme alle prime quattro avventure dell'investigatore – che manterrà il nome originale, non più Gil Giordan – vi sarà un amplissimo apparato redazionale, dedicato principalmente alla figura del suo autore, Maurice Tillieux, e alla genesi della serie.

Video intervista a Peter Jackson su Tintin, il film

Il regista Peter Jackson aggiorna gli spettatori di MTV sulla produzione del suo film con Tintin. Buona visione.

Gil Jourdan: arriva l'integrale

Gil Jourdan, di Maurice Tillieux, è un personaggio classico della francofonia, in stile linea chiara, noto agli italiani col nome di Gil Giordan per essere stato pubblicato anche in Italia negli anni sessanta sulla rivista Tipiti e poi, ancora, nel 1973 sui Grandi Albi dell'Avventuroso. Ora i nostri cugini d'oltralpe ne ripropongono l'integrale in una versione con un adeguato apparato critico. Ce ne parla in dettaglio Didier Pasamonik su ActuaBD. Se volete il primo volume di Gil Jourdan, l'integrale vi basta fare click qui, dove potete anche vederne alcune pagine.

"Gil Jourdan, l’intégrale: une leçon d’édition. On croyait l’équation impossible chez les éditeurs français: republier des classiques de la bande dessinée dans une qualité fidèle à l’original, accompagnés d’un appareil critique correctement établi. Bref, l’équivalent francophone des belles éditions de Fantagraphics. Avec Gil Jourdan, Dupuis vient de réaliser ce miracle..." Full article: click here.

martedì 18 agosto 2009

Fumetto underground a Castel Sant’Angelo

Domani, mercoledì 19 agosto, la Scuola romana dei fumetti organizza ai Giardini di Castel Sant’Angelo (Roma, ore 21.30) "Indipendence night - Fumetto underground" all'interno delle “Letture d’Estate lungo il Fiume e tra gli Alberi”. Si parlerà delle autoproduzioni e dei circuiti "sotterranei" di distribuzione con Elisabetta Borseti, Genea (autore della vignetta pubblicata in questo articolo) e il gruppo di Epoc Ero Uroi.

Ma guarda chi c'è, tra i fan di afNews!

E' una comunità in crescita, quella dei "fan di afNews" su FaceBook, come potete vedere qui accanto (terza colonna della nostra homepage). Ci trovate autori, esperti, studiosi, giornalisti, collezionisti, appassionati e "semplici" lettori di fumetti et similia. Siete curiosi di conoscerli? Vi basta fare click sull'icona di ciascuno per scoprire qualcosa di più su di loro, i siti, le opinioni, le preferenze, gli amici, e inviare messaggi, entrare in contatto, condividere informazioni, foto, video ecc. Socializzare, insomma, con persone che hanno in comune afNews. Qualcuno di loro è comprensibilmente riservato e non ama accettare troppi "amici di FaceBook"? E' un suo sacrosanto diritto, ma non è un vero problema per i fan di afNews: potete condividere anche con loro pensieri ecc. tramite i commenti (o le discussioni, purché sempre nei limiti della netiquette) nella fan-page di afNews. In questo modo potrete comunicare di fatto anche con chi non è vostro "amico", ma è, come voi, fan di afNews. Non sapete ancora bene come si fa? Il "social network" è ancora un piccolo enigma per voi? Contattate la redazione di afNews e vi daremo una mano. Buon divertimento!

More and more fans for the afNews fan page at FaceBook. There are comic art creators, experts, journalists, collectors, readers... Do you want to know them, maybe to join the fan community and share infos, photos, videos etc.? Just click their icons, or join the fan page.

Fumetti su Internazionale

Bella copertina fumettosa (lo stile vi ricorda qualcuno?) per la rivista Internazionale, come potete vedere qui accanto. E, all'interno, il fumetto è presente in duplice filar alla voce Graphic Journalism con Perché la Francia? di Frederik Peeters e con Un'adolescenza clandestina di Alfred. Click qui per i dettagli.

"Every week Internazionale publishes in italian the best of the world's press, covering politics, economics, culture, science, and technology. All the articles, chosen by a team of experts, appear unabridged from over 300 daily, weekly, and monthly publications..." and comics, too: click here.

Video intervista a Miguelanxo Prado

Su Un Monde de Bulles, la bella trasmissione interamente ed esclusivamente dedicata al mondo del fumetto, condotta da Jean-philippe Lefèvre per Public Sénat, è in linea l'intervista a Miguelanxo Prado. Da non perdere, considerando che Prado è autore particolarmente riservato. Buona visione!

"Miguelanxo prado est un artiste rare, peu de bandes dessinées, peu d'apparitions médiatiques, l'espagnol nous fait le plaisir de s'ouvrir sur son métier d'artiste touche à tout. Bande-dessinée, film d'animation, peinture, un artiste hors norme..." Full video interview: click here.

lunedì 17 agosto 2009

Audio: Frank Stajano intervista Giorgio Pezzin

Frank Stajano è l'esperto di faccende Disney di cui vi abbiamo parlato, qui su afNews, in occasione della sua intervista a Don Rosa. Ora il suo podcast ospita l'intervista allo sceneggiatore Disney (e non solo) Giorgio Pezzin e, anche in questo caso, potete sia leggerla, sia ascoltarla. Ricca e interessante. Vi basta fare click qui.

"Giorgio Pezzin February 2009, part 1. The interview with Don Rosa is far from over but we now interleave it with another one. This is the first part of my February 2009 interview, in Italian, with the famous Disney (and non-Disney) author Giorgio Pezzin, to whom in May we awarded the Premio Papersera 2009..." Full article: click here.

Virginia Davis passed away

Il 15 agosto 2009, all'età di 90 anni, è morta Virginia Davis, nota per essere stata Alice nelle serie della Disney (Alice comedies) che mescolava cartoni animati e attori in carne e ossa. Era nata il 31 dicembre 1918.

"Virginia Davis, star of Walt Disney's early "Alice Comedies," passed away Saturday morning, August 15, 2009, at the age of 90..." Full article: click here.

Una statua di Mafalda a casa sua!

photo Alonso InostrosaSe la merita, ovviamente, una statua, la cara Mafalda di Quino. La avrà, insieme a una targa ad hoc, a Buenos Aires, proprio davanti al portone della casa (lo vedete nella foto di Alonso Inostrosa, qui a destra) dove Quino la fece abitare per gli anni in cui la striscia ebbe vita, prima della dittatura fascista. Poco distante c'è il negozietto di Manolito. E più in là una piazzetta con giochi per bambini a tema. Click sull'immagine piccola qui a sinistra per vedere il video.

A statue for Mafalda by Quino in Buenos Aires. Learn more: click here.